acqua & sapone

Credo che la vera bellezza sia in quelle ragazze acqua e sapone, che prediligono le ciglia leggere, simili alle ali delle farfalle, invece di appesantirle con strati di mascara.
Quelle coi capelli ribelli e le ciocche sul volto.
Quelle che non hanno bisogno di tacchi per sentirsi all'altezza.
Che non fanno a gara per avere più like di tutti ai loro selfie per sentirsi belle.
Credo che la vera bellezza sia in quelle ragazze dalla pelle morbida e le labbra screpolate dal freddo, e dalla mancanza di baci.
Quelle non hanno bisogno di mettersi in mostra per farsi notare, perché le persone faranno caso a loro grazie al loro carattere, invece che al loro modo di vestirsi.
Quelle che preferiscono i libri alle discoteche, la tranquillità e il silenzio del mare d'inverno invece del caos delle spiagge in estate.
Che invece di far sapere a tutto Facebook le discussioni col loro ragazzo, vanno da lui e assieme trovano una soluzione.
La vera bellezza non è in quelle ragazze che non danno importanza alla loro dignità, al primo bacio, al primo appuntamento.
Che perdono la loro verginità una notte da ubriache, o peggio ancora, che fanno a gara a chi la perde per prima.
No.
La vera bellezza è in quelle ragazze con le guance rosse e il cuore che batte all'impazzata, perché le loro mani si sono sfiorate con quelle della persona che gli ha rubato il sonno.
Quelle che tremano ancora se ricevono un messaggio dolce e che se gli sorridi gli rimani incastrato nella mente e fra le costole per settimane.
Che credono ancora nel vero amore, nell'amicizia, nel futuro, nel buono e nel giusto.
La vera bellezza è in quelle ragazze timide, di poche parole ma di grande cuore.
Quelle che sentono le tue urla attraverso i tuoi silenzi.
Che ti perdi nei loro abbracci e che ti asciugano le lacrime, dandoti la loro forza per poterti rialzare, più forte di prima.
Quelle che sono sempre le ultime; nell'ultimo banco, nell'ultimo posto del tram, nel cinema, nella fila… Ma che meritano il primo posto nella tua vita.
Perché queste ragazze non sono solo belle, sono da vivere.

-Alessia Alpi

—  Volevoimparareavolare (scritta da me)

Non sono una che fa la doccia spessissimo, non fraintendete, mi lavo ogni mattina e tendo a metter indosso vestiti puliti.
Quando ero ancora una giovane scapestrata invece propendevo col lavare raramente i pantaloni a meno che non avessero delle macchie ben visibili, ma se tenete conto che la birra non macchia potete fare un rapido calcolo di quanto fossero lerci i miei ginz.
Dicevo che la doccia in condizioni normali la faccio in media una volta a settimana, ma adesso che vado in palestra la cosa diventa più complessa.
Partiamo dal presupposto che se mi metto sotto l’acqua più di una volta a settimana le volte che eccedono mi lavo senza sapone, solo acqua, idem per i capelli.
Lo shampoo lo uso anche meno, succede che lavi i capelli solo con balsamo anche per due settimane di fila.
Inoltre non uso bagno schiuma, io uso le saponette, come i miei nonni, le compro artigianali e uso quelle che si consumano meno e non mi irritano.
Dunque ieri mi stavo lavando con l’ultimo residuo della saponetta, quei pezzettini rattoppati che dovresti in verità fare in modo che si uniscano alla nuova saponetta, ma io ormai ero in doccia mi ritrovavo con quel pezzetto che mi scappava dalle mani in continuazione.
Finchè non l’ho perso nella fica, me la stavo lavando e il pezzetto è rimasto perso lì e più cercavo di levarlo più faceva schiuma e più si rimpiccioliva.
Quindi ad un certo punto mi son finita di lavare il resto con la schiuma che fuoriusciva dalla mia fica.
Prendevo la schiuma dalla fica e mi lavavo.
Immaginatevi la scena.
Grazie.

Smettetela di dire che le ragazze serie non esistono.
Smettetela di dire che preferite le ragazze acqua e sapone.
Smettetela di dire che preferite le ragazze con qualche chilo in più.
Smettetela di dire che volete al vostro fianco una ragazza che ama i felponi al posto di un bel vestito attillato con tacchi vertiginosi, e quelle minchiate la.
Smettetela veramente di dire cazzate perché tra la ragazza in carne e quella magra, bella, truccata perfetta sceglierete sempre la seconda.
Quindi basta veramente fare i finti buonisti e non rompete i coglioni con sta storia che la ragazza seria non esiste, perché siete voi a scegliere sempre la ragazza facile. E voglio proprio vedere chi ha il coraggio di darmi torto!!!
—  laragazzachepreferivasognare
A regazzí, sentime a me, à ragazza pe cui perderai à brocca alla fine sarà sempre quella acqua e sapone, co quelle strafiche, tutte truccate in discoteca, ar massimo c'è potrai passà na nottata. Fidate de me, te perderai à brocca pe quella che nun é bella solo er sabato sera, ma pure il lunedì, struccata co una tuta, quella che la noti pure de sfuggita coi capelli spettinati, quella m'pó timida che arrossisce ad un complimento. Regazzí quella te corpirà er core.
—  Psychopaticmental.
Sai quali sono le mie abitudini in fatto di bellezza. Acqua, sapone, e quando va male un bel sacchetto in testa
—  Io prima di te
La Miralanza veglia su di me
  • Io: quando ho detto "niente detergenti" che cosa hai capito?
  • Studente: che non dovevamo usare il Triton, l'SDS.
  • Io: esatto, niente detergenti. E allora perché stai lavando la bottiglia di vetro con acqua e sapone?
  • Studente: il sapone è un detergente?
  • Io: no figliolo. Il sapone è una pozione magica fatta dai druidi e nessuno, esclusa la Miralanza, conosce quel sacro procedimento. Per questo motivo molti se ne tengono alla larga. Soprattutto in estate.
  • Studente: ...
  • Io: ora vai. Ho bisogno di stare da solo, con la mia sofferenza.