2012.09.17

SUGIZO GIG 2012 Ascension to The CONSCIENTIA -  Akasaka Blitz (Tokyo, 2012.09.17) 

Setlist 

1. CONSCIENTIA
2. TELL ME WHY?
3. Final of the Messiah
4. NO MORE NUKES PLAY THE GUITAR
5. PRANA
6. MIRANDA

7. FATIMA
8. ENOLA GAY
9. Elan Vital
10. NEO COSMOSCAPE
11. FOLLY
12. DO-FUNK DANCE
13. TELL ME WHY? (サビのみ)

Encore
1. SUPER LOVE 2012 feat. COLDFEET
2. Mercy Me (COLDFEET)
3. Synchronicity

17 settembre 2012: da Timişoara, Romania a Umka, Serbia (circa 180 km).

Questo vegabondaggio è iniziato a un'ora molto più tarda del previsto perché durante i tre giorni del PLAI festival avevo perso la mia carta bancomat, e me ne sono accorto solo al momento di andar via… per fortuna è stata ritrovata dai volontari, ma per riprenderla ho dovuto girare dentro Timişoara [punto A] per trovare l’ostello che aveva organizzato l'area campeggio, e poi attendere lì un paio d'ore.

Alla fine - dopo aver fatto scorta di dolci “de post” - ho preso un autobus fino al limitare della città e mi sono avviato a piedi in direzione sud. Tre passaggi (l'ultimo da quattro ragazzi tra il losco e il truzzo) e molto camminare mi hanno portato fino alla frontiera [punto B], e altrettanti fino a Belgrado [punto C].

L'ultimo di questi mi è stato dato da Dragan, un simpaticissimo e continuamente sorridente autostoppista (internazionale) in gioventù con cui ho amabilmente conversato - grazie al suo perfetto inglese - durante il lungo tragitto per cui mi ha portato. Arrivati in città, mi ha lasciato appositamente alla stazione degli autobus e ha insistito affinché accettassi 200 dinara per il biglietto, che - data la folla presente sul mezzo - non ho però avuto occasione di fare (così, durante il vegabondaggio dell'indomani, avrei investito la somma in pane e pesche).

Una mezz'ora dopo, grazie alle indicazioni di una gentile passeggera, sono sceso nel paesino di Umka dove mi attendeva, insieme alla sua adorabile bimba Isabel, la CouchSurfer che mi avrebbe ospitato per la notte: Diane, statunitense trapiantata in Serbia senza nessuna intenzione di andarsene («la gente qui è molto più rilassata»); vegetariana, e non lo sapevo quando le ho chiesto ospitalità; blogger per professione e autostoppista per passione.