*pdl

10

Il Paese più pazzo del mondo: un foto-racconto grottesco del 2013 italiano.

di Michele De Iuliis

  • 08/01/2013 A Servizio Pubblico Berlusconi smacchia Santoro e Travaglio
  • 25/02/2013 Le urne smentiscono lo slogan del PD «Lo smacchiamo» 
  • 02/03/2013 Beppe Grillo incappucciato sfugge ai cronisti
  • 16/03/2013 Berlusconi al Senato in occhiali da sole per (presunta) uveite
  • 06/04/2013 Matteo Renzi ospite della De Filippi in versione Fonzie
  • 19/05/2013 Epifani cade a terra ad Avellino: calzante metafora del PD
  • 01/08/2013 B. condannato, ma l’Esercito di Silvio fraintende e esulta.
  • 06/09/2013 I grillini okkupano il tetto di Montecitorio
  • 02/10/2013 Brunetta annuncia la sfiducia, ma Berlusconi lo smentisce
  • 04/10/2013 Crimi per poco non fa saltare i lavori sulla decadenza di B.

anonymous asked:

Lavi ma se io ti chiedessi di farmi un riassunto (serio) della politica in Italia? Intendo quella di adesso, di questi anni perché ti giuro che non ci capisco un cazzo. Potrei spiegare la politica inglese, francese, tedesca e spagnola senza problemi ma quella italiana??? Enorme buco nero. Se non ti dispiace obvs!!!

uddei aiuto quella ATTUALE? XDDD duuuunque avevo fatto un mezzo riassunto qui del tipo ti spiego quello che è successo da mussolini ad oggi saltando il discorso craxi/psi perché era troppa roba da mettere, se intendi un riassunto della situazione politica DI OGGI COI PARTITI CHE CI STANNO ORA… ok, provo a farlo da berlusconi in giù, che mr. wednesday sia con me proprio:

