ammiratori

Lei non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno solo. E l’ha avuto. Non era innamorata selvaggiamente. Ma era innamorata profondamente. E non è molto più di quello che potevamo? Ho cercato di immaginare il mondo senza di noi e come non ne valesse la pena. Lei è bellissima, non ti stanchi mai di guardarla. Non puoi scegliere se essere ferito in questo mondo, ma hai la possibilità di scegliere da chi farti ferire. E mi piacciono le mie scelte. Perché l’ho amata. Dio, la amo. E sono così fortunato a farlo.
—  Colpa Delle Stelle
youtube

Scena finale di Colpa delle Stelle 

“Signor Van Houten, io sono una brava persona ma uno scrittore di merda, lei è una persona di merda ma un bravo scrittore, penso che faremmo una bella coppia.

Non voglio chiederle favori ma se ha tempo, e da quanto ho visto ne ha molto, per favore mi corregga questo: è un elogio funebre per Hazel. Lei mi ha chiesto di scriverne uno e io ci provo, solo che ci vorrebbe un po’ di stile. Vedi il fatto è che tutti vogliamo essere ricordati ma Hazel è diversa. Hazel conosce la verità, non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno, e lo ha avuto. Forse non è stata amata da molti ma è stata amata profondamente e questo non è più di quanto aspetti a molti di noi.

Quando Hazel stava male io sapevo già di dover morire ma non ho voluto dirglielo. Lei era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro e per dieci minuti sono stato accanto a lei prima che mi beccassero. Aveva gli occhi chiusi, era pallida, ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde, e le unghie erano dipinte di un colore blu notte, e io le ho tenute tra le mie e mi sono forzato di immaginare un mondo senza di noi e che mondo senza valore sarebbe stato.

E’ così bella, non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi se è più intelligente di te perché sai che lo è, è spiritosa senza essere cattiva. Io la amo, dio se la amo, sono così fortunato di amarla Van Houten. 

Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo però puoi scegliere per chi soffrire e a me piace la mia scelta. Spero che a Hazel piaccia la propria. Okay Hazel Grace?”

“Okay.”

