brutte facce

Allora voi potete dire tutto quello che volete;
che adesso arriva l'autunno con i suoi caldi abbracci, le maratone di film sotto le coperte, la moda delle felpe e la neve.
Tante cose belle, no?
Rivedere i propri compagni di classe, i professori…
CHE BELLO.
No, sto scherzando.
Si dia il caso che non trovo nulla di bello nel rivedere certe brutte facce, riprendere lo stress delle verifiche ogni giorno e farmelo amico, davvero non mi piace.
Non mi piace sentirmi addosso la sensazione di stupidità su me stessa riguardo spiegazioni, compiti e quant'altro.
Potranno anche essere piacevoli gli abbracci, durante le giornate di pioggia, freddo e neve, ma cosa si fa quando non si ha nessuno da abbracciare? Ci si attacca ad un palo?
Non avrò neanche il tempo di fare delle maratone di film
=
la mia vita sociale se ne andrà a rotoli grazie all'inizio della scuola.
La mattina dovrò fare i conti con la sveglia, con l'anzia, con il bus e con la bidella.
Figuriamoci se avrò tempo per farmi “bella” se non modella e seguire la moda.
Ragazzi, pensateci quando dite che vi manca la scuola, pensateci bene.
Siete davvero felici di questo inizio?
Ah sì?
Io no.
Opterei per un'estate più lunga.
Ma guardati. Scherzi, ti diverti, ridi. Fai facce brutte e battute stupide. Ridi fino a farti uscire le lacrime. Parli ad alta voce e sorridi ad ogni piccola cosa. Guardati, sembri il ritratto della felicità. Ma lo sei davvero?
—  the-disaster02