  • premessa: quando b. ha fondato forza italia venivamo da una situazione per cui i partiti cardine della prima repubblica che ricevevano effettivamente voti (dc, pci e psi) erano morti o dissolti o in via di morte dopo mani pulite - la dc e il psi principalmente per quello (tra l’altro il psi l’ha ucciso craxi e credo fosse l’unico partito socialista DI DESTRA nel mondo vabbeh lasciamo perdere), il pci si era dissolto in altri partiti ma principalmente tra pds (che poi sono diventati ds nel 98) e rifondazione comunista. poi c’erano la lega e an, con cui si era alleato b. per andare al governo. la lega si sa che c’era dietro, la cosa da ricordarsi è che alleanza nazionale in realtà era la versione ripulita dell’msi (movimento sociale italiano) che erano praticamente i fascisti tipo fronte nazionale che infatti nessuno votava in quanto fascisti. b. praticamente li ha ripuliti assieme alla lega e facendoli alleare con forza italia li ha portati al governo e non ce li siamo levati più dal cazzo. daje proprio. *sigh*
  • riassunto vero e proprio: b. vince nel ‘94 ma resta al governo nove mesi perché bossi gli leva la fiducia per questioni relative al federalismo e alle pensioni e cazzate varie, quindi si va a rivotare nel ‘96 dove vince prodi e l’avessimo tenuto sai quanti disastri ce saremmo risparmiati. vabbè.
  • nel ‘98, in un brillante esempio di tendenze al suicidio sinistrose, bertinotti leva la fiducia a prodi. sorvolando sulle robe allucinanti che erano successe quando c’è stato il voto (ie quella cretina della pivetti che non c’era andata perché *doveva allattare la figlia* E VABBE’) prodi cade e arriva d’alema che possa marcire all’inferno che si fa i suoi bellissimi due anni di governo in cui riesce a far resuscitare politicamente berlusconi facendolo trattare per la riforma bicamerale che poi è morta. vabbé. alle elezioni dopo, anno del signore 2001, b. vince contro rutelli e ci siamo fatti il meraviglioso primo governo berlusconi che ci ha portato gioielli quali la bossi-fini, riforme giudiziarie inutili volte a far cadere in prescrizione i processi di b. e l’attuale legge elettorale, fatta apposta per fare vincere berlusconi/la sua coalizione. intanto a sinistra si fanno le primarie e le vince prodi - all’epoca c’erano ancora i ds che poi sono confluiti nel partito democratico nel 2007. ricordiamo che nel frattempo rutelli s’era scoperto centrista e centrista è rimasto. le sigh.
  • prodi vince le elezioni del 2006 per un filo vista la legge elettorale incostituzionale di silvio e infatti silvio lo fa cadere ad arte due anni dopo comprandosi mastella, razzi, scilipoti & co che non hanno mai fatto mistero della cosa. ricordiamo che nel frattempo rifondazione comunista s’è suicidata anche lei nel senso che ancora esiste ma perde pezzi per strada ogni tre per due e i verdi idem.
  • post-prodi veltroni vince le primarie del pd, peccato che silvio lo straccia di nuovo alle elezioni del 2009 e lì sono cominciati i cazzi amari perché almeno fino al giro prima si occupava di politica dovendosi parare il culo con i processi, dal 2009 al 2011 praticamente ha pensato principalmente a) farsi le prostitute minorenni, b) farsi i suoi ministri di sesso femminile, c) amoreggiare con putin e gheddafi. sorvoliamo che ci ha portato quelle cose meravigliose quali la riforma gelmini dell’università che grida vendetta al cielo e che mi ha rovinato la vita ma lasciamo stare che altrimenti so cazzi.
  • ad un certo punto esplode lo scandalo ruby e olgettine quando veronica lario molla silvio dopo una lettera alla repubblica dove diceva che divorziava perché si sentiva avvilita. contemporaneamente salta fuori che la lega nord si era fregata un sacco di soldi pubblici, in primis renzo bossi altrimenti detto trota che nonostante fosse pagato dodicimila euro al mese per fare l’assessore regionale in lombardia usava i soldi del partito per festeggiare in discoteca e comprarsi macchinoni. e vabbé. poi in tutto sto casino c’erano state altre cadute di stile di membri di forza italia che nel frattempo era confluita con AN nel pdl, del tipo il presidente della regione sicilia cuffaro che era stato arrestato per corruzione mi pare, dell’utri & vari altri amici di b. riconosciuti colpevoli nei loro processi eccetera, scajola s’era dovuto dimettere da ministro per la storia della casa al colosseo a sua insaputa (nel governo prima s’era dovuto dimettere per aver insultato marco biagi in diretta tv due giorni dopo che era morto) e quindi yey che bella immagina il centrodestra italiano! infatti alle amministrative successive aveva stravinto il pd, bei vecchi tempi. in tutto sto cazzo di disastro succede che all’economia non pensava nessuno, c’era la crisi e bam, nel 2011 scopriamo che lo spread coi tedeschi stava salendo veramente troppo, la merkel ovviamente stava incazzata nera perché CHECCHE’ CERTA GENTE NON L’ABBIA CAPITO IL DEBITO PUBBLICO ITALIANO E’ IN BUONA PARTE FORMATO DI SOLDI CHE DOBBIAMO AGLI EUROPEI, I TEDESCHI IN PRIMIS, napolitano si mette di mezzo e fa capire a silvio che so cazzi e lo fa dimettere (ps: io c’ero. stavo sotto al quirinale. è stato un momento splendido. ho ancora la bottiglia di birra che mi sono scolata dopo le dimissioni).