«Signor Van Houten, io sono una brava persona ma uno scrittore di merda, lei è una persona di merda ma un bravo scrittore, penso che insieme faremmo una bella coppia. Non voglio chiederle favori ma se ha tempo, e da quanto ho visto ne ha molto, per favore mi corregga questo: è un elogio funebre per Hazel. Lei mi ha chiesto di scriverne uno e io ci provo, solo che ci vorrebbe un po’ di stile. Vede il fatto è che tutti vogliamo essere ricordati ma Hazel è diversa. Hazel conosce la verità, non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno, e lo ha avuto. Forse non è stata amata da molti ma è stata amata profondamente e questo non è più di quanto aspetti a molti di noi. Quando Hazel stava male io sapevo già di dover morire ma non ho voluto dirglielo. Lei era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro e per dieci minuti sono stato accanto a lei prima che mi beccassero. Aveva gli occhi chiusi, era pallida, ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde, e le unghie erano dipinte di un colore blu notte, e io le ho tenute tra le mie e mi sono forzato di immaginare un mondo senza di noi e che mondo senza valore sarebbe stato. E’ così bella, non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi se è più intelligente di te perché sai che lo è, è spiritosa senza essere cattiva. Io la amo, dio se la amo, sono così fortunato di amarla Van Houten. Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo però puoi scegliere per chi soffrire e a me piace la mia scelta. Spero che a Hazel piaccia la propria. Okay Hazel Grace?»
—  Augustus Waters
Una volta si usava ricevere lettere da parte degli ammiratori segreti, adesso si usano gli anonimi sui social network per dedicare il loro amore ad altre persone. Una volta si usava dire “mi piaci…vuoi uscire con me?” adesso si usa #escile e #sbattimi. Una volta si usavano diari segreti mai letti da nessuno, adesso si usano blog segreti letti da migliaia di persone. Una volta si usava pensare con la propria testa mentre adesso le idee vengono rubate ogni giorno e da chiunque. Una volta si usava stupirsi per un cielo pieno di stelle e adesso “chissenefrega delle stelle tanto io ho 200 like sulla foto profilo di facebook”.
—  fantasytosurvivethereality
Caro Van Houten, io sono una brava persona, ma uno scrittore di merda. Lei è una persona di merda, ma un ottimo scrittore. Faremmo una bella squadra. Non voglio alcun favore da lei, ma se avesse tempo - e da quello che ho potuto vedere ne ha davvero tanto - per favore, sistemi questo per me. E’ un elogio per Hazel.
Mi ha chiesto di scriverne una e ci sto davvero provando. Solo, mi farebbe comodo un po’ di stile. Vede, il fatto è che tutti noi vogliamo essere ricordati. Ma Hazel è diversa. Hazel conosce la verità. Lei non voleva un milione di ammiratori, ne voleva semplicemente uno. E lo ha avuto. Magari non è stata amata largamente, ma è stata amata profondamente. E non è molto di più rispetto a ciò che solitamente otteniamo? Quando Hazel stava male, sapevo di star morendo, ma non volevo dirlo. Era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro per dieci minuti e sono rimasto seduto lì prima di essere beccato. I suoi occhi erano chiusi, la sua pelle era pallida, ma le sue mani erano sempre le sue mani. Ancora calde e con le unghie pitturate di blu scuro ed io ho semplicemente tenuto la sua mano. Ho permesso a me stesso di immaginare un mondo senza di noi e che mondo senza senso sarebbe stato. E’ così bella. Non ti stanchi mai di guardarla. Non ti preoccupi mai che lei sia più intelligente di te, perché sai che è così. E’ divertente, senza mai essere cattiva. La amo, cielo se la amo. Sono così fortunato ad amarla, Van Houten. Non puo scegliere di non soffrire a questo mondo, ma puoi scegliere per chi soffrire. Mi piacciono le mie scelte e spero che a lei piacciano le sue.
Okay, Hazel Grace?
—  Colpa delle stelle
Signor Van Houten,
sono una brava persona, ma uno scrittore di merda. Lei è una persona di merda, ma un buon scrittore. Credo formiamo una buona squadra. Non voglio chiederle favori, ma se ha tempo, e da quello che ho visto ne ha un sacco, la prego, sistemi questo per me: il discorso funebre per Hazel. Mi ha chiesto di scriverne uno, e ci sto provando ma… manca un po’ di eleganza. Vede, il punto è che tutti vogliamo essere ricordati, ma Hazel è diversa, lei conosce la verità. Non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno solo.. e l'ha avuto. Non era innamorata selvaggiamente, ma era innamorata profondamente. E non è molto più di quello che potevamo? Quando Hazel stava male, sapevo che stavo morendo, ma non ho voluto dirlo. Quando era in terapia intensiva mi sono intrufolato per 10 minuti, e mi misi al suo fianco prima di essere beccato.. i suoi occhi erano chiusi, la pelle pallida, ma le sue mani erano ancora le sue mani, ancora calde, con le unghie dipinte di un blu così scuro, quasi nero, e.. le ho strette e ho cercato di immaginare il mondo senza di noi, e come non ne valesse la pena. Lei è così bella.. non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi se è più intelligente di te, perché sai che lo è, è divertente senza essere mai cattiva. Io l'ho amata. Dio, la amo. Sono così fortunato di amarla ,Van Houten. Non puoi scegliere se essere ferito, in questo mondo, ma hai la possibilità di scegliere da chi farti ferire.. e mi piacciono le mie scelte. Spero che a lei piacciano le sue. Ok, Hazel Grace?” “Ok.
—  Augustus, Colpa Delle Stelle (via erapermevelenoeantidoto)
Signor Van Houten,
Io sono una brava persona ma uno scrittore di merda; Lei è una persona di merda ma un bravo scrittore. Penso che insieme faremo una bella coppia.
Non voglio chiederle favori, ma, se ha tempo (e da quanto ho visto ne ha molto), per favore mi corregga questo: è un elogio funebre per Hazel. Lei mi ha chiesto di scriverne uno e io ci provo, solo che ci vorrebbe un po di stile, vede, il fatto è che tutti vogliamo essere ricordati, ma Hazel è diversa.
Hazel conosce la verità. Non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno. E l'ha avuto. Forse non è stata amata da molti, ma è stata amata profondamente. E questo non è più di quanto spetti a molti di noi?!
Quando Hazel stava male io sapevo già di dover morire, ma non ho voluto dirglielo.
Lei era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro e per dieci minuti sono stato accanto a lei, prima che mi beccassero. Aveva gli occhi chiusi. Era pallida. Ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde e le unghie erano dipinte di un colore blu notte. E io le ho tenute tra le mie. E mi son forzato a immaginare un mondo senza di noi, e che mondo senza valori sarebbe stato.
È così bella. Non ti stanchi mai di guardarla. Non ti preoccupi mai se sia più intelligente di te, sai che lo è.
È scherzosa senza essere cattiva. Io la amo, Dio se la amo. Sono così fortunato di amarla, Van Houten.
Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo, però, puoi scegliere per chi soffrire. E a me piace la mia scelta, spero che a Hazel piaccia la propria.
—  Colpa delle stelle (movie).
«Signor Van Houten, io sono una brava persona ma uno scrittore di merda, lei è una persona di merda ma un bravo scrittore, penso che insieme faremmo una bella coppia.
Non voglio chiederle favori ma se ha tempo, e da quanto ho visto ne ha molto, per favore mi corregga questo: 
è un elogio funebre per Hazel. 
Lei mi ha chiesto di scriverne uno e io ci provo, solo che ci vorrebbe un po’ di stile. Vede il fatto è che tutti vogliamo essere ricordati ma Hazel è diversa. Hazel conosce la verità, non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno, e lo ha avuto. Forse non è stata amata da molti ma è stata amata profondamente e questo non è più di quanto aspetti a molti di noi.
Quando Hazel stava male io sapevo già di dover morire ma non ho voluto dirglielo. Lei era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro e per dieci minuti sono stato accanto a lei prima che mi beccassero. 
Aveva gli occhi chiusi, era pallida, ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde, e le unghie erano dipinte di un colore blu notte, e io le ho tenute tra le mie e mi sono forzato di immaginare un mondo senza di noi e che mondo senza valore sarebbe stato.
E’ così bella, non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi se è più intelligente di te perché sai che lo è, è spiritosa senza essere cattiva. Io la amo, dio se la amo, sono così fortunato di amarla Van Houten. 
Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo però puoi scegliere per chi soffrire e a me piace la mia scelta. Spero che a Hazel piaccia la propria. Okay Hazel Grace?»
—  Colpa delle stelle
Lei non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno solo. E l'ha avuto. Non era innamorata selvaggiamente. Ma era innamorata profondamente. E non è molto piu di quello che potevamo? ho cercato di immaginare il mondo senza di noi e come non ne valesse la pena. Lui è bellissimo.. Non ti stanchi mai di guardarlo.. Non puoi scegliere se essere ferito in questo mondo, ma hai la possibilità di scegliere da chi farti ferire.. E mi piacciono le mie scelte.. Perché L'ho amata. Dio, la amo. E sono così fortunato a farlo.
Signor Van Houten, io sono una brava persona ma uno scrittore di merda, lei è una persona di merda ma un bravo scrittore, penso che faremo una bella coppia. Non voglio chiederle favori ma se ha tempo, e da quanto ho visto ne ha molto, per favore mi corregga questo, è un elogio funebre per Hazel. Lei mi ha chiesto di scriverne uno ed io ci provo, solo che ci vorrebbe un po’ di stile.
Vedi, il fatto è che tutti vogliamo essere ricordati ma Hazel è diversa. Hazel conosce la verità, non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno, e lo ha avuto. Forse non è stata amata da molti, ma è stata amata profondamente e questo non è più di quanto aspetti a molti di noi. Quando Hazel stava male io sapevo già di dover morire ma non ho voluto dirglielo. Lei era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro e per dieci minuti sono stato accanto a lei prima che mi beccassero. Aveva gli occhi chiusi, era pallida, ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde, e le unghie erano dipinte di un colore blu notte, e io le ho tenute tra le mie e mi sono forzato di immaginare un mondo senza di noi e che mondo senza valore sarebbe stato. È così bella, non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi se è più intelligente di te perché sai che lo è, è spiritosa senza essere cattiva. Io la amo, dio se la amo, sono così fortunato di amarla Van Houten.
Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo però puoi scegliere per chi soffrire e a me piace la mia scelta. Spero che a Hazel piaccia la propria. Okay Hazel Grace?
—  August, Colpa Delle Stelle
Signor Van Houten, io sono una brava persona ma uno scrittore di merda, lei invece è una persona di merda ma un bravo scrittore, penso che faremo una bella coppia! Non voglio chiedergli favori ma se ha tempo, e da quanto ho visto ne ha molto, per favore mi corregga questo. È un elogio funebre a Hazel. Lei mi ha chiesto di scriverne uno e io ci provo solo che ci vorrebbe un po’ di stile.Vede, il fatto è che tutti vogiono essere ricordati, ma Hazel è diversa. Hazel conosce la verità. Non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno, e lo ha avuto. Forse non è stata amata da molti, ma è stata amata profondamente e questo non è più di quanto spetti a molti di noi.Quando Hazel stava male, io sapevo già di dover morire ma non ho voluto dirglielo. Lei era in terapia intensiva e io sono sgattaiolato dentro e per dieci minuti sono stato accanto a lei prima che mi beccassero. Aveva gli occhi chiusi, era pallida ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde e le unghie erano dipinte di un colore blu notte e io le ho tenute fra le mie e mi sono sforzato di immaginare un mondo senza di noi e che mondo senza valori sarebbe stato. È così bella! Non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi mai se sia più intelligente di te perchè sai che lo è! È spiritosa senza essere cattiva. Io la amo. Dio se la amo! Sono così fortunato di amarla, Van Houten. Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo, però puoi scegliere per chi soffrire. E a me piace la mia scelta, spero che a Hazel piaccia la propria.
—  Colpa delle stelle (via laragazzavestitadispine)

