arthur rackam

© Arthur Rackam, Freya, The Goddess of Youth, 1910

~

Dico al mio cuore, intanto che t’aspetto:
scordala, che sarà cosa gentile.
Ti vedo, e generoso in uno e vile,
a te m’affretto.

So che per quanto alla mia vita hai tolto,
per te stessa dovrei odiarti.
Ma poi altro che un bacio non so darti
quando t’ascolto.

Quando t’ascolto parlarmi d’amore
sento che il male ti lasciava intatta;
sento che la tua voce amara è fatta
per il mio cuore.

- Umberto Saba, Dico al mio cuore intanto che ti aspetto…, nella sezione “Nuovi versi alla Lina” in “Trieste e una donna” (1910-1912)