bellezze

Perchè mi ami?“
“Non lo so il perché. Forse non c’è proprio un motivo per cui ti amo. Ti amo e basta. Ho provato a pensarci ma non ne ho trovato uno valido, uno che prevalesse sopra gli altri. Non ti amo perché sei bello da morire, o da vivere, no. Io ti amavo anche prima di scoprire la tua bellezza. Non ti amo perché ti conosco e perché siamo amici, perché, amici, non siamo. Non ti amo perché siamo fatti l’uno per l’altra perché litighiamo come pazzi, ci odiamo, ci prendiamo in giro. Non c’è un perché, dietro al mio amore: ci sono tante piccole ragioni che mi fanno pensare a te come persona che amo.
Fra mille colori, mille animali, mille libri, mille canzoni, mille fiori solo una di queste cose diventa la tua preferita. E il motivo per cui ti piace più il verde che il rosa, una margherita rispetto ad una rosa, un gatto che un cane, è assolutamente casuale.
Ti amo in maniera assolutamente casuale. Ti amo perchè fra le mille persone che ho incontrato, tu sei la mia preferita.
Ti capita davanti
e magari capita che ti stia guardando
e potrebbe anche capitare che tu lo stia guardando.
E vi perdete,
così,
in un attimo.
Frammenti di arte
si spargono
in quello spazio
che vi divide,
ed il resto
è pura
bellezza invisibile
agli occhi
di chi non scava in profondità.
Siamo quei ragazzi che sottolineano le frasi piu belle nei libri. Siamo quei ragazzi che scrivono sull'amore ma che hanno paura di amare, quelli che ricevono un complimento e arrosiscono. Siamo quei ragazzi che guardano le stelle e ne restano affascinati, che ci mettono del tempo a fidarsi di qualcuno.
Siamo quelli che si rifugiano nei sogni, quelli che si addormentano con le lacrime agli occhi, perché siamo stanchi, perché siamo fragili. Siamo quei ragazzi che in discoteca non ci vanno mai, che bevono la cioccolata anche in estate, che amano l'inverno, le coperte, i maglioni. Siamo quei ragazzi che vivono in silenzio, quelli che si perdono in sguardi di persone sbagliate. Siamo in tanti eppure ci sentiamo soli, siamo quei ragazzi che non vogliono chiedere aiuto. E allora cerchiamo speranza in un testo di una canzone, tra i ricordi, nelle vecchie foto. E non le cerchiamo dentro di noi perché ormai, lì dentro, non c'è più niente. Siamo quei ragazzi che dentro hanno un casino, un uragano, una tempesta.
Quelli che muoiono dentro. Ecco chi siamo. Piccoli granelli di sabbia in fondo all'oceano.

E ricordatevi che la donna più bella è sempre quella più semplice.. Quella che ride sempre nonostante le sue sofferenze.. Quella vera. Quella pura. Quella che agli occhi di tutti si fa vedere forte, ma dentro nasconde una fragilità che ti commuove. E non puoi fare altro che amarla.. Coccolare ogni istante. Abbracciarla.. Perché quella donna è una donna!

-Renato Zero

—  adessociseitu
Forse va meglio così.
Forse devo soltanto abituarmi al fatto che sei una bellezza rara, che scotti, e che forse, ma forse, è meglio osservarti da lontano con il sorriso che sa di dolce amaro.
—  Evelyn
Guardando i tuoi grandi occhi
luminosi e stravolgenti,
mi assale la voglia di spogliarti
dei vestiti e delle paure che ti vestono,
e far l'amore come si deve.
L'amore vero
fatto di sguardi,
carezze e baci passionali.
Hai 2 occhi che
mi rinfrescano la vista
e mi purificano l'anima,
2 stelle impossibili da trovare
perché le ho già incrociate nello sguardo tuo.
—  @in-loveboy