  • al che napolitano fece la cazzata di non farci andare a votare subito piazzando il governo monti, per quanto il governo monti doveva fare robe che effettivamente nessun governo eletto avrebbe avuto cazzi di fare per terrore di perderci voti sopra. leggasi: la riforma delle pensioni era fatta male ma non era sostenibile andare a 60 anni in generale in un paese dove si muore a 85+ e dove ovviamente più invecchi più la sanità pubblica ti dovrà curare e dove la natalità è bassissima. comunque intanto che monti faceva le sue robe da tecnocrate nel bene e nel male, nel 2009 si era creata SEL (sinistra ecologia e libertà) che aveva mezzo preso il posto di rifondazione come partito dialogante col pd da posizioni più di sinistra e, molto più tragicamente, nello stesso anno beppe grillo & casaleggio mettono su il dannatissimo movimento cinque stelle, altrimenti riassunto in: qualunquisti populisti che so pure fascisti ma non lo dicono che fanno della loro forza il dire di non essere niente ed essere sicuri di avere i numeri per rompere il cazzo a chiunque ma non di governare, così non devono sporcarsi le mani, e soprattutto basato sulla tremenda idea del LA PERSONA COMUNE DEVE FARE IL POLITICO.
  • ora: io non ho simpatia per il 75% dei politici vecchi italiani con stime al ribasso, e sarei anche per un ricambio, ma il ricambio deve essere gente preparata, non coglioni trentenni tipo di maio o di battista che manco sanno dove sta di casa concludere qualcosa, per non parlare della raggi o degli antivaccinisti che era meglio se non concludevano niente. cristoddio quanto odio i grillini.
  • altra cosa: in tutto ciò fini si era politicamente suicidato quando in un tentativo di ripulirsi l’immagine aveva chiesto la sfiducia a berlusconi nel 2010 ma non era andata a segno.
  • vabbé, mo finalmente arriviamo al sugo della questione. se va alle elezioni nel 2013. bersani vince le primarie del pd per candidato premier con renzi secondo. si alleano con sel. PAREVA CHE CE LA POTESSIMO FARE. invece arriva berlusconi a promettere alla gente il rimborso dell’imu (tassa sulla casa introdotta da monti per ovviare al disastro fatto da berlusconi quando ha tolto l’ici durante il suo terzo governo e levando di fatto ai comuni la maggior parte delle entrate) e arriva grillo a rompere il cazzo che I PARTITI SONO TUTTI UGUALI E SIAMO STANCHI e tutte le stronzate sue.
  • morale: bersani vince ma non ha i numeri per fare il governo, i cinque stelle si rifiutano di allearsi con lui anche se avrebbero tranquillamente potuto per fare quattro cose che avevano in comune nel programma tra cui la legge elettorale e ci sta un mese di impasse in cui tra l’altro napolitano manco può sciogliere le camere perché gli stava scadendo il mandato e bisognava eleggere un presidente della repubblica nuovo. in tutto ciò alcuni grillini vengono estromessi quando votano per grasso presidente del senato, facendo già capire che aria tira lì (se grillo che dialogava con casa pound non si era fatto capire). in tutto ciò, berlusconi e il pdl erano una minoranza, la lega pure, monti aveva preso il 10%, fini non aveva manco abbastanza voti per andare in parlamento e ingroia (magistrato che si era fondato il suo movimento) manco, in un colossale spreco di voti (nel senso: se ingroia non era un altro suicida di sinistra si alleava col pd/sel e stavano tutti al governo, ma ciaone evidentemente). bersani prova a fa un governo per un mese, picche perché i cinquestelle non se lo filano, alle elezioni del presidente della repubblica nessuno riesce a mettersi d’accordo su niente anche perché quei cretini del m5s continuavano a votare a casaccio, bersani candida prodi, CENTODIECI COGLIONI NEL PD CHE ALL’80% ERANO AL SALDO DI D’ALEMA NON LO VOTANO, bersani getta la spugna, alla fine rieleggono napolitano per il secondo mandato e ancora non so come napolitano non li abbia mandati tutti affanculo al discorso di accettazione ma vabbè. a sto punto napolitano dà l’incarico a enrico letta che ovviamente per avere i numeri deve fa l’accordo con qualcuno e visto che i cinquecretini sono NO INCIUCI E STICAZZI SE IL PAESE E’ INGOVERNABILE ovviamente deve farlo col pdl. e quelli urlano all’inciucio che loro stessi hanno creato. VABBE’.
  • letta tira avanti finché renzi non vince le primarie del pd e il partito gli leva la fiducia nel 2014 e renzi va al suo posto (RENZI WHY vabbè lasciamo stare che ancora mi brucia). sorprendendo tutti vince le europee successive, e in tutto sto casino il centrodestra si scioglie di nuovo perché alcuni (alfano in primis) volevano rimanere a fare le larghe intese piuttosto che riandare a votare, quindi si riforma forza italia e si scioglie il pdl e il governo nuovo è pd + ncd (nuovo centrodestra, il bellissimo partito di alfano). in tutto ciò i grillini s’erano presi una batosta splendida alle europee, peccato non sia durata.
