ammiratori

Caro Van Houten, io sono una brava persona, ma uno scrittore di merda. Lei è una persona di merda, ma un ottimo scrittore. Faremmo una bella squadra. Non voglio alcun favore da lei, ma se avesse tempo - e da quello che ho potuto vedere ne ha davvero tanto - per favore, sistemi questo per me. E’ un elogio per Hazel.
Mi ha chiesto di scriverne una e ci sto davvero provando. Solo, mi farebbe comodo un po’ di stile. Vede, il fatto è che tutti noi vogliamo essere ricordati. Ma Hazel è diversa. Hazel conosce la verità. Lei non voleva un milione di ammiratori, ne voleva semplicemente uno. E lo ha avuto. Magari non è stata amata largamente, ma è stata amata profondamente. E non è molto di più rispetto a ciò che solitamente otteniamo? Quando Hazel stava male, sapevo di star morendo, ma non volevo dirlo. Era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro per dieci minuti e sono rimasto seduto lì prima di essere beccato. I suoi occhi erano chiusi, la sua pelle era pallida, ma le sue mani erano sempre le sue mani. Ancora calde e con le unghie pitturate di blu scuro ed io ho semplicemente tenuto la sua mano. Ho permesso a me stesso di immaginare un mondo senza di noi e che mondo senza senso sarebbe stato. E’ così bella. Non ti stanchi mai di guardarla. Non ti preoccupi mai che lei sia più intelligente di te, perché sai che è così. E’ divertente, senza mai essere cattiva. La amo, cielo se la amo. Sono così fortunato ad amarla, Van Houten. Non puo scegliere di non soffrire a questo mondo, ma puoi scegliere per chi soffrire. Mi piacciono le mie scelte e spero che a lei piacciano le sue.
Okay, Hazel Grace?
—  Colpa delle stelle

L'ego è apparenza.
Il cuore è autenticità.

L'ego vuole apparire migliore degli altri.
Il cuore vuole continuare a crescere.

L'ego vuole essere famoso.
Il cuore vuole aiutare gli altri a crescere.

L'ego respinge le critiche costruttive.
Il cuore le accoglie.

L'ego si identifica nel lavoro.
Il cuore si esprime attraverso il lavoro.

L'ego vuole degli ammiratori.
Il cuore vuole degli amici.

L'ego è rivolto all'io.
Il cuore serve il prossimo.

L'ego parla.
Il cuore osserva e ascolta.

L'ego è rivolto a se stesso.
Il cuore aperto e trasparente.

L'ego è competitivo.
Il cuore collabora.

L'ego accumula.
Il cuore condivide.

L'ego è solo.
Il cuore è pieno di amici.

L'ego ignora il cuore.
Il cuore tende una mano all'ego.

—  Thick Nhat Hanh

anonymous asked:

la tua frase preferito?

‘’Haters are confused admirers who can’t understand why everybody else likes you.’’ - Paulo Coelho

Ovvero: ‘’Le persone che ti odiano sono ammiratori confusi, che non riescono a capire perché tutti ti amano.’’

«Signor Van Houten, io sono una brava persona ma uno scrittore di merda, lei è una persona di merda ma un bravo scrittore, penso che insieme faremmo una bella coppia. Non voglio chiederle favori ma se ha tempo, e da quanto ho visto ne ha molto, per favore mi corregga questo: è un elogio funebre per Hazel. Lei mi ha chiesto di scriverne uno e io ci provo, solo che ci vorrebbe un po’ di stile. Vede il fatto è che tutti vogliamo essere ricordati ma Hazel è diversa. Hazel conosce la verità, non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno, e lo ha avuto. Forse non è stata amata da molti ma è stata amata profondamente e questo non è più di quanto aspetti a molti di noi. Quando Hazel stava male io sapevo già di dover morire ma non ho voluto dirglielo. Lei era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro e per dieci minuti sono stato accanto a lei prima che mi beccassero. Aveva gli occhi chiusi, era pallida, ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde, e le unghie erano dipinte di un colore blu notte, e io le ho tenute tra le mie e mi sono forzato di immaginare un mondo senza di noi e che mondo senza valore sarebbe stato. E’ così bella, non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi se è più intelligente di te perché sai che lo è, è spiritosa senza essere cattiva. Io la amo, dio se la amo, sono così fortunato di amarla Van Houten. Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo però puoi scegliere per chi soffrire e a me piace la mia scelta. Spero che a Hazel piaccia la propria. Okay Hazel Grace?»
—  Augustus Waters

Quello che [Fichte] aveva incontrato era stato un vecchio stanco che gli si era dimostrato alquanto indifferente: e non è il caso di stupirsi dal momento che Kant, ormai famosissimo, era letteralmente assediato dagli ammiratori. Fra questi non mancavano alcune signore che interpellavano il celebre scapolo per avere suggerimenti morali da applicare a certe loro complesse situazioni personali.⸻Rüdiger Safranski, Il Romanticismo, I, 4.

