bell'-italia

Ci sono persone che sono legate da un elastico e non lo sanno. Ad un certo punto prendono e partono, ognuna per la sua strada, ognuna per fatti suoi, e l'elastico le lascia fare, le asseconda, al punto che di quell'elastico alla fine quasi ci si dimentica. Poi però, arriva il momento estremo, quello al limite dello strappo, e l'elastico reagisce, non si spezza, anzi, piuttosto, con un colpo solo, violentissimo, le fa ritrovare di nuovo faccia a faccia.
—  S. Sparaco
Da chi sei stato bene torni sempre, ma da chi non puoi fare a meno non vai mai via.
E c'è una grande differenza.
—  Oltrelamiamente.
Non l'ho dimenticato.
Nonostante sia passato un sacco di tempo. Sono cambiata, sono sicura che anche lui è cambiato.
Ma una cosa è rimasta la stessa: l'effetto che mi fanno i suoi occhi. Quello non cambia, mai.
Anche se fingiamo di non conoscerci, fingiamo che non sia mai successo niente, ci guardiamo di sfuggita, come fanno due estranei, e nemmeno ci salutiamo.
Ma quando ci guardiamo cambia tutto, mi crolla il mondo, anche se magari in quel momento ho in testa un altra persona.
I suoi occhi, in ogni caso, mi abbattono sempre, completamente.
E mi ci vuole qualche minuto per tornare allo stato iniziale.
Solo un ricordo.
Il migliore, il più bello, quello che continua a fare male.
No, non l'ho dimenticato e qualche sera ripenso a lui.
E mi innamoro ogni volta e ogni volta mi tortura un po’.
E non l'ho dimenticato, sul serio.
Non potrei mai.
—  Anonimo
Lo sai qual è la definizione di follia? Fare e rifare la stessa cosa e aspettarsi un risultato diverso.
—  The vampire diaries
Quando il freddo più che fuori ce l'hai dentro, sai quanto può essere potente una carezza?
—  Mostro feat Sercho, “Pioggia di vetro”