  • renzi tira avanti fino a dicembre 2016. nel frattempo fa cose (jobs act, unioni civili [SABOTATA DAI GRILLINI VE LO RICORDO SE VE LO SIETE DIMENTICATO], legge del terzo settore e riforma della scuola, piazza mattarella come presidente della repubblica, ottanta euro extra in busta paga che però in realtà so una fregatura se ti fanno passare alla categoria superiore a quella dove stavi quando si tratta di pagà tasse e così via) condivisibili o meno (per dire gli insegnanti la buona scuola la odiano tutti) fino a che non si va ad arenare su quel cazzo di referendum costituzionale.
  • o meglio: il cretino decide di personalizzare la cosa e farne un voto contro di lui o pro lui. peccato che così sto no al referendum è diventato un no a renzi sostenuto da partiti che insieme non potrebbero mai stare (cioè votavano no CASA POUND E L’ANPI PORCATROIA MA COME FAI) creando ulteriori casini anche per gente che magari non gli piaceva la riforma ma non voleva mandà via renzi. vabbè, grillo, salvini, i populisti & co fanno un coro del no infinitamente più becero/che urla di più rispetto a quelli che votavano no perché effettivamente sta riforma gli faceva schifo e vabbé renzi perde il referendum come tutti sappiamo e si dimette, fate largo a gentiloni che è l’attuale presidente del consiglio anche se il governo è tipo lo stesso di renzi eccetto poche facce, e quelle peggio manco se le è tolte di mezzo (POLETTI E LA LORENZIN WHYYYY).
  • in tutto ciò nel pd grandi casini saltano fuori e buona parte della vecchia linea (bersani, d’alema & co WHY D’ALEMA WHY) se ne è fuoriuscita andando in articolo 1, mentre alle ultime primarie ha stravinto renzi (ma non è che avesse tutta sta gran concorrenza cioè emiliano e orlando non che lo fossero). in tutto ciò SEL è morta pure lei, momentaneamente confluita in sinistra italiana.
  • in tutto ciò alfano ha sciolto il ncd che adesso è ap (alternativa popolare) e quei coglioni di grillo stanno ancora in circolazione a mietere consensi dagli analfabeti funzionali e dalla gente che ancora crede nel **voto di protesta** ben guardandosi dall’allearsi con la chiunque perché nel momento che lo fanno si capisce da che parte stanno e sia mai, peccato che tutti i sindaci che hanno stiano miseramente fallendo se non sono espulsi prima perché chiunque non è d’accordo viene ovviamente buttato fuori. tutto very democratico.
  • cose che mi sono scordata che nel frattempo sono successe: b. è stato condannato per la storia di ruby PECCATO CHE LA PENA E’ STATA ***LAVORI SOCIALMENTE UTILI*** e stendiamo un velo pietoso, di pietro/l’italia dei valori hanno perso ogni vaga credibilità dopo che razzi si è palesato e al momento l’unico personaggio decente/presentabile del loro partito che è rimasto in circolazione è de magistris che sta a fare il sindaco a napoli e intelligentemente non si sta bruciando, bossi è politicamente fuori sia perché ha avuto l’ictus sia perché suo figlio si è bruciato e mo alla lega ci sta salvini che è ancora più beceramente orribile di lui (era meglio maroni e ho detto tutto) e la riforma della legge elettorale campa ancora per aria ma si deve fare perché quella di b. è stata apertamente riconosciuta incostituzionale dalla cassazione e non ci si può votare.
  • morale della storia, al momento la situazione è: con la legge uscita dalla cassazione per governare ti serve il 40% delle preferenze, tu o la tua coalizione. NESSUNO arriva al 40% in sto paese, neanche se si coalizzano, anche perché grillo se si allea con qualcuno sa che perde voti di protesta o di destra o di sinistra (per dire se si allea con salvini ie quello che sarebbe naturale visto che il m5s dice un sacco di cazzate che dice anche la lega solo che salvini non fa finta di non essere di destra, perde tutti i voti degli scontenti di sinistra) e nel malaugurato caso vincesse da solo sarebbe un disastro perché tra i grillini non ce ne sta uno capace di fare una minchia. il pd secondo me tra referendum e perdita di pezzi per strada o ricuce con bersani e si allea con pisapia/civati e forse allora gli elettori di sinistra non fanno i cretini o comunque non ha speranze, a destra alfano e b. non credo si alleano perché hanno passato anni a starsi sul cazzo e pure se lo facessero non arriverebbero al 40% (forse con la lega ma la lega non lo vuole alfano) e non esiste una cazzo di destra moderata in Italia quindi monti & co sono già finiti prima di partire, a meno che non si alleano con alfano ma comunque il 40% non ce la si fa. quindi se si va a votare così finiamo con mattarella che dà un altro incarico al primo papabile e tiriamo avanti fino al prossimo franco tiratore, da qualsiasi parte sia.
  • sono sicura che ho scordato qualcosa, ma pietà di me.
  • ah sì, i radicali (quelli che avevano fatto i referendum aborto/divorzio) da quando è morto pannella (ma pure da prima) stanno per i cazzi, adesso credo siano nel partito radical transnazionale ma vabbé a parte la bonino (che sta nei radicali italiani) non credo ci sia gente di rilievo in circolazione al momento. rutelli in tutto ciò aveva fondato un movimento cattolico di centro (api??) che credo sia politicamente morto tre elezioni fa ma scusate io rutelli lo odio e non me ricordo mo che cazzo di fine ha fatto. e con berlusca all’inizio c’era anche l’udc di casini (che voleva fa il centro cattolico) che però poi è passata all’opposizione. cioè stava con b. nel secondo governo, nel terzo manco me lo ricordo ma sicuro dal 2014 appoggiava renzi.

