addormenterai

Buonanotte a te che questa notte ti addormenterai con il mio pensiero .
Buonanotte a te,amore mio che stasera e come ogni notte sarai il centro dei miei sogni,
Crederai per un istante di aver trovato la felicità,ti addormenterai qualche sera con il sorriso sulle labbra,penserai veramente che il momento tanto atteso sia arrivato.
Poi si ripresenterà l’occasione che tu perderai,e tutto ti crollerà addosso,ancora una volta,come sempre.
Un giorno qualcuno arriverà e ti farà capire cosa significa amare davvero. Quando ti addormenterai sul suo petto ti dimenticherai tutto ciò che è stato fino al suo arrivo. Le sofferenze, uomini idioti, dimenticherai tutto perchè vorrai finalmente vivere il presente e non più il passato. Un giorno un uomo ti dirà quanto ti ama e te lo dimostrerai e sarà reciproco. Un giorno qualcuno ti cercherà. Desidererà veramente che tu faccia parte della sua vita e non come una storiella di passaggio. Vorrà aiutarti a superare il tuo passato. Ti sarà accanto nei momenti difficili e sarà felice per ogni momento che passerete insieme. Passerà qualche anno e vi chiederà se siete disposte a rischiare con lui e costruire la vostra vita insieme. Tutto questo non è una roba da fiabe, purtroppo ora sentiamo solo di divorzi,storie finite male, uomini senza attributi e quando sentiamo queste storie ci sembra che trovare un UOMO sia impossibile, invece no, non lo è, semplicemente non perdete tempo con tutti gli idioti senza attributi che non sanno ciò che vogliono. Meritate il meglio, non accontentatevi di adulti con il cervello di un bambino capriccioso.
Io non me ne andrò mai.
Te lo prometto.
E se litigheremo risolveremo subito.
E poi faremo l'amore.
Faremo l'amore ogni sera davanti al camino.
E ti addormenterai accoccolata a me e ti porterò in camera.
E ti guarderò dormire, e m'incanterò sicuramente.
Mi incanto sempre a guardarti.
Ma te lo prometto, io non me ne andrò.
Io rimango.
—  questichilometrichecidividono
Perchè alla fine anche tu lo sai, che continuerò a mancarti. Che hai scelto di andartene per paura, per paura di lottare e riprovare, di rischiare e farti male. Lo sai, che ti mancherò quando ti sveglierai e non troverai più il mio messaggio del buongiorno, quando ti addormenterai senza la mia buonanotte. Lo sai che la prossima ragazza che avrai vorrà te solo per limonare, che non le importerà di spettinarti i capelli per farti arrabbiare, e non farà di tutto per farti dire le parole con la ‘gl’ perchè è innamorata della tua voce mentre pronunci quel suono. Sai che non fisserà la chat di Whatsapp in attesa di un tuo messaggio, che non controllerá fino allo sfinimento il tuo profilo di Ask, che non le apparterrai e non ti apparterrà, che non sara gelosa da impazzire e non ti farà le scenate se qualcuna ci prova, ma ne sarà felice perchè avrà una scusa per lasciarti e trovare un altro. Lo sai che non farebbe mai due chilometri a piedi per vederti, che non ti aspetterebbe mai per ore sotto la pioggia perchè le si rovinerebbe la messa in piega. Sai che non le invierai mai le registrazioni in cui canti, che non le troverai mai un soprannome, sai che non ti scriverà mai messaggi chilometrici per dirti che gli manchi. Sai che non ti invierà le foto stupide mentre è a letto, perchè sarà struccata e spettinata e si vergognerà da morire. Sai che non si sdraierà con te sul prato, che non annullerebbe mai un pomeriggio con le sue amiche per vederti, che non ti cercherà tra la gente con l’ansia d’incontrarti, che non ti dedicherà le canzoni d’amore. Sai che non si sveglierà nel mezzo della notte per scriverti e chiederti scusa perchè si era incazzata con te. Sai che non sarà me. E che continuerai a pensarmi, magari alla notte, magari mentre pensi a chi avresti voluto con te nel letto in quel momento. E penserai a me, alle bugie che mi hai detto, a ciò che mi hai fatto credere, alle volte in cui hai scelto tutto, ma non me. E ti auguro proprio di starci male, almeno quanto sono stata male io, per te.
—  nonnascondiniente
Un giorno tu sarai qui,
con me
e se non sarà qui
sarai ovunque,
con me.
Ti vedrò con i capelli
raccolti
e te li slegherò.
Saranno arruffati
e li farò scivolare
tra le mie dita.
Ti bacerò il collo
scoperto
e te lo sporcherò
di lividi.
E ti leccherò
le lacrime.
E ti bacerò
i sorrisi.
E ti stringerò.
Ti addormenterai
con la testa
sul mio seno
nudo.
Ti stringerò
più forte.
Faremo l’amore.
Ci spoglieremo.
Strapperemo
i vestiti
le paure
e le maschere.
Canteremo insieme.
Passeremo
le giornate
accoccolate in un piumone.
Guarderemo cartoni animati
mangeremo
pizza
sushi
cioccolata.
Riempiremo
le pareti
di foto
dediche
stelle
desideri.
Ci saremo.
E le paure
i chilometri
la distanza
saranno solo
un ricordo lontano.
—  frammenti di me
Certe notti non riesci a dormire, non riesci a nasconderti. Rimani sveglia a pensare alle occasioni perse, ai momento belli, a quanto eri felice e quante cose sono cambiate dall'ultima volta che ti sentivi davvero nel posto giusto con le persone giuste. Certe notti potresti anche cercare qualcuno che ti tenga compagnia, ma non lo fai, preferisci stare sola, in questo silenzio che ti culla fra i ricordi più assordanti. Magari invii un messaggio a chi ti manca, a chi prima faceva parte di quella tua felicità, o magari ti fai soffocare dal troppo orgoglio e lasci perdere. Ma il telefono lo fissi. E magari stai anche per inviarlo quel messaggio. Se lo invii, passerai tutto il tempo sveglia in attesa di una risposta, se non lo invii, sarai tentata dall'inviarlo e lo farai. Oppure no. In entrambi i casi ci penserai fino a quando non ti addormenterai. Oppure scriverai tutto ciò sulle note dell'Iphone, come sto facendo io adesso. Le notti ti sporcano l'anima di nero, proprio come il colore del buio. Ma in certi casi, il buio si può colorare.

