biglietto

anonymous asked:

ehi qual è la tua storia?

Questa è la maxi-storia di come la mia vita
cambiata, capovolta, sottosopra sia finita
seduto su due piedi qui con te
ti parlerò di Massi superfico di Bel Brescia

Giocando a Cod con gli amici sono creciuto
me la sono spassata, wow che fissa ogni minuto
le mie toste giornate filavano così
tra un headshot e un film di Scorsese.

Poi il mio joystick lanciato un po’ più in su
andò proprio sulla testa di quei vikinghi laggiù
il più duro si imballò, fece una trottola di me
e la mia mamma preoccupata disse “Vattene A Bel Brescia”

L'ho pregata scongiurata ma dallo zio vuole che vada
lei mi ha fatto le valige e ha detto “Va’ per la tua strada”
dopo avermi dato un bacio e un biglietto per partire
con lo stereo nelle orecchie ho detto “Qua meglio sgommare”

Prima classe, ma è uno sballo
spremute d'arancia in bicchieri di cristallo
se questa è la vita che fanno a Bel Brescia
per me poi tanto male non è

Ho chiamato un taxi giallo col mio fischio collaudato
come in formula 1 mi sentivo gasato
una vita tutta nuova sta esplodendo per me
avanti a tutta forza portami a Bel Brescia

Oh che sventola di casa, mi sento già straricco
la vita di prima mi puzza di vecchio
guardate adesso gente in pista chi c'è
il principe Massi lo svitato di Bel Brescia.

Ho trovato un vecchio biglietto in un cassetto. L'ho riletto, era un po’ sbiadito. Mi sono ricordato di un sorriso e di un bacio sul suo naso. (Ma poi, che ne sappiamo noi di quello che è davvero impossibile?)

VORREI DIRE ALLE RAGAZZE CHE DICEVANO CHE JUSTIN BIEBER ERA UN FROCIO, BRUTTO, DROGATO E ADESSO GLI VANNO DIETRO E VANNO AL SUO CONCERTO, SPERO CON TUTTO IL MIO CUORE CHE QUEL BIGLIETTO L'HO PERDERETE.
NON VI MERITATE QUEL POSTO.

-andiamo
-come?
-andiamocene
-dove?
-non lo so, ovunque
-ovunque è troppo generico
-andiamo a Parigi
-quando?
-ora
-ma non abbiamo biglietti
-li compriamo
-non abbiamo soldi
-andiamo senza biglietti
-come?
-ci nascondiamo nel bagno di un treno, oppure facciamo l'autostop
-e per mangiare?
-prendiamo quello che resta dai vassoi dei fast food
-e per dormire?
-se siamo stanchi stiamo nelle sale d'aspetto delle stazioni
-e quando arriviamo a Parigi che facciamo?
-troviamo un lavoretto
-ma non parliamo francese
-ci arrangiamo con l'inglese o con i gesti
-e poi?
-dopo che abbiamo guadagnato un po di soldi ripartiamo
-e dove andiamo?
-scegliamo un posto qualsiasi sulla cartina, e viaggiamo fino ad arrivare in Sud America
-e cosa facciamo in Sud America?
-ci prendiamo una casetta sulla spiaggia e apriamo un chiosco per turisti
-e viviamo di quello?
-si
-e se non voglio andare in Sud America?
-andremo da un altra parte, ovunque vogliamo
-e come facciamo con la scuola, il lavoro, i genitori…?
-lasciamo tutto, non ci servirà nulla di tutto questo, ci bastiamo noi
-perchè?
-perchè ci completiamo
-come lo sai?
-sei la persona con cui voglio passare il resto della mia vita
-e s e un giorno ti facessi soffrire? o capissi che non sono quello che volevi in realtà?
-non succederà
-come lo sai?
-l’ ho capito dal primo momento che ti ho visto
-ma se ce ne andiamo, scapperemo come abbiamo sempre fatto
-la nostra non è una fuga
-e che cos'è ?
-un ritorno
-a dove?
-a casa
-e dov'è casa?
-non lo so, dobbiamo trovarla
-e come sappiamo che è quella quando la troviamo?
-lo sappiamo e basta
-come?
-quando arriveremo sapremo che quello è il nostro posto
-… dove sono?
-cosa?
-le valige. non dobbiamo andare a cercare la nostra casa?
Buonanotte a chi aspetta un messaggio sapendo che non arriverà.
Buonanotte a chi è preoccupato.
Buonanotte a chi stanotte non riuscirà a dormire.
Buonanotte a chi ha bisogno di un abbraccio.
Buonanotte a chi ha bisogno di affetto.
Buonanotte a chi piange per la rabbia.
Buonanotte a chi è deluso e spera in un giorno migliore.
Buonanotte a chi ha paura del domani.
Buonanotte a chi vorrebbe prendere un treno e andare dall'amore della sua vita.
—  stringimieportamivia