bella pelle

Ho un debole per le persone che hanno cicatrici nascoste dietro un sorriso.
Per chi avrebbe il diritto di urlare e invece sussurra serenità.
Ho un debole per gli animi rotti ma portatori di serenità.
—  Michelangelo Da Pisa
”Due tatuaggi portano sfortuna. I tatuaggi devono essere in numero dispari.”
Ma sapete perché?
Tradizione narra che i marinai, prima di partire per un lungo e rischioso viaggio, prima di lasciare casa, moglie e figli, si facessero un tatuaggio. Quando poi raggiungevano la destinazione, cioè a metà viaggio, facevano un altro tatuaggio. Poi ripartivano per il viaggio di ritorno verso casa. Se fossero riusciti a tornare dalle loro famiglie, quindi se il viaggio di ritorno fosse andato bene, si sarebbero fatti un altro tatuaggio, arrivando ad un numero dispari di tatuaggi. Se invece il viaggio fosse andato male, e i marinai non fossero riusciti a tornare dalle loro famiglie, sarebbero morti con un numero pari di tatuaggi.
Ti ho impresso su di me, prima nel cuore e poi sulla mia pelle.
—  ibattitidelcuore

“ Hey! Tu non sei ne brutta nè grassa. Sul tuo blog hai pubblicato alcuni autoscatti e sei bellissima, non puoi dire che sei brutta, non te lo puoi permettere! Sto parlando io che peso 85 kg e sono alto 1.75, io sono grasso, non tu, credo che tu non sappia cosa significa essere grasso.
Essere grasso significa aver paura di conoscere nuova gente perchè sai che le prime cose che vedranno sono la pancia e le gambe.
Essere grasso significa aver paura di correre perchè la pancia ti ondeggia a ritmo con le gambe e ti viene subito l’affanno.
Essere grasso significa aver paura di sudare perchè sennò sembrerai un prosciutto. Essere grasso significa invidiare quei ragazzi magri e con addominali scolpiti che si sparano le pose e che ti deridono solo perchè non sei come loro.
Essere grasso significa odiare lo specchio perchè ogni volta che ti ci vedi riflesso ti vien da piangere.
Essere grasso significa non volersi far scattare una foto solo perchè hai paura che gli altri la vedano.
Essere grasso significa andare a dormire con gli insulti che hai sentito durante la giornata e immaginare quelli che sentirai il giorno dopo, e il giorno dopo ancora. Essere grasso significa aver paura di andare a far una passeggiata perchè vedrai solo altri ragazzi magri, belli, con sorrisi che fanno invidia al sole.
Essere grasso significa non essere accettato dagli altri solo per il tuo aspetto fisico. Essere grasso significa voler sprofondare nel buio.
Essere grasso significa odiarsi.
Tu invece dovresti sorridere, perchè non sei come me, sei bellissima, ma non riesci a capirlo.”