Dormi.
Credo possa bastare.
Ho mille “buonanotte” da dare.
Un “ti amo” calma anche il mare.
Chiudi gli occhi, veloce.
Ti addormenterai col suono della sua voce.

Devi credermi. Ho un unico consiglio e devi seguirlo senza fare domande: devi smettere di leggere e andare dritto fino all'ultimo paragrafo. Fallo senza leggere nessun altro paragrafo e fallo subito. Ti prego… credimi.

Qualunque cosa accada d'ora in poi è esclusivamente colpa tua. Hai fallito il test e ora sei in pericolo. Io non ho scritto tutto questo. Loro me l'hanno fatto scrivere. Sono le mie dita sulla tastiera, solo questo, e i tuoi occhi su queste parole. Continua a leggere finchè ti dirò il contrario. E quando lo farò, fai esattamente come ti dico. Se non farai quello che ti dico morirai. Ascolta attentamente. Per prima cosa devi saltare il paragrafo dopo di questo. Devi completamente ignorarlo, abbassando i tuoi occhi al paragrafo dopo ancora. Promettimelo. Per il bene di quelli a cui tieni. E’ la tua unica occasione per redimerti per non avermi creduto, prima. Salta il paragrafo dopo di questo e fallo adesso.

Il Paragrafo Proibito: Dovevi farlo, vero? Sapevano che dovevi. Qualsiasi cosa farai adesso non farà alcuna differenza. Se ci sono persone a cui vuoi bene, chiamale. Dì loro che li hai amati, dopo avergli detto che stai per morire. Metti a posto le faccende rimaste in sospeso. Fai tutti gli accordi necessari. Da questo momento in poi, rimarrai in vita finchè riuscirai a stare sveglio. La prossima volta che ti addormenterai sarà l'ultima. Ti stanno guardando. Ascoltano i tuoi pensieri. Ti aspettano. E quando ti addormenterai verranno a prenderti. Ti saresti dovuto fidare di me.

