Pelle

Quei disegni sulla pelle erano la sua storia, le sue cicatrici, i suoi momenti felici, i dolori, i suoi gusti, i ricordi e le promesse, come avvertimenti, come una mappa, come istruzioni per l'uso, si era scritta per farsi leggere.
—  Lucrezia Beha
Un giorno ho compreso che
potevo guardarti la pelle attraverso i miei polpastrelli,
ogni singolo, unico, inesplorato millimetro di pelle,
potevo inspirare le tue parole e la tua eccitazione,
potevo assaggiare i tuoi battiti e il tuo odore,
potevo ascoltare il tuo respiro e il tuo sapore,
e potevo accarezzarti con uno sguardo
uno sguardo fatto per soffermarsi e
e toccarti. Ovunque.

Da quel giorno
la parola armonia
non è stata più 
qualcosa di incorporeo.
—  Paul Irondie
Armonia