bell'-italia

Ci sono persone che sono legate da un elastico e non lo sanno. Ad un certo punto prendono e partono, ognuna per la sua strada, ognuna per fatti suoi, e l'elastico le lascia fare, le asseconda, al punto che di quell'elastico alla fine quasi ci si dimentica. Poi però, arriva il momento estremo, quello al limite dello strappo, e l'elastico reagisce, non si spezza, anzi, piuttosto, con un colpo solo, violentissimo, le fa ritrovare di nuovo faccia a faccia.
—  S. Sparaco
Ho troppe paranoie per un solo cervello.
—  Jesto
Per ogni volta che mi illudo, che mi ripeto ‘giuro cambio tutto’ ma ogni volta mi deludo
Non l'ho dimenticato.
Nonostante sia passato un sacco di tempo. Sono cambiata, sono sicura che anche lui è cambiato.
Ma una cosa è rimasta la stessa: l'effetto che mi fanno i suoi occhi. Quello non cambia, mai.
Anche se fingiamo di non conoscerci, fingiamo che non sia mai successo niente, ci guardiamo di sfuggita, come fanno due estranei, e nemmeno ci salutiamo.
Ma quando ci guardiamo cambia tutto, mi crolla il mondo, anche se magari in quel momento ho in testa un altra persona.
I suoi occhi, in ogni caso, mi abbattono sempre, completamente.
E mi ci vuole qualche minuto per tornare allo stato iniziale.
Solo un ricordo.
Il migliore, il più bello, quello che continua a fare male.
No, non l'ho dimenticato e qualche sera ripenso a lui.
E mi innamoro ogni volta e ogni volta mi tortura un po’.
E non l'ho dimenticato, sul serio.
Non potrei mai.
—  Anonimo
Un macello di problemi, sembrava che ci andassi a caccia. La delusione vista in uno specchio, giuro, aveva la mia stessa faccia.
—  Lazza
Il tipo di solitudine di cui parlo, è la sensazione che non ti sia rimasto più niente. Niente e nessuno. Come se stessi affogando e nessuno ti lanciasse una corda.
—  13 reasons why
Stavo pensando a te.
Stavo pensando che
non avremmo mai dovuto lasciarci.
Stavo pensando che
non avremmo mai dovuto incontrarci.
—  Fabri Fibra