quindi, morale della storia, al momento i nostri partiti principali sono:

  • Partito Democratico (PD): ancora pseudo maggioranza di centrosinistra (anche se di sti tempi è più centro che sinistra), ancora pseudo baluardo da votare come meno peggio contro possibili minacce grilline anche se sarebbe meglio facesse alleanze, renzi è il segretario/candidato premier;
  • Movimento 5 Stelle (M5S): populisti del cazzo che pensano che beppe grillo sia il nuovo messia, che non hanno capito che internet non vor dì necessariamente democrazia e che sono una massa di incompetenti, cosa dimostrata dal fatto che nel 2013 sono andati alle elezioni senza un candidato premier, che la raggi ci ha messo tre mesi a fa una giunta sapendo che vinceva  e che il prossimo candidato premier è LUIGI DI MAIO e ho detto tutto. ps: fascisti in disguise, visto che grillo <333 farage e gli piace trump e vuole il reato di clandestinità ed è tipo l’unico che dialoga con casa pound.
  • Forza Italia (FI): partito di berlusconi. Il Male. satana. lo schifo. causa della rovina di sto paese degli ultimi venti anni culturale in primis ed economica in secondis, nonché colpevole di aver ripulito i fascisti di cui sopra. purtroppo ancora in circolazione.
  • Sinistra Italiana (SI): sel + varie altre correnti a sinistra del PD. tecnicamente, quelli che vogliono essere i bernie sanders della situazione, sperando che si comportino intelligentemente e non cedano ai tentativi di suicidio che si fanno regolarmente a sinistra.
  • Alternativa Popolare (AP): ex nuovo centrodestra di alfano che vuole riciclarsi come destra moderata. al 95% se andasse contro forza italia finirebbe malissimo perché in italia la gente vota i venditori di pentole originali, non le imitazioni.
  • Lega Nord (LN): xenofobi secessionisti razzisti del cazzo. attuale segretario è salvini, euroscettico e secessionista che vuole levarsi dall’euro e dall’UE ma ancora non si è dimesso da europarlamentare e credo sia andato a bruxelles due volte in vita sua, cosa che gli viene perennemente rimproverata da tutti i disgraziati che dovrebbero stare in commissione con lui ma non lo vedono mai. tenersi alla larga a tutti i costi. però almeno ammette di essere un razzista di destra, diversamente da grillo.
  • Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale (FdI-AN): fascisti vecchio stile che hanno resuscitato AN. candidata principale = giorgia meloni, che si è distinta per essere il MINISTRO DELLA GIOVENTU’ (??) nel governo berlusconi III e che è… fascista. almeno però so fascisti che non si vergognano di esserlo anche se vogliono essere presentabili. banda di cretini che dovrebbero richiamarsi MSI e non essere votati come lo era l’msi.
  • Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista (MDP): fuoriusciti della vecchia guardia del pd causa dissidi con renzi, bersani in primis. non malvagi non fosse che C’E’ D’ALEMA DI MEZZO E IO D’ALEMA NON LO VOGLIO NE’ VEDERE NE’ SENTIRE.

