bonifica

bonificayyyyy-deactivated201306 asked:

i am glad to know that i am not the only Christian who is pro choice. honestly, i don't view abortion as an okay thing to have, nor do i agree with it, but i do recognize that a woman has a choice. if that makes sense? what are your beliefs?

I’ve found that pro-choice Christians are very difficult to find, but we’re out there!

You don’t have to view abortion as an okay thing, because that’s your opinion. You don’t have to have one, but you recognize that there are women* who will, at some point, need one. (So yes, your view makes sense 100%).

As for my beliefs:

  • The pregnant person gets to make the decisions - they can consult a partner if they have one, but it’s ultimately up to them.
  • I believe abortion is a right - it’s a valid medical procedure and nothing to be ashamed of.
  • If I were to become pregnant at any point in my life, I would have an abortion. I’m terrified of being pregnant, and truth be told, I don’t really want children. (I lack the maternal instinct, I think). This view may change, but as of right now, I never want children.
  • I don’t like to mix religion with politics - not everyone has the same religion (or even practices one), which makes it very difficult to run a country based on one religion’s moral beliefs. Therefore, I don’t think pro-lifers should use their religion in abortion arguments. (This also goes for anything else related to politics).
  • Abortion should always remain legal, and women* should always have access to it, if they so need it.

I hope this answered your question - if it didn’t, feel free to ask others!

Inquinamento al Tiro a Segno Nazionale di via Agucchi

Inquinamento al Tiro a Segno Nazionale di via Agucchi - Chiediamo verifica delle autorità sulla segnalazione arrivata alla nostra associazione

Una segnalazione corredata da materiale fotografico arrivata alla nostra sede, evidenzia l’inquinamento ambientale nel terreno del Tiro a Segno di Via Agucchi a Bologna.

Necessarie indagini urgenti ed eventuali interventi da parte delle autorità giudiziarie, qualora le segnalazioni si rivelassero fondate.

Risale ormai a sette anni fa la nostra prima segnalazione, che portava alla luce…

View On WordPress

Detrazioni fiscali per la bonifica dell'amianto

Gli interventi di bonifica dall’amianto usufruiscono delle detrazioni fiscali del 50% previste per gli interventi di ristrutturazione edilizia. A chiarirlo è la stessa Agenzia delle entrate, che nella guida pubblicata ad hoc certifica che gli interventi di bonifica dall’amianto rientrano nel novero di quelli rispetto ai quali è possibile godere della detrazione fiscale.

La detrazione,…

View On WordPress

DDL Ecoreati: 5 nuovi punti e pene più severe

Approvato finalmente il nuovo DDL Ecoreati: 5 nuovi punti e pene più severe, ecco quali

Dopo ventun’anni di battaglie da parte di gruppi ambientalisti, parlamentari e non, gli ecoreati ora sono crimini a tutti gli effetti. Il 29 maggio è entrata in vigore la Legge 68/2015 approvata dal Senato il 19 maggio con 17o voti favorevoli, 20 contrari e 21 astenuti, che introduce cinque nuove tipologie di reati ambientali e pene più severe a riguardo. Ecco i nuovi punti introdotti:

1. INQUINA…

View On WordPress

Discarica Razzaboni: il lungo percorso della bonifica

Discarica Razzaboni: il lungo percorso della bonifica

A 14 anni dalla scoperta del sito grazie alle indagini del Corpo Forestale dello Stato, iniziano finalmente i lavori di bonifica di una prima parte.

Auspichiamo la rapida bonifica e riqualificazione dell’intera area.

Si è tenuto ieri sera a San Giovanni in Persiceto l’incontro pubblico che abbiamo organizzato, con la partecipazione tra gli altri del Comandante del Corpo Forestale dello Stato Gius…

View On WordPress

La Terra dei fuochi è il posto in cui vivo, inquinata da anni di veleni, camorra, corruzione e malaffare. Distrutta  dall'indifferenza della propria gente che ogni giorno muore e di quella di politici corrotti. Avete le mani sporche del nostro sangue!

Firma qui per la petizione sulla bonifica della nostra Terra!

Parco delle Magnolie: c'è il progetto!

Parco delle Magnolie: c’è il progetto!

E’ stato finalmente approvato dal Consiglio di Zona 9 il progetto definitivo per la realizzazione del Parco delle Magnolie.

