braccetto

La femmina del salmone

Perché quando tutti si tolgono gli ultimi strati del vestiario a cipolla, rimangono in Birkenstock, calzoncini e al massimo una maglietta, lei si veste di tutto punto come andasse ad una cena di riguardo e dovesse sedurre un principe. Comodità spesso va a braccetto con sciatteria ma entrambe non sono per lei, abituata dalle fatiche della vita ad andare controcorrente. Bianca come i riflessi della luna d'inverno sul mare, il sole non le ha mai baciato la pelle e lei pensa sia per questo che, geloso, bussi con veemenza di luce ogni mattina agli scuri della sua finestra; ma prima di aprire le ante, lei si lava e si veste. E lui muore di voglia ogni sera. Baciare la sua pelle sarà privilegio della preda che ha scelto di catturare, oggi. Forse.

Wholels

05:37

Dietro al tavolo dove mangiavamo io e mamma c'era una coppia di anziani.
Una sera li ho guardati, non so perché. Lei aveva una magliettina rosa e lui una camicia rosa, camminavano a braccetto perché vecchietti, lui le toglieva sempre i piatti da mano..
Ha anche sgridato il cameriere “la mia signora ha gusti particolari, non è vizziata attenzione. Lei deve avere quello che le piace, gliel'ho promesso sa? Fino al mio ultimo respiro anche per la cosa più banale avrebbe avuto quello che più desiderava. Veda se può far cucinare questo (Non so cosa fosse)”.
Lei gli sorrideva così tanto..E lui con più di 70anni sembrava potesse capovolgere il mondo per lei che gli ha dato un bacio dolce sulla guancia dopo..
Li dovevi vedere sai..Lei gli aggiustava il fazzoletto vicino la camicia e lui gli portava tutte le cose che piacevano a lei facendo avanti e indietro (si mangiava a buffet)..
Finito di mangiare giù all'hotel fanno l'animazione, era la serata danzante e dopo un paio di canzoni si ferma tutto ed una luce illumina questa vecchietta e il vecchietto si avvicina a lei porgendogli la mano mentre l'animatore annunciava la canzone e disse: “alla mia piccola bambina nonostante i suoi 73 anni. Alla mia eterna bambina chiedo questo ballo”.
A lei scendevano le lacrime, hanno ballato per una mezz'oretta poi si sono stancati e sono saliti in camera con tutti che applaudivano..
Li ho guardati tutto il tempo con un sorriso che ha sconvolto mamma e anche me a dire il vero.
Quando lui ha reclamato con il cameriere ho pensato a te, “Vizziata” come sei con il cibo..
Sarei stata capace di entrare in cucina e cucinarti io pur di non farti fare il broncio che puntualmente mi frega..
Quando lei gli ha aggiustato il fazzoletto ho pensato che tu mi avresti sgridato perché sono trasandata e quando si tratta di mangiare sono un animale…
Ho immaginato te con gli occhi da bambina davanti a tutto quel cibo e io a prenderti tutto quello che ti piace.
E ti ci ho vista per un momento nei panni di quel vecchietto quando le ha chiesto di ballare, perché si sa: Per quanto l'avrei voluto fare io sono troppo timida.
E ti ci ho vista là, di fronte a me con la mano testa e gli occhi che brillano.
Infondo anche a te non piace stare al centro dell'attenzione..
E ci vedevo
Entrambe
Là a ballare
E stanche a tornare in stanza