buon augurio

E quando sentirai quel 3 2 1…
saprai che il 2016 è andato via. E’ in un attimo ripenserai a tutto ciò che hai provato…Le piccole storie, quelle andate bene e quelle andate male. Le amicizie costruite, quelle distrutte. Persone che se ne sono andate, altre che sono rimaste e forse resteranno per sempre…a quell'estate spensierata e piena di ricordi belli o brutti che siano…a quanto sei cresciuto e cambiato…alle 100 volte che sei caduto ed alle 101 in cui ti sei rialzato…e tante altre cose che questo 2016, ormai al termine, ha lasciato scritte dentro di te con un pennarello indelebile.
—  Labellezzadellepiccolecose - (via labellezzadellepiccolecose.)

Sono anni che il 31 dicembre faccio bilanci inconcludenti, auguri finti a persone a cui darei fuoco tutto il resto dell'anno perchè “è educazione” e buoni propositi che vanno a puttane nel giro di dieci giorni.
Per cui per una volta, io non auguro a nessuno l'amore, la salute, la felicità e i soldi..
Io vi auguro di sbagliare tanto.
Di fare una marea di cazzate.
Di ritrovarvi col tempo a dire “ma chi me l'ha fatto fare?”, di ripensare all'indietro senza un briciolo di nostalgia.
Di dire “sono stato un idiota” oppure “è il ricordo più bello che ho”, ma senza un solo frammento di rimpianto.
Non negatevi nulla.
Vi auguro di trovare l'amore della vostra vita solo dopo aver aperto ferite incolmabili per quella sbagliata, o non sarete mai capaci di apprezzarla davvero.
Di avere un conto in banca soddisfacente e trovare un lavoro che vi piaccia, solo se prima avete imparato ad essere umili.
Vi auguro di arrivare a capire che la felicità è uno stato d'animo e non una condizione di vita, che non la si prova in assenza di delusioni ma nonostante.
Mi auguro che troviate il coraggio di ritrovarvi in meno libri, film, canzoni, e più in voi stessi.
Che sappiate scrivere di vostro pugno le scelte che volete senza arrampicarvi su “forse era destino cosi”, abbiamo tutti un cuore abbastanza forte da poter riscrivere ogni finale.
Vi auguro di sentirvi a terra, allo stremo, di dire che non potete più farcela solo per sorprendervi del fatto che invece, ancora una volta, potete.
Di imparare a non giudicare le scelte degli altri, anche se in minima parte lo facciamo tutti, solo perché le sentiamo distanti e in contrasto con le nostre.
Di ricevere gentilezza, tenerezza, dolcezza e non per forza da un partner, ma da qualsiasi persona sappia capire che a volte per stare bene basta qualcuno che ci ascolti e si prenda cura di noi. Anche nel suo piccolo, anche da lontano.
E mi auguro infine che almeno quest anno rompiate un po’ tutti meno i coglioni.

Buon 2016 a chi ci spera e a chi di sperare ha smesso.
Che possiate ricredervi.

Buon Natale G

Volevo cogliere l'occasione per dirti che sono davvero contenta che continuiamo a sentirci e a vederci, ad essere amiche, anche se non abbiamo più nessuna ragione valida per farlo. Nessun “interesse”. E poi volevo dirti che sei una persona veramente veramente bella, in tutti i sensi possibili. E lo so che è banale, ma a volte fa bene sentirsi dire queste cose secondo me e vorrei rimediare (almeno un po’) a tutte le volte in cui gli altri non ti hanno considerato abbastanza o per tutte le volte in cui non ti ho considerato abbastanza io. Soprattutto per quelle.
Sappi che ti auguro
tutto il bene possibile.
Davvero. Tutto il bene possibile.
So che ci saranno dei giorni che faranno schifo nella tua vita, perché ci sono sempre dei giorni che fanno schifo, anche molti, nella vita delle persone. E so anche che a volte ti verrà da mollare e buttare via tutto perché il mondo non è così perfetto e nemmeno le persone,
e le cose non vanno mai come vorresti.
Ma è proprio perché lo so che ti auguro che ci siano dei giorni nella tua vita in cui tu sia così tanto felice, così tanto, da dimenticare quelli brutti. Ti auguro che ci siano questi giorni bellissimi in cui quello che sogni e che hai sempre sperato diventi realtà e magari sembra una specie di favola ma veramente ti auguro che alla fine il bene sia più del male e che niente faccia più paura. Credi in te stessa. Ti voglio bene.
Buon Natale G.

Mancano poche ore alla fine di quest'anno e non voglio fare né un bilancio né un resoconto perché davvero non ne vale la pena.
Ma ci tengo ad augurare a tutte le persone di buon cuore e di buona volontà, un sereno anno scarso di malattie e rimproveri, di ingiustizie e arroganza, ricco di ogni buona cosa e che le soddisfazioni siano troppe.
Vi auguro di uscire, ubriacarvi di piacere, incontrare chi vi ami, l'anima gemella se esiste, di ridere fino a piangere, di amare e lasciarvi amare, di viaggiare, laurearvi o diplomarvi, di trovare un lavoro, di avere un figlio a chi davvero lo desidera, di prendervi cura di un cane o un gatto perché vi riempiono il cuore, di toccare la neve e camminare sotto la pioggia, di sudare al sole e bere una bevanda rinfrescante, di innamorarvi, andare ad un concerto e stringere la mano (o meglio abbracciare) al vostro idolo, di piangere di gioia e di dormire con chi vi fa sorridere.
Vivetelo e viviamolo al meglio: il futuro è nelle nostre mani.
—Elvira Asile.
—  Elvira Asile.
dedicheamestessa

Cos'è un augurio di buon compleanno? Nulla se ci pensi, tanto se ci tieni venga fatta dalla persona che hai a cuore. E se non arriva nemmeno il messaggio….
Auguri a me.

Non c'è verso.

Che io sia felice o che sia distrutta è indifferente, il Natale mi fa piangere e non so mai se di gioia o di tristezza.

È tutto un rimescolio di sensazioni.
Evidentemente ancora non sono immune ai baci, alle luci, ai regali indovinati e a quelli mai dati, agli abbracci, ai messaggi d'auguri non ricevuti e a quelli inaspettati, ai bigliettini “anche se ti faccio sempre arrabbiare ti voglio tanto bene”.

Non sono ancora immune.

Che voi siate come me, che siate credenti o meno, che siate contrariati da tutte queste smancerie, io gli auguri ve li faccio.

Magari vi fa piacere, chissà.

Spero che abbiate sempre il coraggio di ricominciare.

Qualsiasi cosa succeda.

Vi auguro questo.
—  Susanna Casciani.