Salwa

Il maestro sufi al-Giunayd diceva: ho bisogno di sesso come ho bisogno di cibo. Io ho un bisogno fisico di acqua, di sperma e di parole. Questi tre elementi mi sono essenziali, senza di loro non posso vivere, regolano la mia sregolatezza e mi agevolano l’esistenza.
Salwa Al-Neimi

Risento le sue parole e tremo. Risento le sue parole, le sue carezze, i suoi sguardi e tremo.
Ricordo e tremo, ma voglio dimenticare per continuare a vivere.

Ora, ricordo le sue parole e tremo.
Ora, ricordo le sue parole, le sue carezze, i suoi sguardi e tremo.
Ora, le ricordo e non voglio dimenticarle.
Voglio ricordare.
Voglio scrivere.

Salwa Al-Neimi, La prova del miele

. Io non ho tempo di condividere il suo stupore, quello che sto vivendo assieme a lui mi colma totalmente. Sto zitta, mi aggrappo a lui, affondo il viso nella sua ascella per riempirmi del suo odore.
Dietro la porta ancora chiusa, mi tratteneva in un abbraccio di congedo, non riuscivamo a separarci.
Mi bacia ancora e ancora. Non riesco a staccarmi. Mi inginocchio davanti a lui, mi piego, gli strofino il viso tra le gambe.
Voglio che mi riempia la bocca. La
mia dedizione quasi mi soffoca

“La prova del miele”
Salwa Al-Neimi