Scrivere è quell’attività maschilizzata, ovvero erotizzata, poiché pervertita dallo spirito donnesco, che pone un uomo anche dove un uomo non v’è. L’autore non morirà mai, finché vi sarà una donnetta con un paio di occhiali che porta con premura l’alone dello scomparso; sorta di eredità antigoniana, sorelle che celebrano i fasti dell’impersonale —: è un fesso chi crede che debba pubblicare rivolgendosi ad un pensiero senza volto piuttosto che ad una capacità di mobilitazione femminile. Lo spazio pubblico è lo spazio della donna proprio perché questa è stata costretta al privato; come il privato è la gioia dell’uomo perché questi nasce come esistenza pubblica. E se l’uomo sa trarre un porno anche da un paio di jeans che non circoscrivono alcuna forma, la donna sa trarre perfino dalla Critica della Ragion Pura la posta dei lettori di Cioè.

Senza alcuna polemica, e non mi interessa ricevere opinioni o sarcasmi a riguardo, sono profondamente convinto che non si va da nessuna parte al mondo, e ciò vale anche se non soprattutto per le donne, se non muovendo con determinazione contro l’ansia di piacere, contro l’incompiutezza, il relativismo, il prospettivismo, contro la telenovela infinita, ovvero contro il femminile; contro l’angoscia di castrazione, ovvero contro la donna fallica —,  con tutto quel che consegue.

Signor Van Houten,
sono una brava persona, ma uno scrittore di merda. Lei è una persona di merda, ma un buon scrittore. Credo formiamo una buona squadra. Non voglio chiederle favori, ma se ha tempo, e da quello che ho visto ne ha un sacco, la prego, sistemi questo per me: il discorso funebre per Hazel. Mi ha chiesto di scriverne uno, e ci sto provando ma… manca un po’ di eleganza. Vede, il punto è che tutti vogliamo essere ricordati, ma Hazel è diversa, lei conosce la verità. Non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno solo.. e l'ha avuto. Non era innamorata selvaggiamente, ma era innamorata profondamente. E non è molto più di quello che potevamo? Quando Hazel stava male, sapevo che stavo morendo, ma non ho voluto dirlo. Quando era in terapia intensiva mi sono intrufolato per 10 minuti, e mi misi al suo fianco prima di essere beccato.. i suoi occhi erano chiusi, la pelle pallida, ma le sue mani erano ancora le sue mani, ancora calde, con le unghie dipinte di un blu così scuro, quasi nero, e.. le ho strette e ho cercato di immaginare il mondo senza di noi, e come non ne valesse la pena. Lei è così bella.. non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi se è più intelligente di te, perché sai che lo è, è divertente senza essere mai cattiva. Io l'ho amata. Dio, la amo. Sono così fortunato di amarla ,Van Houten. Non puoi scegliere se essere ferito, in questo mondo, ma hai la possibilità di scegliere da chi farti ferire.. e mi piacciono le mie scelte. Spero che a lei piacciano le sue. Ok, Hazel Grace?” “Ok.
—  Augustus, Colpa Delle Stelle (via erapermevelenoeantidoto)
Non sono mai stata bella. Sai quelle ragazze che vengono sempre bene in foto, che hanno un sorriso perfetto, che anche con quattro stracci addosso sembrano uscite da una rivista di moda? Ecco, io non sono mai stata così. E avrei tanto voluto esserlo, per una volta. Mi sarebbe piaciuto sapere cosa si prova a camminare per strada e attirare tutti gli sguardi dei passanti, cosa si prova a sentirsi sicuri di sé, a non vergognarsi per il proprio aspetto, ad essere circondate da ammiratori. E quando è così c’è poco da fare. Finisce sempre che a un certo punto non ne puoi più. Cominci ad odiarti, ad odiare la tua immagine riflessa nello specchio. Vorresti nasconderti dal mondo e nessuno lo capisce. Cerchi solo un po’ di amore, ma ti convinci di non meritarlo.
Ti convinci di non meritare niente. E così finisci ad accettare carezze dalle mani sbagliate. Se qualcuno ti dice che sei bella, pensi che sia ubriaco, o disperato, ma scegli di crederci, per una notte, perché pensi che quello sia quanto di più vicino all'amore tu possa avere. E poi ricomincia tutto daccapo.
È sempre stato così. Avevo amore dentro di me, ma l'ho dato alle persone sbagliate. Dicevo di volerti salvare, ma in realtà volevo solo essere salvata.

anonymous asked:

Sei una persona molto schietta e sembra tu abbia tanta rabbia dentro da ciò che posti... Che ti è successo?

