3

Mostra LOVE al Chiostro del Bramante, Roma

Abbiamo la mania di scusarci per tutto.
‘Non sto bene, scusa.’
'Non posso uscire, scusa.’
'Ah, non dovevo dirlo, scusa.’
Scusa se non sono d'aiuto, scusa se non posso scappare e prendere il treno per raggiungerti, scusa se non ti ho mandato nessun messaggio, scusa se mi manchi.
Chiediamo sempre scusa a tutti, ma dimentichiamo continuamente di chiedere scusa a noi stessi e ogni tanto dovremmo farlo.
Scusa per tutte le volte che non sei stato te stesso per paura di deludere persone che non ti hanno mai voluto bene davvero;
scusa perchè a volte non ti sei amata affatto, persa nelle paranoie, senza trovare il coraggio di buttarle via.
Sì, dovresti chiederti scusa per non averti dato fiducia, per non averci creduto abbastanza, per non aver creduto in te stessa, per tutte le volte che ti sei data colpe che non avevi, per non esserti sentita abbastanza intelligente, abbastanza speciale, abbastanza importante.
Sì, chiediti scusa per esserti sentita brutta: non lo sei mai stata, mai! Chiediti scusa per esserti detta di non essere in grado di fare qualcosa; per aver dato amore, attenzione, fiducia a chi se n'è fregato;
chiediti scusa per tutte le volte che non riuscivi a dormire perchè avevi paura di svegliarti, paura di iniziare un'altra giornata, un'altra guerra; per tutte le volte che hai nascosto le lacrime dietro i tuoi capelli;
per tutte le volte che ti sei fatta lasciare in disparte;
per tutte le volte che hai dato importanza a chi ti ha criticato senza conoscerti;
per tutte le volte che ti sei fatta rubare la luce, il sorriso;
per tutte le volte che hai messo qualcuno che non se lo meritava davanti al tuo amor proprio.
E mi dispiace per chi ad un bacio dà il valore di una stretta di mano, per chi guarda solo l'involucro e non il contenuto;
mi dispiace per chi dice ad una donna che è bella solo per portarla a letto.
I momenti tristi arrivano per mettere alla prova il nostro cuore, per vedere quanto regge.
Quando più ti arrampichi per non annegare più ti senti fermo nello stesso punto.
Eppure c'è sempre un motivo per andare avanti: sei tu il più valido dei motivi, tu più di chiunque altro!
E chiediti scusa per tutte le volte che hai dimenticato di essere felice.
— 

Francesco Sole

Dite e pensate quello che volete di questo ragazzo, (magari nemmeno lo conoscete), ma con questa poesia mi ha fatta commuovere. Mi ha riportato alla mente un mare di momenti e mi ha colpita moltissimo.                             Sono dell’idea che valga la pena leggerla.

(via firebreather883)

Questa lettera è per te.
Si, proprio te che stai leggendo.
A te che stai attraversando un periodo buio.
Te che vai a letto con la paura di addormentarti, perché quando ti risveglierai sarà già un altro giorno. Un'altra battaglia.
E sei stanco.
A te che rimani sveglio a guardare il soffitto e pensi. Pensi a tante, troppe cose, finché non inizia a farti male la testa.
A te che hai così tanta ansia per ciò che deve accadere che ti senti soffocare.
Che non ti riesci ad alzare.
A te che nascondi le tue lacrime nei palmi delle mani, dietro le ciocche di capelli, sul cuscino.
A te che ti alzi ogni giorno con un sorriso più triste del giorno prima.
Ma nonostante questo ti alzi. Affronti la giornata. Resisti.
A te che se qualcuno ti guarda, anche per sbaglio, abbassi lo sguardo e ti si colorano di rosso le guance.
A te che ti senti inferiore. Te che dai il meglio, e non risulta abbastanza. Non è mai abbastanza.
A te che fra tutti, ti senti il più debole.
Che non riesci mai a brillare come gli altri.
Che rimani sempre indietro. In disparte.
A te che ti insultano perché non ti capiscono.
Ti criticano anche se non ti conoscono.
A te che resisti a colpi su colpi, parole cariche di veleno e sguardi taglienti.
Ecco, proprio te.
Devi sapere che non sarà sempre così, perché il tempo passa e le cose cambiano.
Devi sapere che queste torture non dureranno per sempre.
Non c'è solo il buio, esiste anche la luce.
Devi sapere che sei abbastanza forte per superare tutte queste sfide.
Tumblr puoi per farcela, puoi riuscirci.
E ci riuscirai.
Non c'è bisogno che ti dica come le sconfiggerai, ma ti prometto che vincerai.
Devi sapere che anche tu, un giorno, ti stenderai sul letto, col cuore più leggero.
Appoggerai la testa sul cuscino, e ti sentirai bene, giusto.
Guarderai la tua stanza e non ti sembrerà così spaventosa come la sera precedente.
E poi ti sposterai i capelli dal volto, e ti renderai conto che le tue guance non sono rigate di lacrime.
E inizierai a provare qualcosa di più della felicità; sollievo.
Ti alzerai, spalancherai le finestre e ti renderai conto di quanto sia bello quel cielo stellato, e la luna illuminerà i tuoi lineamenti, le tue labbra, il contorno del tuo corpo. E il vento t'accarezzerà i capelli.
E ti chinerai in avanti, in quella magia mai provata prima.
E ti posso assicurare, perché ne sono più che certa, che qualcuno ti vedrà, ti guarderà, e penserà che sei davvero una persona bellissima.
Perché lo sei.

-Alessia Alpi
Volevoimparareavolare on Tu

—  Scritta da me
Non ti innamori di una persona solo per la bellezza, solo per i suoi capelli oppure per i suoi vestiti.
Ti innamori della sua allegria, dei suoi sguardi, del suo modo di fare, dei suoi gesti, dei suoi difetti e dei suoi sorrisi.