Tedesco

La conosci quella parola tedesca che sembra un litigio tra consonanti e vocali, zweisamkeit?
Non ha una traduzione letteraria in Italiano, ma è quella sensazione di benessere quando stai con quella determinata persona. Quando non hai bisogno di nient'altro per star bene.
Una di quelle persone che potrebbero starti a centinaia di chilometri dal naso, ma tu la sentiresti talmente vicina da rimanere attaccata alla cornetta del telefono a parlare di tutto e di niente, con cui fai quei discorsi talmente insensati che finisci per parlare di una poesie di Baudelaire e di come si manteca la carbonara, nello stesso momento.
Sentirsi stupidi insieme.
E quando non c'è, non serve riempire i vuoti, alzare il volume della musica o far finta di star bene perché nello stesso momento in cui mi mancavi di meno, io mi mancavo un po’ di più.
Non so se è capitato anche a te.
Di far fatica a prendere sonno, di non aver voglia di alzarti dal letto, di scrivermi qualcosa di notte e poi cancellarlo per paura di disturbare… non so se è capitato anche a te di pensare che la Luna potesse far sentire meno il peso di questo buio.
Pensarsi mentre ci si ignora.
Zweisamkeit, quella sensazione di quando senti il cuore ovunque quando pensavi di averne uno solamente a pezzi, qualcuno che ti faccia ancora credere nei sogni, che sorrida davanti agli incubi, che sia lì ad applaudirti davanti ai traguardi raggiunti… così, qualcuno che cammina in quei dolori dove nessuno aveva mai avuto il coraggio di entrare.
Quindi ti lascio una stanza vuota della mia anima, solo per te possiamo metterci una valanga di libri, dei tatuaggi da fare, un biglietto per il Giappone solo per vedere fiorire i ciliegi e poi tornare il giorno dopo, comprare su Amazon un telescopio per cercare le stelle, preferire i litigi ad una finta felicità e non essere come quelli che di fronte ad un mare in tempesta gridano “che spettacolo!” e poi hanno paura anche a bagnarsi solamente i piedi.
Zweisamkeit, quella sensazione per cui non sarai mai, uno fra tanti.
Tu inizia a raccontarmi di Baudelaire
che io preparo quella stupida carbonara.

Hawkeye #12

Hawkeye’s latest showdown with Madame Masque has left her fed up with clones — and all of the shenanigans surrounding them. So when Laura Kinney, the All-New Wolverine, shows up in L.A. on the hunt for a mad scientist bent on creating an army of Wolverine clones, Kate volunteers the services of Hawkeye Investigations.