Se hai saltato il paragrafo precedente, hai fatto bene. Ma i tuoi guai non sono finiti. Per aver riposto la tua fiducia in me alla seconda richiesta, ti sei guadagnato una possibilità per sopravvivere. Questo è quello che devi sapere. Ti guardano. Ascoltano i tuoi pensieri. Aspettano che tu faccia un errore. Quando lo farai, verranno a prenderti. Per rimanere in vita devi prendere del sangue. Oggi, domani e qualsiasi giorno seguente. Devi sottrarre del sangue da qualcuno a cui vuoi bene. Una goccia, basta questa, e devi metterla sulla tua lingua. Questo è quello che vogliono, questo è quello di cui hanno bisogno. Sono dentro di te in questo momento. E stanno aspettando. Se durante il periodo in cui ti svegli e ti addormenti non riesci a prendere del sangue da una persona amata, non ti sveglierai mai più. Segui questo consiglio. E non tornare mai e poi mai indietro a leggere quel paragrafo. Credimi.

Se hai seguito il mio consiglio del primo paragrafo, ben fatto. Puoi smettere di leggere. Ma non devi provare mai e poi mai a tornare a leggere i paragrafi che hai saltato. Devi credermi. E per favore, augurami buona fortuna. Sono stanco. Così stanco… non puoi immaginare…

“Vieni qui. Siediti. Ascolta quello che sto per dirti. 
Non è una questione di tempo. Non sto dicendo che mi devi usare per il sesso, ma neanche che domani ci sposeremo. Vediamo come va, stiamo insieme, il resto non ha senso. Potremmo durare un anno, come potremmo durare un secondo, non ha importanza! Se insisto un motivo ci sarà. Vuol dire che credo in noi, che vedo un futuro, voglio stare insieme a te e provare cose che non ho mai provato, fare cose proibite, baciarti, farlo fino a quando le mie labbra non si screpoleranno. Voglio stare insieme a te, basta, al resto non ci penso. So che tu non ci credi, ma voglio dimostrarti che noi ce la possiamo fare! Sarò l’unica che ti capirà quando dirai che non puoi chiamarmi perché hai troppo da studiare, quando, a fine serata, sarai distrutto per il troppo allenamento, e quindi ti addormenterai alle dieci; sarò l’unica che ti prenderà per mano anche quando sarò arrabbiata, che ti invierà il buongiorno come piace a te, nonostante io non conosca parole dolci. Terrò il tuo accendino nella mia borsa e te lo darò ogni volta che me lo chiederai, senza sbuffare, perché ogni volta è come se mi domandassi una boccata d’aria. Se mi chiami, in un secondo sarò lì da te; non ti lascerò come ha fatto l’altra. Non soffrirai. Giorno per giorno ti darò almeno un motivo per andare avanti, per amarmi, sempre di più, perché io farò lo stesso con te. Ti amerò, continuerò a farlo anche quando sarò arrivata al limite del mio amore, anche quando tu non sarai più mio, sarai il mio re anche se io non sarò più la tua regina. Sarai abitudine, come un vizio, da cui non riesco a liberarmi, non riesco a smettere! Ecco perché dovresti darci un’occasione, dovresti provarci, io lo sto facendo. Insegnami a fare l’amore, io ti insegnerò ad amare.”
Mi sono fermata a pensare a quanto ti amo, a tutti quei viaggi,la California,la nostra casa di pace, dove fuggivamo quando volevamo stare lontani dal mondo reale.
Quella casa che tutt'ora vorrei,forse sarà vuota senza te ma,ti aspetterò lì seduta su quel divano dove ti coccolavo e facevamo l'amore. 
Lascerei la porta aperta,perché chissà tu un giorno stanca di tutto questo,ti riposerai su quel divano,con il fuoco del camino acceso e, chissà se non troverai me.
Forse sarai stanca e ti appoggerai a me e ti addormenterai nelle mie braccia,come un tempo.
Forse immagino troppo ma,vorrei trovarti in quella casa,anche solo di passaggio,anche per vederla.
—  ognidestinosipuocambiare