Natale

Non ho voglia
di tuffarmi
in un gomitolo
di strade

Ho tanta
stanchezza
sulle spalle

Lasciatemi così
come una
cosa
posata
in un
angolo
e dimenticata

Spero che tu
alle 23:59 del 31 Dicembre
abbia qualcuno da baciare,
qualcuno da abbracciare,
qualcuno da ricordare,
qualcuno da perdonare,
qualcuno da amare di più.
La forza di lasciarti andare,
la forza di dimenticare,
la forza di ricordare,
la forza di andare avanti.
Spero che tu
alle 00:00 del 1 Gennaio
possa diventare
ciò
che hai sempre desiderato.

daph

Tra un po’ sarà Natale
e non so come andrà,
anzi lo so
perché andrà come sempre:
ci saranno tutti,
ma mancherai tu
e mancherai un sacco
e saremo tutti felici
perché stare con tutta la famiglia riunita
non è roba da tutti i giorni,
ma ti penseremo un sacco
e una parte grande del nostro cuore
sarà dove sei tu
perché è lì che vuole stare.
Tra un po’ sarà Natale
e penso che
mi mancherai da morire
perché io le mancanze
le sento sempre un po’ più forte
perché io amo sempre un po’ più di tutti
e, quindi, pure il dolore lo sento di più.
Mi mancherai e lo so che succederà:
mi assenterò il primo istante del nuovo giorno
quando tutti urleranno “auguri!”
ed alzerò gli occhi alle stelle
e cercherò la più luminosa
- perchè quella, per me, sei tu -
e degli altri non me ne fregherà un cazzo,
perché che Natale è
se non ci sei tu
con me?
Tra un po’ sarà Natale
e il posto in fondo
quello vicino all'albero
sarà vuoto per tutti
ma sarà occupato da te
perché io se qualcuno vuole sedersi lì
urlo “no, è occupato”
e mi chiedono tutti da chi
ma io non rispondo mai
perché alcuni non capirebbero,
ma lì ci sei tu:
è il tuo posto
e nessuno può prenderlo.
Tra un po’ sarà Natale
e non sarà più lo stesso
come quando c'eri tu con noi
a cantare e ballare
perché tu portavi allegria
e tanta fantasia.
Sarà Natale
e i tuoi posto sarà vuoto
e le mancanze saranno forti
tutti saranno felici
ma anche a me mancherai da morire
e sarò nostalgica
felice, ma triste
e come sempre
da quando non ci sei
non farò altro che pensare
a quando il Natale finirà
perché a me il Natale
da quando non ci sei
non mi piace più
- insomma, non è più Natale,
perché Natale non è niente
se non ci sei tu.
È solo un giorno dentro agli altri giorni,
perché per volersi bene
perché per essere più buoni
perché per amarsi più forte
non serve Natale,
ma per me sarà solo un giorno
dentro agli altri giorni,
perché, insomma, che Natale è
se non ci sei tu
qui con me?
—  Dedicata a mio fratello per scelta.
So che continuerai a vegliare su di me anche tra le stelle del cielo e, nelle notti sere, potrò vedere il tuo sorriso nella luna.
Non ti dimenticherò mai, fratellone, sappilo.
Resterai sempre il mio angelo.

-84 kg

Ho aggiornato l'ultima foto e mi sono resa conto di essermi fatta il regalo più bello. Questo regalo mi ha fatto capire quanto è bello mettere impegno in qualcosa, mi ha fatto capire che ci sono tante persone pronte ad abbracciarti, mi ha insegnato che l'amore degli altri e l'amore verso se stessi sono le armi più potenti. Vorrei donarvi questo per natale:  la voglia di non arrendersi mai.

Credo che il Natale sia il punto debole dell'umanità, il periodo più felice e malinconico dell'anno, il momento in cui il passato entra prepotentemente nella vita delle persone e si accomoda a metà tra te e l'albero di Natale e in quel mare di lucette intermittenti si diverte ad accendere e spegnere mancanze e ricordi, illumina i vuoti e le assenze, non importa quanto tu sia diventato forte e indifferente, lui riesce sempre a trovare il punto debole nella corazza che ti sei costruito e lì colpisce riaprendo antiche ferite che ogni anno ricominciano a bruciare.
—  Lucrezia Beha

Ti auguro un natale di merda. Ti auguro di sentire la mia mancanza fin dentro le ossa e avere la paura di cercarmi. Ti auguro di camminare per il centro di Milano e sperare di incontrarmi. Ti auguro di sognarmi la notte, svegliarti e renderti conto che era solo un sogno. Ti auguro di aspettare un mio messaggio tutta la notte e di restare sveglio. Ti auguro di addormentarti piangendo e svegliarti con le lacrime secche sul viso o con gli occhi gonfi e fingendo dirai a tua madre che stai così perché non sei riuscito a dormire. Ti auguro tutto il male che mi hai fatto e ti auguro di non essere capace di reagire, a differenza mia. Ti auguro di essere a casa da solo, di ascoltare la musica e piangere tutto il pomeriggio. Ti auguro di non essere in grado di alzarti la mattina perché senza me non sai andare avanti. Ti auguro di dover fingere di star bene ogni singola mattina e ti auguro di ridere come un demente ad ogni singola battuta perché altrimenti piangeresti. Ti auguro di uscire con degli amici, bere fino a star male, divertirti, tornare a casa e saperti una merda. Ti auguro di sentire il vuoto dentro te stesso, ti auguro di vivere nell'ansia, nell'inquietudine e nella paura. Ti auguro di iniziare ad essere ossessivo e pessimista per ogni singola cazzata. Ti auguro di rimanere in bilico, sospeso per settimane chiedendoti se avresti potuto fare qualcosa in più. Ti auguro di pensarmi tutti i giorni e di essere sul punto di scoppiare, ti auguro di arrivare al limite. Ti auguro di restare solo e pensare che dopo tutto è giusto così. Ti auguro la distruzione e la morte interiore. Ti auguro che ti venga il rimorso di non avermi vista l'ultima volta e che io ti risponda di sparire dalla mia vita. Ti auguro di lottare contro te stesso per essere felice. Ti auguro di trovare la felicità e poi perderla, proprio come è successo a me. Ti auguro questo. Mi auguro questo.

~ Me