Da: fuckimalive
A: unbuonlibroeunacioccolata

— 

Fuckimalive

La taglia sbagliata 60 modi per essere perfetta

1. Bevi un bicchiere d’acqua ogni ora. Ti farà sentire piena.
2. Bevi acqua ghiacciata. Il tuo corpo brucerà calorie per riportare l’acqua a una temperatura adatta per la digestione. È anche ottimo per la tua carnagione.
3. Bevi 3 tazze di tè verde al giorno. Aiuterà a dare una spinta al tuo metabolismo, in più è antiossidante, rende più bella la pelle.
4. Assumi vitamine ogni giorno. Non assumerle a stomaco vuoto, altrimenti non hanno nulla con cui catalizzarsi.
5. Mangia ghiaccio o gomme da masticare quando hai fame. Questo farà pensare al tuo corpo che ha ricevuto cibo ma senza calorie.
6. Fai aerobica fino a sentirti venire meno.
7. Mangia cibi piccanti. Accelerano il tuo metabolismo.
8. Fai delle docce fredde perché il tuo corpo brucerà calorie per riscaldarti.
9. NON assumere lassativi. Non ti aiutano a perdere peso.
10. NON assumere diuretici. Ti disidratano e basta.
11. Lavati costantemente i denti, così non sarai tentata di mangiare in seguito.
12. Lega un elastico attorno al polso e fallo schioccare quando vuoi mangiare.
13. Pulisci qualcosa di schifoso (bagno, secchio dell’immondizia, lettiera del gatto, armadio del tuo ragazzo) quando hai voglia di mangiare. Non avrai più voglia di mangiare dopo aver pulito.
14. Mantieni i tuoi capelli in buone condizioni, così nessuno sospetterà nulla.
15. Trova un lavoro, così avrai da lavorare durante l’orario dei pasti.
16. Fai esercizio il doppio dell’ammontare delle calorie che hai mangiato.
17. Usa piatti e posate piccole, ti sembrerà di aver mangiato di più.
18. Mastica minuziosamente ogni boccone di cibo e bevi un sorso d’acqua fra un boccone e l’altro. Ti sentirai piena velocemente senza aver mangiato molto.
19. Racconta che stai andando a mangiare a casa di un’amica e invece vai a camminare. Brucerai calorie anziché assumerne.
20. Compra dei vestiti di taglie più piccole e appendili dove li puoi vedere. Ti motiverà a perdere peso per poterli indossare.
21. Dormi almeno 6 ore a notte. Dormire meno di 6 ore diminuisce il tuo metabolismo del 15 %.
22. Se incominci a sentire fame fai addominali o datti dei pugni nello stomaco. Non sentirai più fame.
23. Viziati! Fai una maschera, mettiti lo smalto sulle unghie, tutto ciò che ti fa sentire carina.
24. Preparati uno snack, ma anziché mangiarlo gettalo via. Lascia il piatto sporco dove i tuoi genitori lo possano trovare, così penseranno che tu abbia mangiato.
25. Preparati una lista di scuse per cui non puoi mangiare: sei malata, sei vegetariana, sei allergica, ecc. Ti meraviglierai per quante scuse esistano.
26. Esci di casa! Sei non ci sei nessuno può infastidirti per il fatto che non mangi.
27. Frequenta un gruppo pro-ana o crea un tuo sito web personale. Qualsiasi cosa che ti mantenga motivata.
28. Fai un album Ana con ritagli di modelle magre. Scrivi sotto tutte le ragioni per cui desideri perdere peso. Segna tutto ciò che mangi. Sfoglialo ogni giorno per ispirarti a dimagrire.
29. Mantieniti la postura eretta, brucia il 10 % di kcal.
30. Invece del cibo compra qualcos’altro, una nuova maglietta, fiori, bigiotteria.
31. Fai una lista di tutti i cibi “cattivi” che desideri insistentemente e fai attenzione quando li mangi. Ogni giorno, scegline uno da togliere assolutamente dalla tua dieta, non importa quale, non mangiarlo più. Togline uno dalla lista ogni giorno fino a quando non ci saranno più cibi “cattivi” che ancora assumi.
32. Evita l’alcool! Un cicchetto di liquore ha 100-120 kcal, un bicchiere di vino ha 80 kcal, una piccola birra 110-120 kcal, e una birra normale 140-170 kcal.
33. Non mangiare mai nulla più grande di circa una tazza, il tuo stomaco si espanderebbe e poi avresti ancora fame.
34. Mangia nuda di fronte a uno specchio. Guarda quanto potrai mangiare in seguito!
35. Pare che l’odore del caffè sopprima l’appetito.
36. Truccati la bocca perfettamente. Ti renderà più conscia di cosa metti in bocca. Inoltre, quelli ai gusti aiutano con ciò che desideri insistentemente.
37. Fai 6 piccoli pasti al giorno. Prendi 2 mele, e dividile così da avere 6 pasti. In questo modo ingannerai il tuo corpo, il quale penserà che sta mangiando di più.
38. Una cioccolata bollente a contenuto calorico ridotto, domina il desiderio di cioccolata e ti fa sentire piena.
39. Assumi pillole contro il bruciore di stomaco se hai molta fame. Neutralizzeranno l’acido che si forma e ti fa sentire affamata.
40. Prendi una tua foto in cui indossi un costume da bagno o qualcosa di simile che riveli il tuo corpo. Guardala ogni volta che vuoi mangiare.41. Ci vogliono 20 minuti affinché il cervello realizzi che lo stomaco è pieno.
42. Quando hai i crampi per la fame,arricciati come una palla,li farà andare via.
43. Se sei una fumatrice ed hai fame, accenditi una sigaretta. Dominerà il tuo appetito.
44. Mangia molte fibre. Ti fan sentire piena e portano via il grasso dal tuo corpo quando andrai di corpo. La naturale pulizia dell’intestino aiuta sia il tuo livello di energia sia la tua sensazione di benessere.
45. Prima di precipitarti su quella torta, busta di patatine, caramelle, o quel che sia, fai un grosso respiro e conta fino a 100. Di solito prima ancora che sei arrivata a 100 avrai convinto te stessa che non ne hai veramente voglia.
46. Quando hai fame bevi velocemente 2 bicchieri (o quanti te ne servono) di acqua liscia. Ti sentirai così sazia e nauseabonda che avrai completamente perso l’appetito.
46. Il sedano brucia calorie. Ogni ora mangiane un gambo. Non solo ti sazierà ma contribuirà a velocizzare il tuo metabolismo.
47. Pesati sempre prima e dopo aver mangiato. Non solo eviterai di mangiare cose superflue ma ti verrà voglia di mangiare meno ogni volta che vedrai che i numeri sulla bilancia crescono.
48. Leggi sempre le tabelle nutrizionali. Ricorda senza grassi non vuol dire senza calorie. Inoltre tieni d’occhio la quantità di fibre che gli alimenti contengono. Mangia più fibre che puoi invece taglia calorie e grassi.
49. Non mangiare tanto e tutto insieme. Dividi il cibo durante il giorno. Questo ti aiuterà ad evitare le abbuffate e velocizzerà il tuo metabolismo.
50. Se ti piace bere alcolici,questa idea ti piacerà. Datti una regola:Puoi bere solo se perdi 1 chilo,quindi se perdi 2 chili a settimana puoi bere sia venerdì che sabato sera,se invece hai perso solo 1 chilo puoi bere solo una sera!
51. Non mangiare davanti alla televisione o al computer. Ti distrae dal senso di sazietà.
52. Salva i soldi che avresti dovuto spendere per un pasto in un barattolo. Oppure salva i soldi in una bottiglia trasparente e guarda ogni giorno i soldi che aumentano.
53. Stai alla larga dagli alimenti definiti “sicuri” come ad esempio gli snack della “pesoforma”. Dai un occhiata alla tabella alimentare e capirai il perché. Con le stesse calorie e carboidrati sarebbe la stessa cosa andare a mangiare un pezzo di una fottuta torta. Per non parlare dei prezzi ridicoli di questi alimenti “sicuri”… Salva i soldi e le calorie.
54. Invece di comprare del cibo, con gli stessi soldi comprati dei fiori. Il cibo è deprimente, i fiori ti renderanno felice.
55. Quando hai i crampi allo stomaco per la fame bevi un paio di bicchieri d’acqua con qualche fetta di limone e conta fino a 100…dovrebbero andare via.
56. Mangiare 100 calorie 4 volte al giorno è meglio che mangiare 400 calorie tutte insieme in un pasto.
57. Un abbuffata occasionale non ti farà male, soprattutto se hai smesso di perdere peso, il tuo corpo penserà che hai smesso di digiunare e perderai sicuramente mezzo chilo il giorno dopo! Ma non abbuffarti regolarmente!
58. Se ti fai un bagno in acqua ghiacciata per 15-30 minuti, la tua temperatura corporea si abbasserà e brucerai sulle 200 calorie per far salire di nuovo la tua temperatura corporea ad un livello normale.59. Non esagerare mai, potrebbero accorgersene.
60. Nega sempre

