Matto

Ho perso tutti i numeri di telefono.

Il mio telefono è impazzito e mi son ritrovato con la rubrica vuota. Inizialmente sono stato colto da un attacco sclerotico e rabbioso, poi ripensandoci non è un gran problema. Potrei recuperarli da un vecchio backup, ma non lo farò, così finalmente abbandono numeri che non ho mai avuto voglia o coraggio di eliminare.

Oramai riesco a sorridere anche solo se arrivo ad un incrocio a T e siamo quattro macchine contemporaneamente.
E non è semplicità o banalità, ma un profondo ragionar d'emozioni, stati d'animo, piccole cose che fanno la differenza.
Piccole cose, che fanno vivere meglio.

Prendetemi per matto, ma io sto bene.

e©arg <3 E=Me2 , a playlist about a genderless skeleton [e©arG] and an alien [E=Me2] who are in love but live in different home galaxies, so they’re separated by space - so they meet each other in their dreams!!  for 2k15fuckedmeup!!!

  1. daft punk - digital love
  2. roxy music - love is the drug
  3. talking heads - this must be the place
  4. the plaintains - i feel love
  5. cibo matto - sugar water
  6. florence + the machine - addicted to love
  7. desire - under your spell
  8. the blow - parentheses
  9. weezer - only in dreams

astriferium asked:

Do you prefer the Coward translation over other Phantom translations?

I do indeed. I trust the judgement of fdelopera on all things phantom, and she claims that it’s the least edited (it is) that is the most accurate. I’ve also read and own the Lowell Bair translation and the very popular De Mattos translation. 

Poi si erano lasciati ma in quel modo che non è un lasciarsi veramente: lui era un po’ matto, lei troppo bella, ma si volevano da morire.
Non potevano stare insieme, non potevano stare lontani: non ci esci, da quelle storie.
—  Alessandro Baricco 
La maggior parte della gente era matta. E la parte che non era matta era arrabbiata. E la parte che non era né matta né arrabbiata era semplicemente stupida.
—  Charles bukowski
Discutiamo per qualcosa di stupido come a volerci tenere, perché a noi perderci non è mai piaciuto.
Stiamo discutendo velocemente perché sei matto io sono un disastro.
Il silenzio riempe la stanza, l'atmosfera è tesa e mi da fastidio, come il caldo.
Siamo un piatto che casca a terra e si distrugge, siamo il vetro che si frantuma quando colpisce il suolo.
Non so cosa stiamo facendo, lui mi guarda in faccia e io mi chiedo se i vicini non abbiano interrotto le loro faccende solo perché si sono accorti di noi, solo per farci avere il tempo di uno sguardo, loro ormai lo sanno, lo sanno che siamo rovinati.
Le mie cose sono chiuse in valigia, la tua mano tra i capelli, e una distanza imbarazzante, sarò pure stupida, sarò un disastro, ma se noi non siamo stati amore allora cos'era?
—  Alice Giaquinta

“Anche tu quando ti innamorerai canterai ad alta voce e riderai per strada. Sembrerai matto da legare.” “Che vuol dire?” “Che i matti sono quelli che amano. Amare puoi sempre, questo è il paradiso. Finché non ti viene tolta la capacità di amare, Federico, potrai sempre fare qualcosa. L'inferno è perdere anche la libertà di amare.” - Alessandro D'Avenia