Sai cosa, non è tanto quello che è successo a me, ma quello che vedo che succede quando mi guardo intorno.

Facciamo cosi, ti scrivo un elenco di cosa mi fa rabbia e ti spiego perché,  più che  altro è che quello che vorrei dirti non è facile da descrivere con parole scritte.

-mi fa rabbia chi ti giudica prima ancora di conoscerti o chi lo fa basandosi su quello che gli hanno detto gli altri,

-mI fa rabbia chi passa la vita a lamentarsi e a piangersi addosso ma non fa nulla per cambiare le cose, se c'è una cosa che non ti va bene pensi che facendo andare quella cazzo di bocca le cose cambieranno? Ma poi quelli che dicono “la vita fa schifo, voglio morire” e cose del genere non li sopporto. Vai a dire voglio morire a qualcuno malato che vorrebbe vivere e invece ha le ore contate. Ma poi i motivi per cui si dicono queste cose, puoi avere qualsiasi scazzo per la testa, ma se desideri di morire allora non hai capito un cazzo. Combatti i tuoi demoni e vincerai te stesso.

-mi fa rabbia chi viene apprezzato per il suo aspetto fisico. Perché se hai gli occhi azzurri, blu, tette enormi o sei palestrato vieni preso in considerazione da tutti anche se dici puttanate mentre quelli che non hanno avuto questa fortuna (perché parliamoci chiaro, se nasci bello hai solo avuto culo e perlomeno, fate il piacere di rigraziare i vostri genitori che vi hanno fatto cosi), vengono messi in secondo piano? Io li vedo anche qui su Tumblr, i bei ragazzi/ragazze sono pieni di lettori, ammiratori che gli fanno i complimenti, io se posto una mia foto invece li perdo i lettori oppure se sto parlando con qualcuna che vuole conoscermi sai che succede? Smette di cagarmi, nonostante magari mi avesse detto di essere interessante per i miei modi di scrivere e di pensare.

- mi da fastidio leggere le bestemmie pure qua, perché comunque se tu scrivi una bestemmia manchi di rispetto a chi in quelle cose ci crede, è come se ad una fan dei one direction andassi a dire che fanno cagare. Ok non sono la stessa cosa ovviamente ma la parola RISPETTO per quello in cui la gente crede vale per entrambi.

- mi fa incazzare chi tradisce la propria ragazza/o. Cioe, io per avere la tipa devo fare la danza della fortuna, chi ne ha già una invece si prende pure la libertà di tradire i suoi sentimenti andando con altre… Ma il bello è che fanno finta di nulla, rimangono sempre con le loro frasi “si amore ti amo, sei unica”. Ma vaffanculo che se potresti ti scoperesti pure un cavallo.

Capisci ora? Queste sono cose per cui puo’ valer la pena lamentarsi, anche se forse noi giovani dovremmo pensare di più al fatto che non abbiamo un futuro se si va avanti cosi e non a ste cazzate. Ma tanto se parlassi di questo passerei per il tipo noioso che non si gode la vita, vero? Comunque io non voglio insegnare o dire di fare qualcosa agli altri perché in fine dei conti chi sono io per dire a qualcuno cosa fare/non fare? 

Io la rabbia la ringrazio in un certo senso, perché se non ne avessi probabilmente certe cose della vita non le avrei mai superate. L'iimportante è convertirla in stimolo per fare del tuo meglio. 

anonymous asked:

"Non sei zoccola " "non hai morti di figa" stai scherzando ovviamente. Sicuramente ho interpretato male a quanto pare tu reputi "zoccola" chi ha baciato qualcuno e chi ha ammiratori per qualche ragione? Non ci siamo capite mi sa

una BAMBINA di 12 anni, perchè di certo non la si può definire ragazza che ha gia baciato e preso chissà quanti cazzi tu come la ritieni scusa? No perchè stiamo parlando della nostra generazione e nella nostra generazione la maggior parte (e non tutte, precisiamo) hanno dato il loro primo bacio a 12 anni… Io a 12 anni giocavo ancora a campana o a nascondino nel mio parco.. :) questo è il mio parere, se tu non sei d'accordo non è che a me frega più di tanto.

youtube

Scena finale di Colpa delle Stelle 

“Signor Van Houten, io sono una brava persona ma uno scrittore di merda, lei è una persona di merda ma un bravo scrittore, penso che faremmo una bella coppia.