tra i partiti minori (che hanno preso più di 1% dei voti), faccio una selezione perché alcuni so veramente inutili (qui scusate ma mi dò al crack prima che perdo ogni voglia XD):

  • Centro Democratico (CD): partito di tabacci, ex candidato alle primarie pd che però aveva preso abbastanza voti da dargli la maggioranza per un filo alle politiche 2013
  • Fare!: partito dell’ex sindaco di verona tosi dopo essere uscito dalla lega. forse più presentabile di salvini ma insomma non è comunismo
  • Federazione dei Verdi (FdV): reincarnazione dei verdi che seguendo l’andazzo di grillo (perché ormai avere un comico nel partito è segno di vincita) hanno come portavoce giobbe covatta. non malvagi ma votarli è fondamentalmente inutile se non stanno in coalizione con nessuno.
  • Forza Nuova (FN): fascisti che diversamente da fratelli d’italia non si preoccupano di essere presentabili.
  • Identità e Azione (IDeA): fuoriusciti dal nuovo centrodestra. inutili all’ennesima potenza.
  • Italia dei Valori (IdV): partito di dipietro. come dicevo sopra, l’unico esponente attuale ancora presentabile è de magistris, gli altri si vergognano di essere stati nello stesso partito di razzi e scilipoti.
  • Movimento Nazionale per la Sovranità (MNS): partito di storace, alemanno e menia. se volete votà degli ex picchiatori sono la vostra scelta.
  • Movimento Sociale Fiamma Tricolore (MSFT): altri fascisti non presentabili. per carità. (same as casa pound che per fortuna non la vedo, manco ha fatto l’1% yey)
  • Partito Comunista Italiano (PCI) + Partito della Rifondazione Comunista (PRC): l’incarnazione di quello che dico quando scrivo che a sinistra la gente è masochista. (ie: pseudo pci ricostruito + rimasugli di rifondazione comunista. da votare solo per masochismo perché quando cazzo mai arrivano in parlamento)
  • Partito Repubblicano Italiano (PRI): partito di centro che SI RIFA’ A MAZZINI che però s’è alleato con tosi anche se prima si alleavano pure a sinistra. unico commento: what is la coerenza.
  • Possibile: partito di sinistra fondato da giuseppe civati (ex del pd per cui avevo pure votato alle primarie E VABBE’) che ha pure il programma alla bernie sanders, peccato che se non si allea con nessuno pure lui non va da nessuna parte (cioè per dire è quello che dovrei votare io se fossi una di quelli che LA SCELTA PIU’ MORALE/ADATTA/CONSISTENTE CON QUELLO CHE PENSI O NIENTE ma non lo sono lol)
  • Radicali Italiani (RI): partito della bonino che si rifà ai radicali senza gli imbarazzi degli ultimi anni. la bonino è a posto ma se non si allea non va da nessuna parte manco lei.
  • Scelta Civica (SC): partito di mario monti che sarebbe tipo la destra normale stile merkel, peccato che in italia non la vota nessuno.
  • Unione di Centro (UdC): ex partito di casini che però mo sta nei centristi per l’europa perché lui era pro sì per il referendum ma il suo partito no. solo per i nostalgici della dc proprio.
  • Campo Progressista (CP): partito dell’ex sindaco di milano giuliano pisapia ie uno dei pochi politici intelligenti di cui mi fiderei abbastanza in sto paese che CREDO volesse fare un’unione di sinistra con il pd come principale soggetto di dialogo. Io un po’ ci spero anche perché vuol dire che posso anche votarlo senza tapparmi il naso, ma non oso sperarci troppo o va male.

… spero che fosse comprensibile. grazie a tutti, ora ho bisogno di alcool per risollevarmi.

ps, visto che per certa gente non è chiaro: ho PALESEMENTE detto dove voto, questa non vuole essere un’analisi accuratissima e imparziale della politica italiana e mai è stata intesa come tale e se siete grillini o vi sta sul cazzo prodi o pensate che sia partigiana liberissimi di pensarlo ma non venite a informarmi perché non me ne frega proprio niente e se non vi piace prodi peggio per voi perché w prodi forever.

ho finito. phew.