blocchi

Ansia.

Certe volte è come affogare. Tutto diventa denso e buio e non riesci a respirare. Non capisci dove sei e da che parte devi andare e perciò rimani bloccato, tremante. Ti rannicchi per ritrovare te stesso, che è la prima cosa da fare, ma anche quello è difficile. Speri in una mano benefattrice che ti salvi ma sai bene che nessuno ti può salvare, non perché sei solo o non tengono a te, ma semplicemente perché non si può. La solitudine si acuisce e ti pungola le orecchie, i polmoni, lo stomaco, proprio come quando affoghi. Lotti, non ti arrendi, ti dimeni. Urli, scalpiti, ti disperi, fin quando ti abbandoni e ti lasci andare. Sei affogato e adesso sei tranquillo, niente è più denso, tutto ti accarezza. Torni in superficie, adesso puoi

Sei salvo. Per ora.

Okey. il primo giorno è andato…
Apro quel cancello e già tutte quelle persone della mia età mi davano davvero molta ansia, salgo quelle scale! e sono dentro la scuola. Aspetto di sapere in che classe sono capitata e bene mi reco verso essa.. a metà corridoio mi sono bloccata, ho sentito lo stomaco contorcersi la testa nel pallone e gli occhi lucidi il naso bruciava, e nella mia testa mi ripetevo: “non piangere, non piangere cazzo!”. Allora faccio un respiro profondo, e busso..apro quella porta la faccia mi stava bruciando letteralmente, sentì delle risate. Non volevo sentirle. Mi sedetti subito all'ultimo banco con un penna e un foglio e iniziai a scrivere frasi e parole che provavo in quel momento. Il mio vicino mi prese per pazza!
bhe ma oltre ciò quando mi chiedevano qualcosa parlavo talmente basso che dovetti ripetere le cose almeno 4 volte e quanto mi saliva il nervoso e l'ansia mi stava divorando.
Ad un certo punto… la professoressa disse al mio vicino di banco: “leggi” ecco, bene a quel punto mi si svuotò lo stomaco l'ansia era salita e iniziai a tremare perché sapevo che dopo sarebbe toccato a me, mi stavo già sentendo male! ma non so quale miracolo. MI HA SALTATA e ha letto un'altra ragazza. Credo di non essermi mai sentita cosi sollevata.
Bhe, dopo questa situazione finalmente suona la campanella dell'intervallo..
quante persone, quanti visi nuovi, quanti occhi incompresi tra le persone..
mi misi in un angolo e iniziai a guardare fuori, poi arrivò una ragazza straniera e si mise a parlare con me, mi fece anche sorridere. E parlai con lei il resto delle ore..
Passai il resto delle ore a scrivere, disegnare non credo di aver ascoltato una mezza parole di tutte quelle ore.
Finalmente l'ultima campanella suona, esco velocemente, e finalmente trovo lui! ad aspettarmi l'ho abbracciato fortissimo.
Ho sospirato tantissimo in quel instante l'ansia era sparita!
prendo la sigaretta tra le labbra, e tra una risata finalmente e un'altra. Il primo giorno è andato.
Spero in bene, almeno quest'anno..
—  –Ragazzatroppotimida
Ambientalismi economici

Negozianti del centro contro i blocchi del traffico, chiedono più deroghe.

Giusto, il profitto è più importante dell'inquinamento. 

A ben vedere, però, organizzerei un piccolo contrappasso: qualsiasi malato di cancro e/o di malattie causate dall'inquinamento atmosferico avrà diritto ad acquisti gratuiti nei negozi del centro. 

Equo, no?

(no. Le città vanno chiuse al traffico inquinante, vanno incentivati i mezzi elettrici, e l'uso del trasporto pubblico. Punto, che l'economia sia d'accordo o meno.)

“SE GUARDI A LUNGO DENTRO L’ABISSO, ANCHE L’ABISSO VORRÀ GUARDARE DENTRO DI TE”

Questa frase, di cui quasi nessuno comprende davvero il significato, è la Legge che guida i miei blocchi.

Lo schifo infetta. Starci in mezzo pensando di uscirne puliti più che presunzione è illusione.

State con chi vale, con chi secondo voi vale sul serio, perchè, diversamente, finirete con il valere meno anche voi…e quando vi renderete conto di cosa vi è accaduto…vi farete già troppo schifo.

