basto

Lei adorava essere desiderata, ma non riusciva ad averla nessuno, era indomabile, testarda, amava così tanto la sua libertà che sembrava strano che non gli fossero spuntate un paio di ali, una come lei o la amavi alla follia o la odiavi da morire e spesso le due cose coincidevano, lei non poteva essere una via di mezzo, con lei o gelavi o bruciavi
—  Queenofmyself
Ho imparato a dire: non mi interessa.
Ho imparato ad essere forte.
Ho imparato a costruirmi un'armatura con l'acciaio dei coltelli che nel cuore mi hanno inflitto.
Ho imparato a non giustificare comportamenti deleteri, che mi hanno ferita.
Ho imparato a non pensare piú: “forse l'ha fatto, ma non voleva”. Ho imparato invece a credere che se uno si comporta come una merda è perché é una merda. Punto.
Ho imparato a mandare a fanculo i sentimenti: sono come un lutto, te ne ricordi sempre, ma la vita va avanti.
Ho imparato a non farmi distruggere, anche a costo di diventare menefreghista.
Ho imparato a non dare peso a chi tornava, a chi mi ha detto “ci ho ripensato”.
Perchè io non sono il numero di una scarpa che credi adesso ti stia meglio di un'altra.
Ho imparato a non credere piú.
Ho imparato a dire “tu non c'eri. E questo importa adesso.”
Ho imparato che ai “mi manchi” preferisco i “sono sempre qua”, di chi per me c'è sempre stato. Perchè io non sono morta. E chi non ha voluto esserci, non merita di esserci piú.
Ho imparato ad amarmi, ecco perchè niente e nessuno mi tocca, mi sfiora. Mi ferisce. E se mi ferisce, mi impongo di farmela passare.
Ho imparato che tutto passa, perchè ho già avuto di peggio e mi sono sempre rialzata, perdendo pezzi di me ogni volta..ho imparato a spalancare sempre di piú gli occhi per non piangere che alla fine ho imparato a congelare le lacrime dentro la cornea, ho imparato a ridere mentre dentro morivo.
Ho imparato a farcela sempre, da sola.
—  Katia Vergone
Il tuo viso è un estrema incoerenza, si vede la cattiveria e quanto sei stronza, faresti un cuore a brandelli in pochi secondi, ma poi in quegli occhi si nota quella tua dolcezza, che sarebbe capace di aggiustare tutto ciò che hai distrutto
—  Momenti
È triste vivere con la consapevolezza che non sarò mai abbastanza.
Che non sarò mai quella scintilla che ti farà battere il cuore e dire: “è lei”. Non sarò mai quella per cui ti sforzerai di fare i regali di san Valentino, non sarò mai quella a cui farai le sorprese sotto casa solo perché ti mancavo.
Non ti basteranno mai i miei sorrisi per farti innamorare.
Non ti basterò, io.
Non sarò mai quella per cui ne varrà la pena, di mettere la testa apposto.
Non sarò mai il tuo “ne vale la pena”.
—  waveswhisper
Me lo promisi una sera, mentre fumavo e guardavo le stelle, un giorno me ne andrò così lontano da dimenticarmi dov'era casa mia, lascerò alle spalle tutto il mio passato, con una valigia piena di quello che sono diventata
—  Queenofmyself