baci&abbracci

Chissà se ti ricordi
quei baci a vicolo Corto
e le passeggiate a vicolo Stretto
e le poesie in piazza Dante
o quando t'ho aspettato
per tre ore alla stazione
e t'ho mandato a fanculo
ma senza passare dal via
ché i cinquecento euro mica li meritavi
e tu hai riso un sacco
e mi hai detto che gli imprevisti
possono sempre capitare
come quando sei stato in prigione
e sei uscito grazie ai dadi
e mi hai detto che le probabilità
non sono sempre basse come credi
e alla fine quella casa
che sognavamo tanto
quel posto per ricchi
a Parco della Vittoria
non l'abbiamo più comprata.
La sognavamo troppo
tra un dado e l'altro
tra un bacio e l'altro
e io la sogno ancora
adesso che tutto va a rotoli
e la vita poi non è il Monopoly.

- Sei triste?
- Un po’.

- Perché?
- Bho.

- Non sai?
- Non so.

- Cosa posso fare?
- Baci?

- Sì, abbastanza.
- Baceresti?

- Quando?
- Se non ora

- Quando?
- Ora.

- Ora?
- Sì.

- Chi?
- Me.

- Tu?
- Eh.

- Ritieni che un mio bacio potrebbe facilitare il tuo disintristimento?
- Non ritengo, so.

- Due baci?
- Buon umore certo.

- Tre baci?
- Semifelicità.

- Quattro?
- Felicità a manetta.

- Cinque baci?
- Quasi Paradiso.

- E sei?
- Paradiso assai.

- Sette?
- Sette no.

- No?
- Sette è pericoloso.

- Che tipo di pericolo?
- Overdose.

- Da sette in su è overdose?
- No, solo sette è overdose, otto va bene.

- Allora otto te ne do.
- Facciamo dieci?

- Cento.
- Mille.

- All'infinito?
- Aggiudicato.

—  Guido Catalano
Quel tipo di amore che ti fa preparare tutta,
perché vuoi farti sempre più bella
e a fine serata non hai più un filo di trucco
a furia di baci sulle labbra,
di carezze smaniose su tutto il viso.
Quel tipo di amore che ti consuma completamente,
fino ad arrivare al cuore e all'anima.
Questo è il tipo di amore che cercavo,
questo è il tipo d'amore che mi regali ogni giorno insieme.
Se ad esempio, per puro caso, così, dal nulla, ti viene voglia di baciarmi, fallo.
—  (via @ioragazzadagliocchitristi)