50 shades freed

2

I changed the reqeust a little bit because I’m not entirely comfortable with writing smut just yet.  I hope that you still enjoy it, though!

Squaring your shoulders back you rasped lightly on the office door before entering with the tray of food you usually brought to Christian at this time of day.  Like usual, he was positioned at his desk, deep in work, but looked up when you entered the room.

“Thank you, Y/N.”  He nodded as you set the tray down on his desk.

“You’re welcome.”  You replied, pausing momentarily to see if there was anything else that he needed.  When you remained quiet you turned to leave, not noticing his eyes following you on your way out.  He was curious as to why you were so different from the other girls who had worked for him.  Usually by now that had tried to sleep with him on multiple occasions, but not you.  You hadn’t even tried to go after him yet, and it made him curious about you.

2

OMFG♡♡

Si china su di me e mi bacia con passione. Quando si stacca, sono senza fiato e il desiderio mi percorre tutto il corpo.
Mi guarda, e nel bagliore della striscia di luce che proviene dalla rimessa capisco che è in ansia. Il mio uomo ansioso, non un cavaliere bianco o un cavaliere nero, ma un uomo, un uomo bellissimo e neppure tanto tenebroso, che io amo. Lo accarezzo, facendo scorrere le dita tra le sue basette, poi lungo la mandibola e il mento, per lasciare il mio indice sulle sue labbra. Lui si rilassa.
«C’è qualcosa che voglio mostrarti qui dentro» dice e poi apre la porta.
La luce cruda delle lampade fluorescenti illumina l’impressionante lancia a motore nella darsena, che ondeggia gentilmente sull’acqua scura. C’è una barca a remi, di fianco.
«Vieni.» Christian mi prende per mano e mi guida su per le scale di legno. Apre la porta in cima e si fa da parte, per lasciarmi passare.
Rimango a bocca aperta. La soffitta è irriconoscibile. È piena di fiori… Fiori dappertutto. Qualcuno ha creato un salottino magico di bellissimi fiori di campo, mescolandoli a lucine natalizie e a piccole lanterne che lanciano bagliori tenui e delicati per la stanza.
Mi giro di scatto per guardare Christian. Lui mi sta osservando, la sua espressione imperscrutabile.
Si stringe nelle spalle. «Volevi cuori e fiori» mormora.
Sbatto le palpebre, ancora incredula di fronte a ciò che sto vedendo.
«Hai il mio cuore.» Poi indica la stanza con un gesto.
«E qui ci sono i fiori» mormoro, completando la frase. «Christian, è delizioso.» Non so cos’altro dire. Ho il cuore in gola, e le lacrime mi pungono gli occhi.
Lui mi prende la mano e mi fa entrare nella stanza, e prima che me ne renda conto, si inginocchia davanti a me. “Accidenti… Non mi aspettavo una cosa del genere!” Smetto di respirare.
Dalla tasca interna della giacca tira fuori un anello e alza su di me gli occhi… brillanti, grigi e sinceri, pieni d’emozione.
«Anastasia Steele. Ti amo. Voglio amarti, curarti e proteggerti per il resto della mia vita. Sii mia. Sempre. Condividi la tua vita con me. Sposami.»
Sbatto le palpebre e le lacrime iniziano a scorrere. Il mio Christian, il mio uomo. Lo amo così tanto, e tutto quello che riesco a dire mentre l’ondata di emozioni mi travolge è semplicemente «Sì».
—  50 Sfumature di Nero (via erapermevelenoeantidoto)
HELLO INTERNET

For the past… shit, almost two years, I have been slowly going through the Fifty Shades trilogy, compiling a list of reasons why people should just not read it. And today, after all this time, it is done. It is over. I have done the lord’s work. You can find the posts for all three books here:

Things I have learned from Fifty Shades of Grey

Part 1, Part 2, Part 3, Part 4, Part 5, Part 6, Part 7, Part 8

Things I have learned from Fifty Shades Darker 

Part 1  Part 2  Part 3  Part 4 Part 5  Part 6  Part 7  Part 8  Part 9  Part 10 Part 11

Things I have learned from Fifty Shades Freed

Part 1  Part 2  Part 3  Part 4  Part 5  Part 6  Part 7  Part 8  Part 9

You’re all welcome.

Reblog to save a life