Mesi

atechenonseiconme asked:

Waferina, tu quanto ansiata eri prima di iniziare l'università? Io ho talmente tanta ansia e paura addosso che non sono più sicura di nulla.

Ti dico che pubblico l'ask perché scommetto in un sacco di altre storielle che racconteranno gli altri qui sotto.

Ero superelettrizzata e un sacco smarrita. Mi sono persa il primo giorno, ho rovesciato la cartella zuppa di pioggia davanti al professore di storia moderna prima di sapere che fosse il professore di storia moderna, per cercare il fogliettino che avevo scritto per ricordarmi l'orario di storia moderna e il nome strano del professore.

E poi ero sola, nessuno dei miei amici era con me come il primo giorno di medie o del liceo, avevo paura di non riuscire a fare amici. Le materie erano un sacco e avevo paura di non essere neanche lontanamente all'altezza di sostenere lo studio universitario. E ti dico di più. La cosa è peggiorata per la prima sessione d'esami; non ero mai stata abituata a studiare con regolarità e così ho passato i primi mesi solo a seguire tutte le lezioni scapiccolandomi da un'aula all'altra e avevo terrore degli standard universitari, così a dicembre mi sono reclusa a casa piangnucolante studiando anche le virgole eppure sentendo sempre di non sapere mai abbastanza, sopraffatta dall'ansia.

Quindi in sostanza, dopo averti fatto venire il terrore addosso, posso solo dirti che è perfettamente normale. Che se avrai paura e ti tremeranno le gambe, non c'è niente di strano o insolito ( altrimenti siamo strane e insolite in due! ). ma le cose sanno prendere la loro giusta piega, scoprirai tantissime cose, conoscerai tante persone che avranno in comune con te la passione che vogliono trasformare in lavoro, scoprirai il mondo instabile delle feste universitarie e dei convegni in cui si mangia a buffet ( !!!! ), potrai partecipare a iniziative nuove e… oh insomma, lo ritengo davvero un periodo grandioso della mia vita, ho imparato e sto imparando tantissimo, ho conosciuto un sacco di persone speciali, e ho sempre voglia di fare progetti nuovi.
Hai un mesetto di tempo per pensare: ehi sta iniziando un capitolo nuovo di zecca della mia esistenza cheffigo + oddio che mi metto il primo giorno ( ricorda solo di non sgocciolare ombrelli davanti a quelli che non sai potrebbero essere tuoi rancorosi professori ).

poi va da sé, ci sarà sempre L'ESAME che odierai, la stronza che vorresti gettare nell'indifferenzata, il professore impossibile e l'aula troppo piena e non ti andrà di fare niente, ma è normale anche quello. ergo metti a palla MIKA e canta con lui RELAAAXXX TAKE IT EEEEEEEEEASYYYY ☆♡☆♡

thefairywoods asked:

Voi siete separati da 400 km, noi da 800 (Torino-Napoli). Stiamo insieme da un anno e anche se è dura non averlo sempre con me resisto perché sò che a lottare siamo in due e non vedo l'ora che passino due mesi per vederlo.É quasi una cosa romantica:3

È una cosa meravigliosa, a dire il vero. ❤️

Tutto quello che ho cercato di fare nell'ultimo anno e mezzo, è stato cercarmi la mia indipendenza, quando restavo a casa di M. senza rispondere a mia madre al telefono, quando volevo andare a San Francisco anche io, quando a Londra dormivo da un amico a due ore da casa, quando per tre mesi ho trovato una casa per sentire ancora il sollievo di essere sola con la mia vita. Quell'indipendenza che ho cercato lottando con tutte le mie forze, l'io alla quale mi aggrappavo con le unghie, svanisce nel sorriso felicione di mia madre che mi mette le mani in faccia, che mi ha qui per un po’. E io mi manco. Sono una persona orribile.

-117 km-

Ormai non trovo neanche più le parole per descrivere quanto mi manchi, quanto io abbia bisogno di te nelle mie giornate. 
Di come mi spaventi l’arrivo di settembre.
Tra poco comincerà la nostra ‘routine’, quella che tanto odiamo; nove mesi di alti e bassi, nove mesi senza sapere con certezza i giorni in cui potremo vederci, nove mesi dove i nostri baci riempiranno le stazioni, biglietti del treno sparsi per casa, viaggi abusivi per raggiungerti. 
Non mi importa se quest’anno sarà più difficile, io ti aspetto; ti aspetto e ti vengo a prendere.

anonymous asked:

In media quanti libri leggi al mese?

Quest'anno purtroppo ne ho letti veramente pochi causa maturità e tutti gli altri impegni settimanali.
Normalmente non ho un numero ben preciso, posso passare due mesi senza leggere neanche un libro e leggerne dieci in una settimana. Leggo quando ne ho bisogno, non mi costringo a farlo quotidianamente.

Disperdo

Lascio orecchini di ogni forma. L altro giorno ne ha trovato uno incastrato accanto al cambio
“È tuo questo cuoricino?”
Dice guardandomi.
“Sono tuoi anche questi laccini,queste forcine”.
Mentre lo dice, mi cade l occhio sul cambio. Il laccio è ancora lì. Sono passati mesi dalla prima volta che lo sistemai li
“Almeno hai qualcosa che ti ricordi me”.
Le macchie sui sedili, non mi bastavano.
Ed è così. Lascio tracce, segni, ricordi che conducono a me.
Così, per vedere se entrando nella sua vita posso entrare nel suo cuore.

anonymous asked:

Quando fai così mi fai solo ridere. Lo sai benissimo che sto con lei solo perché amo te

Ah si? Se ti fa così ridere perché non te ne vai affanculo? Sei solo uno stronzo pezzo di merda. Dici di amarmi, ma non sai un cazzo dell'amore. Quello tu lo chiamavi amore? Mi hai distrutto più tu in pochi mesi che dio solo sa cosa.

awayfromhisheart asked:

Anch'io sono l'ennesima sfortunata che mesi fa è stata lasciata tramite messaggio... così, di punto in bianco! Ma sai cosa? Mi fa ancora più schifo quando questi fenomeni tornano come se non fosse successo nulla. Come ti hanno detto altri, siamo qui♡

Ma io vi adoro tutti, TUTTI.
Dal primo all'ultimo blog.