Il progetto prevede la realizzazione di un campo ad utilizzo misto pallavolo/basket, un’area per gli amanti dello skateboard, 2 aree gioco attrezzate per bambini ed un’area cani. Sono inoltre previste due grandi aree verdi lasciate a prato. Gli ingressi al parco saranno 4,…

View On WordPress

Isochimica, Sibilia: "Inoltrata richiesta per audire gli ex dipendenti in Commissione Lavoro"

COMUNICATO STAMPA del 01-07-2013

AVELLINO - In merito all'incontro tenuto questa mattina in Comune sul caso dell'Isochimica il deputato Carlo Sibilia dichiara: “Siamo contenti per la convocazione, da parte del sindaco Foti, di un tavolo che ha visto la presenza di tutti i livelli istituzionali, ma al tempo stesso non possiamo non constatare il fallimento della classe dirigente che ha tenuto finora le redini della politica irpina e non solo. Il vero paradosso è che, dopo 25 anni di immobilismo o scaricabarile, coloro che hanno avuto e hanno responsabilità nel mancato avvio della bonifica dell'area o della pratica di riconoscimento del prepensionamento agli ex lavoratori sono gli stessi che si propongono al tavolo delle soluzioni. Sul primo punto, il Ministro dell'Ambiente, Andrea Orlando, in occasione della passerella avellinese della scorsa settimana, ha assicurato un suo interessamento proficuo. Lo attendiamo alla prova dei fatti, sperando in un esito positivo con la collaborazione di Comune e Regione. Tuttavia, poiché si rischia di avere memoria corta, mi preme ricordare che il sito è sottoposto a sequestro penale disposto dal Procuratore Capo, Rosario Catelmo, e convalidato dal Gip del Tribunale di Avellino, nell'ambito di un’inchiesta con 24 persone, tra cui ex amministratori, raggiunte da avvisi di garanzia. Sulla questione, invece, dei prepensionamenti, ribadiamo la nostra piena disponibilità nei confronti dei lavoratori affinché sia al più presto garantito questo sacrosanto diritto, che, in base alla risposta ottenuta dal Ministero del Lavoro lo scorso mese, non è riconosciuto dalla legislazione attuale. Il Movimento 5 Stelle ha già chiesto alla Commissione Lavoro della Camera di audire in via urgente una delegazione di ex dipendenti, in presenza di un rappresentante del Governo, per discutere della deroga alla normativa vigente. Questi sono fatti concreti. Per il resto, le chiacchiere stanno a zero”.

Vittime dell'amianto: In Italia un morto ogni tre ore

Vittime dell’amianto: In Italia un morto ogni tre ore


//

Sono oltre 38mila i siti contaminati in Italia, la cui bonifica è curata o coordinata dalle Regioni e dai Comuni. Bonifiche che restano a tutt’oggi, nella maggior parte dei casi, ancora irrealizzate e che pesano come macigni sull’ambiente e sulla salute di milioni di italiani.

In Italia, ogni anno 3mila persone,otto al giorno, una ogni tre ore, muoiono di mesotelioma pleurico o di uno…

View On WordPress

74 pozzi in fila per tre
  • 74 pozzi in fila per tre
  • Roberto Storti
  • Radiobase MN
Play
74 pozzi in fila per tre

IES: nuovo progetto per la bonifica del surnatante

Buona domenica bonificata
Tra due giorni, il 29 di ottobre, il TAR (Tribunale Amministrativo Regionale) dovrebbe pronunciarsi sulla richiesta della IES di non dover costruire quanto imposto dal Ministero dell'Ambiente per bonificare il terreno sottostante l'insediamento della raffineria e quello sotto la Belleli, terreno zeppo di surnatante e altri inquinanti.
Dovrebbe, perché pare che sia il Ministero, sia la Ies si siano accordati di procedere in modo diverso dalla costruzione di un muro interrato alto 20 metri per un perimetro di 1,2 Km imposto, a suo tempo, dalla SOGESID che altro non è se non il braccio tecnico del Ministero che ha un costo stimato di 16 milioni di euro.
La IES, da subito ha sostenuto che era errata la modalità e, oltre ad essere ricorsa al TAR ha anche fatto studiare dal Politecnico di Torino una diversa modalità per la soluzione della bonifica sotterranea.
Sembra che un documento di 500 pagine, fitte di progetti, sia già sul tavolo oltre che del Ministero, anche di Arpa, Asl, Comune e Provincia di Mantova e che sia alla base della richiesta di sospensione del giudizio del TAR da tutte le parti interessate.
La bonifica con questo nuovo metodo di emungimento dei liquidi sotterranei (non solo la coltre di idrocarburi ma anche altri inquinanti) prevede 74 pozzi funzionanti 24 ore su 24. Occorreranno 18 mesi per la realizzazione e speriamo anche il riutilizzo di alcuni degli ex dipendenti Ies ora in cassa integrazione.
Che sia la volta buona?
A risentirci domani. Grazie
@robertostorti