Signor Van Houten, io sono una brava persona ma uno scrittore di merda, lei è una persona di merda ma un bravo scrittore, penso che faremmo una bella coppia.
Non voglio chiederle favori ma se ha tempo, e da quanto ho visto ne ha molto, per favore mi corregga questo: è un elogio funebre per Hazel. Lei mi ha chiesto di scriverne uno e io ci provo, solo che ci vorrebbe un po’ di stile. Vedi il fatto è che tutti vogliamo essere ricordati ma Hazel è diversa. Hazel conosce la verità, non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno, e lo ha avuto. Forse non è stata amata da molti ma è stata amata profondamente e questo non è più di quanto aspetti a molti di noi.
Quando Hazel stava male io sapevo già di dover morire ma non ho voluto dirglielo. Lei era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro e per dieci minuti sono stato accanto a lei prima che mi beccassero. Aveva gli occhi chiusi, era pallida, ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde, e le unghie erano dipinte di un colore blu notte, e io le ho tenute tra le mie e mi sono forzato di immaginare un mondo senza di noi e che mondo senza valore sarebbe stato.
E’ così bella, non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi se è più intelligente di te perché sai che lo è, è spiritosa senza essere cattiva. Io la amo, dio se la amo, sono così fortunato di amarla Van Houten.
Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo però puoi scegliere per chi soffrire e a me piace la mia scelta. Spero che a Hazel piaccia la propria. Okay Hazel Grace?”
“Okay.”
- Colpa delle stelle.