Fare l'amore è tutta un'altra cosa.
Non è il posto perfetto che lo rende speciale,ma è il sentimento che lega le due persone.
E’ spogliarsi delle proprie paure,non sono degli abiti,no.
Fare l'amore significa unire due corpi e formarne uno solo,un unico corpo.
Sono i respiri lunghi,i baci cercati,pelle contro pelle,i sospiri su di essa,i morsi sulle labbra,i baci sul collo,le parole sussurrate,sotto voce,quelle mai dette.
Sono gli sguardi,i sorrisi e le lacrime,i pugni stretti,i graffi sulla schiena,e le schiene che formano archi.
E’ odiare il proprio corpo,e quando ci posa le mani,ringraziare Dio.
Sono le dita che si intrecciano,le emozioni che si mescolano,le carezze,è guardarla dormire e restare a fissarla,è dormire strette,abbracciate,e sentire i cuori battere,sono le costole una sull'altra,sono le costole,sono i baci lenti,le labbra che si sfiorano,è sentirsi strani dentro e fuori,avere caldo e freddo,è la voglia di restar ferme là a non dire nulla,è prenderla fra le mani e baciarla fino a consumarsi le labbra,è avere finalmente quelle fottute farfalle nello stomaco di cui tutti parlano.
E’ tutto ciò mescolato insieme.
—  lacrimedighiaccioamaro
Per la prima volta nella sua vita, Alba sentì il bisogno di essere bella […]. Quando Miguel indovinò la sua inquietudine, la portò per mano fino al grande specchio veneziano che ornava un angolo della camera segreta; tolse la polvere dal vetro incrinato e poi accese tutte le candele che aveva e gliele mise intorno. Lei si rimirò nei mille frammenti dello specchio. La sua pelle, illuminata dalle candele, aveva il colore irreale delle figure di cera. Miguel cominciò ad accarezzarla e lei vide trasformarsi il suo volto nel caleidoscopio dello specchio e convenne infine che lei era la più bella dell'universo, perché aveva potuto vedersi con gli occhi con cui la vedeva Miguel
—  Isabel Allende, “La casa degli spiriti
Emmi, venga da me! Beviamoci un altro bicchiere! Mi sussurri nell’orecchio “whisky, whisky, whisky”. Dica “accapponare la pelle”. Me la mostri. Ecco la bella pelle della Emmi col 37 di scarpe. Glielo prometto: le appoggerò solo una mano sulla spalla. Solo un abbraccio. Solo un bacio. Solo qualche bacio, nient’altro. Innocentissimi baci. Emmi, devo sapere che odore ha. (…)
Chiudo gli occhi.
Non mi serve sapere che aspetto ha.
Devo solo sentire il suo odore, baciarla e saperla vicina a me.
—  Daniel Glattauer - Le ho mai raccontato del vento del nord

