buonanotte

“Nei miei sogni siamo in autostrada, di notte, tu al volante. Sai che mi piace viaggiare in autostrada, e con te sarebbe ancora più bello.
Io che guardo il cielo, conto le stelle, poi mi tolgo le scarpe e mi metto comoda sul sedile. Poi ti guardo e penso che sei il ragazzo più bello del mondo.
Magari ti faccio una carezza, e tu sorridi continuando a guardare la strada, però mi tieni per un attimo la mano e lasci un bacio sul palmo, così posso portare il sapore delle tue labbra fra le dita.
E non ci sarà bisogno di dirci "ti amo”.
Ci ameremo e basta.“

“Scommetto che mi stai pensando. Che hai provato a ignorarmi, ma a volte ti basta un dettaglio a riportarti da me. Che non puoi dirlo, che non vuoi ammetterlo, che ti fa paura.
Scommetto che mi hai amato, che quando pensi al passato dici che le ragazze che hai amato erano dolci, carine, e quando pensi a me invece dici solo che ero un incubo. E che proprio per questo ti manco.
Scommetto che sei contento di non essere rimasto incastrato nel nostro amore, in quella ragnatela di ti amo e ti odio.
Scommetto che ti manca da impazzire il modo in cui ti stringevo, perché le mie braccia erano il tuo porto sicuro, e tu non hai mai capito che essere liberi non significa rinunciarvi.
Scommetto che mi hai amato, che non riesci a dirlo, che non sei mai riuscito a dirlo: a me, agli altri, nemmeno a te stesso.
Scommetto che a volte ti ritorno in mente, e ancora peggio, ti ritorno nel cuore.
Da dove so -e ho sempre saputo- di non essermene mai andata.”

“Inevitabilmente ci sei, anzi, esisti. Da qualche parte, in quel ricordo in cui mi hai detto che mi avresti fatto vedere tu la tua città.
Oggi io sono qui, e quando sognavo questa scena immaginavo qualcosa di completamente diverso.
Oggi io sono qui, ma non per te.
Non per te, non per me, non per un noi mai esistito.
Sono semplicemente qui, a guardare la tua vita senza farne parte e ringraziandoti finalmente per non farne parte.
Oggi io sono capace di andare oltre te.
Perché prima eri lontano mille miglia da me, ma bastava la mia mano per prendere la tua e farti camminare sul mio cuore.
Oggi ti posso anche camminare vicino, ma sei lontano mille miglia dal mio cuore.”