Non voglio chiederle favori ma se ha tempo, e da quanto ho visto ne ha molto, per favore mi corregga questo: è un elogio funebre per Hazel. Lei mi ha chiesto di scriverne uno e io ci provo, solo che ci vorrebbe un po’ di stile. Vedi il fatto è che tutti vogliamo essere ricordati ma Hazel è diversa. Hazel conosce la verità, non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno, e lo ha avuto. Forse non è stata amata da molti ma è stata amata profondamente e questo non è più di quanto aspetti a molti di noi.

Quando Hazel stava male io sapevo già di dover morire ma non ho voluto dirglielo. Lei era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro e per dieci minuti sono stato accanto a lei prima che mi beccassero. Aveva gli occhi chiusi, era pallida, ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde, e le unghie erano dipinte di un colore blu notte, e io le ho tenute tra le mie e mi sono forzato di immaginare un mondo senza di noi e che mondo senza valore sarebbe stato.

E’ così bella, non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi se è più intelligente di te perché sai che lo è, è spiritosa senza essere cattiva. Io la amo, dio se la amo, sono così fortunato di amarla Van Houten. 

Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo però puoi scegliere per chi soffrire e a me piace la mia scelta. Spero che a Hazel piaccia la propria. Okay Hazel Grace?”

“Okay.”

Lei non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno solo. E l'ha avuto. Non era innamorata selvaggiamente. Ma era innamorata profondamente. E non è molto piu di quello che potevamo? ho cercato di immaginare il mondo senza di noi e come non ne valesse la pena. Lui è bellissimo.. Non ti stanchi mai di guardarlo.. Non puoi scegliere se essere ferito in questo mondo, ma hai la possibilità di scegliere da chi farti ferire.. E mi piacciono le mie scelte.. Perché L'ho amata. Dio, la amo. E sono così fortunato a farlo.

Signor Van Houten
Io sono una brava persona ma uno scrittore di merda, lei è una persona di merda ma un bravo scrittore: penso che faremo una bella coppia. Non voglio chiederle favori ma se ha tempo – e da quanto ho visto ne ha molto – per favore mi corregga questo, è un elogio funebre per Hazel.

Lei mi ha chiesto di scriverne uno ed io ci provo, solo che ci vorrebbe un po’ di stile… il fatto è che tutti vogliamo essere ricordati, ma Hazel è diversa, Hazel conosce la verità. Non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno, e lo ha avuto. Forse non è stata amata da molti, ma è stata amata profondamente, e questo non è più di quanto spetti a molti di noi?

Quando Hazel stava male io sapevo già di dover morire, ma non ho voluto dirglielo. Lei era in terapia intensiva e io sono sgattaiolato dentro, e per dieci minuti sono stato accanto a lei prima che mi beccassero. Aveva gli occhi chiusi, era pallida, ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde, e le unghie erano dipinte di un colore blu notte e io le ho tenute tra le mie; e mi sono forzato ad immaginare un mondo senza di noi, e che mondo senza valore sarebbe stato?

Oh è così bella… non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi mai se sia più intelligente di te, perché sai che lo è. E’ spiritosa senza essere cattiva. Io la amo, Dio se la amo… sono così fortunato di amarla Van Houten.

Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo, ma puoi scegliere per chi soffrire, e a me piace la mia scelta: spero che a Hazel piaccia la propria. Ok Hazel Grace?

«Signor Van Houten, io sono una brava persona ma uno scrittore di merda, lei è una persona di merda ma un bravo scrittore, penso che insieme faremmo una bella coppia.
Non voglio chiederle favori ma se ha tempo, e da quanto ho visto ne ha molto, per favore mi corregga questo:
è un elogio funebre per Hazel.
Lei mi ha chiesto di scriverne uno e io ci provo, solo che ci vorrebbe un po’ di stile. Vede il fatto è che tutti vogliamo essere ricordati ma Hazel è diversa. Hazel conosce la verità, non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno, e lo ha avuto. Forse non è stata amata da molti ma è stata amata profondamente e questo non è più di quanto aspetti a molti di noi.
Quando Hazel stava male io sapevo già di dover morire ma non ho voluto dirglielo. Lei era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro e per dieci minuti sono stato accanto a lei prima che mi beccassero.
Aveva gli occhi chiusi, era pallida, ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde, e le unghie erano dipinte di un colore blu notte, e io le ho tenute tra le mie e mi sono forzato di immaginare un mondo senza di noi e che mondo senza valore sarebbe stato.
E’ così bella, non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi se è più intelligente di te perché sai che lo è, è spiritosa senza essere cattiva. Io la amo, dio se la amo, sono così fortunato di amarla Van Houten.
Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo però puoi scegliere per chi soffrire e a me piace la mia scelta. Spero che a Hazel piaccia la propria. Okay Hazel Grace?»