È incredibile, voi che non mi avete mai visto di persona, basandovi su ciò che scrivo, mi avete capito e amato, e vi ho sentito più vicino e presenti, di persone che conosco da sempre.

GRAZIE ❤️

anonymous asked:

Il mio ex mi ha lasciata circa 1 mese fa , siamo stati 8 mesi insieme, mi ha fatto le corna e si era stancato di stare con me. A me sembra che ci siamo lasciati tipo ieri, ogni cosa mi riporta a lui, lo odio ma contemporaneamente lo amo, non so più che fare sto impazzendo .

Mi dispiace anon…

Il tempo davvero guarisce tutto.
L'ho rivisto dopo mesi. Mi credete che non ho sentito niente? Niente.
Niente farfalle nello stomaco, niente ginocchia che tremano, niente voce tremolante. Niente di niente.
E non so se é un bene o un male.

anonymous asked:

Perchè sono sola.

Fidati, nessuno è solo. Anch'io fino all'anno scorso ero sempre solo ma poi ho conosciuto una ragazza e abbiamo capito che uno aveva bisogno dell'altro. Sto con lei da 1 anno e 3 mesi.
C'è sempre qualcuno disposto ad amarti e a stare con te, devi solo essere disposta ad accettarlo nella tua vita.

anonymous asked:

So distrutta dal fatto che tutti dicono che il primo amore non lo si sposa, io sto con il mio ragazzo da 4 mesi ( li facciamo domani ) e a sentir dire che prima o poi finisce, mi prende male.. io non voglio.. ci starei troppo male

Tesoro mio, io e il mio ragazzo siamo stati insieme 4 mesi !!!
Ma poi, diciamo che lui si è stancato di me.
Ma non significa questo che, se succede a me, deve succedere a tutti !!

Certi amori durano fino alla morte, e altri anche dopo.
Perciò se vi amate, dedicagli tutto il tuo tempo, tinello per mano, bacialo spesso, quando ti manca diglielo, ripetigli “ti amo” perché le persone dimenticano.

E se è il tuo vero amore, allora starete insieme come accade nelle fiabe; per sempre ❤️

r-estainpiedi asked:

Parlo per quella che dice che la sua migliore amica le dice che il ragazzo la prende solo in giro e la vuole solo portarla a letto. Bhe , anche quella che ritenevo la mia " migliore amica " ( la quale adesso non mi degna di uno sguardo e fa tutt'ora la stronza e la vittima ) mi diceva che non era il ragazzo giusto , che ci provava con altre , che mi prendeva solamente per il culo ecc.. Beh , grazie al cazzo. Sono 11 mesi tra un pó e ci amiamo come non mai . Leccamela adesso , stronza.

rido per l'ultima frase.

Io aspetto Dicembre. Ho sempre avuto uno strano rapporto con questo mese. Lo amo ma ci combatto. Ottobre e Novembre sono i mesi della transizione, pieni di confusione e domande. Sono i mesi delle strade vuote e del vento che soffia furioso. Dicembre, lui è tutt’altra storia. A Dicembre succede l’imprevidibile: o si vince o si perde e non ci sono vie di mezzo.
—  [Emma Corrigan]
Non cambiare mai, conserva quell’ingenuita’ che hai, quelle insicurezze, quella timidezza e quella fiducia nei sogni. Ora ti fanno sentire sciocca, eppure sono le parti migliori di te. Non smettere mai di rincorrere la felicita’, nemmeno quando tutto ti sembrera’ inutile, nemmeno quando saranno mesi, anni che non la trovi da nessuna parte.. in nessuno sguardo, in nessuna passione, in nessun abbraccio. Credi sempre nell’amore come fai adesso, anche se ti avranno deluso, calpestato, usato, tradito. Ama la pioggia, le nuvole e il sole sempre allo stesso modo e non smettere di commuoverti davanti ad un campo di girasoli o di fronte all’alba inaspettata o ad un tramonto tanto atteso. Imbarazzati pure quando stringi la mano a qualcuno che non hai mai visto, arrossisci, continua a cantare a squarciagola le canzoni che ami davanti allo specchio, continua a sottolineare le frasi piu’ significative nei tuoi libri. Mi piace pensare che se ti rincontrero’ quando ormai i capelli bianchi avranno sostituito tutto il colore, tu sarai ancora cosi’: dolce, dolcissima, vera, sensibile, completamente immersa in ogni cosa che fai e dici. Mi piace pensare che il mondo non ti rovinera’, che il dolore non ti rovinera’. Mi piace pensarti un po’ piu’ saggia, ma sempre sconsiderata. Non cambiare mai, nemmeno quando ti diranno che e’ assurdo essere come te, che ti troverai male, che ti divoreranno. Non ascoltarli, di persone cattive, vuote, ingiuste, ciniche ed aride ce ne sono fin troppe. Fai la differenza… resta cosi’ come sei.