«Signor Van Houten, io sono una brava persona ma uno scrittore di merda, lei è una persona di merda ma un bravo scrittore, penso che insieme faremmo una bella coppia.
Non voglio chiederle favori ma se ha tempo, e da quanto ho visto ne ha molto, per favore mi corregga questo: 
è un elogio funebre per Hazel. 
Lei mi ha chiesto di scriverne uno e io ci provo, solo che ci vorrebbe un po’ di stile. Vede il fatto è che tutti vogliamo essere ricordati ma Hazel è diversa. Hazel conosce la verità, non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno, e lo ha avuto. Forse non è stata amata da molti ma è stata amata profondamente e questo non è più di quanto aspetti a molti di noi.
Quando Hazel stava male io sapevo già di dover morire ma non ho voluto dirglielo. Lei era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro e per dieci minuti sono stato accanto a lei prima che mi beccassero. 
Aveva gli occhi chiusi, era pallida, ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde, e le unghie erano dipinte di un colore blu notte, e io le ho tenute tra le mie e mi sono forzato di immaginare un mondo senza di noi e che mondo senza valore sarebbe stato.
E’ così bella, non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi se è più intelligente di te perché sai che lo è, è spiritosa senza essere cattiva. Io la amo, dio se la amo, sono così fortunato di amarla Van Houten. 
Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo però puoi scegliere per chi soffrire e a me piace la mia scelta. Spero che a Hazel piaccia la propria. Okay Hazel Grace?»