Lei non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno solo. E l’ha avuto. Non era innamorata selvaggiamente. Ma era innamorata profondamente. E non è molto più di quello che potevamo? Ho cercato di immaginare il mondo senza di noi e come non ne valesse la pena. Lei è bellissima, non ti stanchi mai di guardarla. Non puoi scegliere se essere ferito in questo mondo, ma hai la possibilità di scegliere da chi farti ferire. E mi piacciono le mie scelte. Perché l’ho amata. Dio, la amo. E sono così fortunato a farlo.
—  Colpa Delle Stelle
Signor Van Houten,
Io sono una brava persona ma uno scrittore di merda; Lei è una persona di merda ma un bravo scrittore. Penso che insieme faremo una bella coppia.
Non voglio chiederle favori, ma, se ha tempo (e da quanto ho visto ne ha molto), per favore mi corregga questo: è un elogio funebre per Hazel. Lei mi ha chiesto di scriverne uno e io ci provo, solo che ci vorrebbe un po di stile, vede, il fatto è che tutti vogliamo essere ricordati, ma Hazel è diversa.
Hazel conosce la verità. Non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno. E l'ha avuto. Forse non è stata amata da molti, ma è stata amata profondamente. E questo non è più di quanto spetti a molti di noi?!
Quando Hazel stava male io sapevo già di dover morire, ma non ho voluto dirglielo.
Lei era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro e per dieci minuti sono stato accanto a lei, prima che mi beccassero. Aveva gli occhi chiusi. Era pallida. Ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde e le unghie erano dipinte di un colore blu notte. E io le ho tenute tra le mie. E mi son forzato a immaginare un mondo senza di noi, e che mondo senza valori sarebbe stato.
È così bella. Non ti stanchi mai di guardarla. Non ti preoccupi mai se sia più intelligente di te, sai che lo è.
È scherzosa senza essere cattiva. Io la amo, Dio se la amo. Sono così fortunato di amarla, Van Houten.
Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo, però, puoi scegliere per chi soffrire. E a me piace la mia scelta, spero che a Hazel piaccia la propria.
—  Colpa delle stelle (movie).
«Signor Van Houten, io sono una brava persona ma uno scrittore di merda, lei è una persona di merda ma un bravo scrittore, penso che insieme faremmo una bella coppia.
Non voglio chiederle favori ma se ha tempo, e da quanto ho visto ne ha molto, per favore mi corregga questo: 
è un elogio funebre per Hazel. 
Lei mi ha chiesto di scriverne uno e io ci provo, solo che ci vorrebbe un po’ di stile. Vede il fatto è che tutti vogliamo essere ricordati ma Hazel è diversa. Hazel conosce la verità, non voleva un milione di ammiratori, ne voleva uno, e lo ha avuto. Forse non è stata amata da molti ma è stata amata profondamente e questo non è più di quanto aspetti a molti di noi.
Quando Hazel stava male io sapevo già di dover morire ma non ho voluto dirglielo. Lei era in terapia intensiva e sono sgattaiolato dentro e per dieci minuti sono stato accanto a lei prima che mi beccassero. 
Aveva gli occhi chiusi, era pallida, ma le mani erano ancora le sue mani, ancora calde, e le unghie erano dipinte di un colore blu notte, e io le ho tenute tra le mie e mi sono forzato di immaginare un mondo senza di noi e che mondo senza valore sarebbe stato.
E’ così bella, non ti stanchi mai di guardarla, non ti preoccupi se è più intelligente di te perché sai che lo è, è spiritosa senza essere cattiva. Io la amo, dio se la amo, sono così fortunato di amarla Van Houten. 
Non puoi scegliere di non soffrire a questo mondo però puoi scegliere per chi soffrire e a me piace la mia scelta. Spero che a Hazel piaccia la propria. Okay Hazel Grace?»
—  Colpa delle stelle