Ci pensavo l’altro giorno mentre ti guardavo: tu sei proprio bello.                       Non centrano i tuoi occhi, le labbra, il sorriso, le fossette piccole che escono quando non sai se ridere o no.    

Vedi: non ha niente a che vedere con i tuoi sguardi, con le tue braccia, con le mani, con la bocca, con i nei che hai sulla schiena, con i tuoi capelli un po’ ribelli.                                                                                                                   Si tratta del modo che hai di ridere, di girarti di scatto se qualcuno ti chiama, si tratta dell’espressione che fai quando sei attento, concentrato, quando stai ascoltando e spegneresti il mondo intorno perchè in fondo, in quel momento, non te ne frega niente del resto.                                                                        Si tratta delle due idee, di quelle che fai vedere a tutti gli altri e quelle che tieni per te, nascoste nei capelli, silenziose, intime, che ogni tanto ti fai sfuggire anche solo con uno sguardo o con poche parole che stavano ormai soffocando dentro.                                                                                                Si tratta del tuo modo di parlare, di spiegare le cose come se gli altri non potessero capire perchè tu sai tutto e il resto della gente non è come te, con quella arroganza innocente che ti fa uomo ma sempre con gli occhi da bambino.

Tu sei bello, ma la tua bellezza vera non ha niente a che vedere con le tue spalle, con il taglio degli occhi, con i tuoi denti perfetti.                                        Sono belli i tuoi sogni, quelli che fai quando nessuno sente, è bella la luce che ti viene negli occhi quando vedi qualcosa che ti piace, sono belle le tue scelte, la caparbietà, la tua paura di sbagliare.

E’ bello il tuo modo di dire “no, grazie” e sono belle le tue labbra quando vorrebbero parlare ma non ci riescono, qualcosa che blocca e allora stanno zitte, ma avrebbero un sacco da dire.                                                                 E’ bello il tuo imbarazzo, è bella la tua pelle quando ascolti una canzone che ti fa impazzire e quasi si vede che prende a vibrare ì.

Con questo non voglio dire che tu non sia anche bello da guardare, certo, hai gli occhi che sembrano cristalli e ridi proprio bene, e mi piacciono le vene del collo e mi piace tanto la tua schiena troppo bianca, ma, vedi, non è di questo che si tratta, non si tratta di quello che possono vedere tutti, non si tratta di quello che si vede da fuori: è quel che hai dentro che ti rende fantasticamente bello.

Stammi vicino quando tutti diranno di stare lontano da me.
E dopo anni che mi domando come mai la gente mi evita con una facilità spaventosa, come mai non sono la preferita di nessuno, perché la gente mi guarda sempre storto quando passo per la strada, sono giunta a una conclusione. Sinceramente mi sorprendo di me stessa, della mia stupidità; per non esserci arrivata prima. Ho sempre saputo che le persone sono superficiali, ma non me ne è mai importato fino a non molto tempo fa. E se un giorno magicamente avessi aperto gli occhi? La gente si accontenta. La gente vede una persona fisicamente perfetta, senza un capello fuori posto che emana sicurezza da tutti i pori e a loro va bene. A loro basta. Il resto della gente é solo plebaglia di poco conto. La gente ragiona per stereotipi. Più uno è uno stereotipo meglio è. Più simpatico è, secondo loro. Importa quanti ragazzi/e ti fai il sabato sera, quanto bevi, quanto fumi, quanto vuoto sei dentro ma quanto sembri fuori.
E cazzo mi sento fottutamente sola. Perché nessuno è disposto a lottare? Perché nessuno farebbe come farei io? E buttateli giù a spallate quei muri che vi chiudono la mente e provate a vedere quanto una persona può essere bella dentro. La pelle invecchia, passeranno 10, 20, 30 anni e le rughe ricopriranno lentamente sempre più il nostro corpo, i capelli ingrigiranno e ciò che ci rimarrà sarà il cervello, la testa, i pensieri, le abitudini, i ricordi, magari un amico in più, il resto è effimero.
—  Miriel R