E, sfortunatamente, la disistima personale, è la cosa più dura da confessarsi ecco perchè, raramente è a livello conscio e genera mostri.

Ciò che siete oggi lo avete deciso ieri, ciò che sarete domani lo costruite oggi e su questo non c'è scampo…
Ora si tratta di essere onesti con se stessi per non lamentarsi del fatto che la vita ti abbia cambiato. Mi spiace non è la vita. Sono le strade facili che hai scelto di cui dovresti vergognarti oggi, non biasimarti domani

anonymous asked:

Se il mio ragazzo guardasse i porno cercherei di capire che cosa cerca a livello sessuale per cercare di soddisfarlo al meglio. Conviene sempre parlare senza veli sotto questo punto di vista. Ci siamo detti le nostre fantasie, alcune molto spinte, ci siamo messi a nudo, non c'è cosa più bella che realizzarle con la persona che si ama (secondo me) quindi ragazze buttatevi, senza imbarazzo né vergogna. Abbiamo troppi blocchi mentali, liberiamocene.

-

anonymous asked:

Secondo te perche non riesco a provare attrazione fisica per una persona se prima non l'ho conosciuta a tal punto da avere stima in lei e avere un minimo di attrazione mentale? Questa cosa mi limita molto, anche nel conoscere nuovi ragazzi.

Ognuno ha i suoi blocchi e le sue abitudini. Il motivo può essere solamente caratteriale, e può dipendere dal tuo cercare solamente rapporti estremamente profondi, non saprei dirti.

E tu non puoi mettere mi piace, mi chiedo che cazzo di problemi hai.
Visto? Mi blocchi.
Non ti fai amare ma allo stesso tempo non mi fai andare avanti con la mia vita senza di te.

anonymous asked:

Salve, stimatissimo Kon. Dopo aver sofferto di depressione maggiore, sto sperimentando un atroce blocco nello studio, sebbene ami le materie che caratterizzano il mio percorso e abbia buone capacità. Volevo chiederle se le è mai capitato di provare in prima persona o essere a contatto diretto con la depressione e, in aggiunta, se ha mai attraversato blocchi di questo genere. Grazie, grazie, mille volte grazie per la magnifica persona che è.

Mi spiace ma non ho mai provato su pelle questo tipo di manifestazione e le persone che ho conosciuto avevano di ben peggio che la depressione.

Però sono sicuro che gli altri tambleri sapranno spendere per te i loro 2 cents.

Raccolta aiuti per le popolazioni del centro italia colpite dal terremoto alla Stella Nera

PRESSO LO SPAZIO ANARCHICO STELLA NERA SI
INIZIERANNO A RACCOGLIERE AIUTI PER I TERREMOTATI DEL 24/8 DEL CENTRO ITALIA.
DI SEGUITO LE DATE IN CUI POTRETE PORTARE GLI AIUTI:
- VENERDì 26 DALLE 19 ALLE 21
- MARTEDì 30 DALLE 20 ALLE 23
- GIOVEDì 1 DALLE 21 ALLE 23
- VENERDì 2 DALLE 18 ALLE 23
- SABATO 3 DALLE 22 ALLE 24

PER CONTATTI SCRIVETECI SU PRENDISPAZIO@CANAGLIE.ORG

Servono: Lenzuola singole nuove o usate (pulite)· Asciugamani (puliti)· Cuscini (puliti)· Carta igienica· Rotoloni asciugatutto· Bicchieri di plastica· Piatti di plastica· Tovaglioli di carta· Prodotti per la pulizia personale (shampoo, bagnoschiuma,  sapone, dentifricio, ecc…)· Salviette umidificate· Pannolini (per adulti e per bambini)· Colori per i bambini Blocchi di carta· Giochi per i bambini· Acqua minerale − torce e pile − apriscatole − kit pronto soccorso − medicine da banco (tachipirine - cerotti - pomate per ferite) − lettini da campo − brandine − coperte - vestiario (scarpe, tute, ecc)
ALIMENTARI NON DEPERIBILI DI TUTTI I GENERI (PASTA - POMODORI PELATI - BARATTOLI DI FAGIOLI - CECI - LENTICCHIE - PISELLI - OLIO - SALE GROSSO SALE FINO - ZUCCHERO - CAFFE’ - OMOGENEIZZATI