謹賀

Il fatto è che non so cosa fare della mia vita. Non so cosa voglio fare da grande. Quel che è peggio è che sono già grande. Ho sempre seguito una strada, la più larga possibile. Non volevo in alcun modo avere delle porte chiuse. Ma arriva un momento in cui le scelte restringono il cammino, chiudendo troppi sentieri paralleli.
—  Diego Manna, L'osmiza sul mare
Io non sono come te

-“Penso che lo dirò, beh… C'è una cosa tra me e Even. Noi… Facciamo cose.”
-“È davvero fantastico. È bellissimo. È assolutamente fantastico.”
-“Non sei sorpreso?”
-“Isak, la prima volta che ti ho incontrato eri seduto da solo in un gay bar, alle due di notte e non volevi andare a casa.”
-“Te l'ho detto, non sapevo che fosse un gay bar. Non significa che io sia gay comunque.”
-“Non importa, la cosa più importate è che tu abbia trovato qualcuno che ti piace.”
-“Non sono un gay…gay.
-“Gay come cosa?”
-“Come te.”
-“Come sono io?”
-“Sai cosa intendo, vero? Intendo tu parli ad alta voce di succhiare cazzi, Kim Kardashian e fraganze alla lavanda. Io rispetto il tuo essere sull'onda dei gay, ma io non sono così”.
-”Non c'è nessuna onda gay che seguo. Cerco solo di essere me stesso.“
-”Lo so che cerchi di essere te stesso, intendo che tutti associano l'essere gay con quello, e quello fa schifo per chi è come me. Non metterò mai il mascara, e le calze per andare ad un gay pride, solo perché mi piace Even.“
-"Ho bisogno di dirti una cosa riguardo quelle persone con le quali tu non vuoi identificarti. Quelle che si sono messe il mascara e le calze sono uscite a combattere per il diritto di essere quello che sono. Loro sono persone che, attraverso gli anni hanno deciso di resistere alle violenze e all'odio.
Avrebbero preferito la morte al far finta di essere qualcosa che non erano.
Questo richiede molto coraggio più di quanto la maggior parte degli esseri umani può capire. E io..io penso che prima combatti per quello che vuoi, prima sarai in grado di alzarti per quello che sei realmente.
Dovresti stare attento a come parli cazzo, e a come ti metti ad un livello sopra al gay pride.”
-“Non volevo mettermi sopra di quello.”
-“Ma lo hai fatto.”

Mi dice che è felice, più o meno,
e io non gli credo perché è adulto
intelligente e senza dio.
Me lo ripete e quasi mi convince
perché non lo vuole dimostrare e resta calmo.

Non sei felice, né più né meno,
dico io mentre circola
tra noi un affetto straordinariamente vero,
ma sei forte della forza che serve,
né stoica né lisergica:
avresti molto da opporre
alle diffamazioni della sorte
ma non credi ai discorsi
che prevedano esempi.

La felicità, dopo molto cercare,
ti appare la forma
meno volgare, cioè più autentica,
di eleganza.
però, in fondo, sai che ti sorregge
soltanto la tua docile forza.

Sorride mentre ribatte
che se è forte
è forte in quanto felice
e che io non posso capirlo.
Sorrido anch’io, per finirla,
per rimanere vicini e perché è giusto.
Distruggo l’arsenale di dubbi
che saprei scaraventargli contro,
e sento anch’io per questo
crescermi dentro un po’ di forza.

(Paolo Maccari)

Dall'avvento della meccanica quantistica, gli scienziati ci hanno detto che poche cose sono come sembrano e nulla è certo.
Pensa alle possibilità straordinarie che questo comporta: quando nulla è certo, tutto è possibile.
—  Paul Wilson

anonymous asked:

Cos'è l'amore?

L'amore è svegliarsi la mattina e pensare a lei.
L'amore è sorridere al suo buongiorno, è pensare che senza il suo buongiorno non sarà una bella giornata.
L'amore è chiederle come sta non tanto per chiederlo ma perchè interessa davvero la risposta.
L'amore è cercare di farla star bene.
L'amore è cercare di farla sorridere.
L'amore è rassicurarla se ha paura.
L'amore è tirarla su di morale se è triste.
L'amore è aver paura di perderla.
L'amore è sentirla tua.
L'amore è essere gelosi.
L'amore è quando non vuoi che altre persone le diano attenzioni speciali.
L'amore è aver voglia di guardarla in silenzio.
L'amore è aver voglia di sentire il suo respiro.
L'amore è aver voglia di abbracciarla.
L'amore è aver voglia di baciarla.
L'amore è aver voglia di accarezzarla.
L'amore è aver voglia di sentire il suo profumo.
L'amore è aver voglia di coccolarla.
L'amore è aver voglia di farla tua.
L'amore è proteggerla.
L'amore è tenerla tra le tue braccia e pensare che non ci sia cosa migliore.
L'amore è sorridere per strada pensando a lei.
L'amore è stare a scuola e non seguire la lezione perchè lei è il tuo pensiero fisso.
L'amore è non riuscire a studiare perchè la sua mancanza è troppa.
L'amore è rischiare.
L'amore è andare contro tutti.
L'amore è amare nonostante tutto.
L'amore è prendere quel treno e andare da lei.
L'amore è non fermarsi alla prima difficoltà.
L'amore è andare avanti sempre insieme.
L'amore è voler dormire con lei.
L'amore è non lasciarla andare.
L'amore è sorridere ad un suo messaggio.
L'amore è aspettare con ansia un suo messaggio.
L'amore è voler sentire la sua voce.
L'amore è non dormire senza la sua buonanotte.
L'amore è andare a dormire serenamente grazie a lei.
L'amore è aver voglia di chiamarla anche alle tre di notte solo per dirle che ti manca.
L'amore è felicità.
L'amore è tanto, troppo per spiegarlo solo con le parole.
L'amore va oltre.
L'amore è fatto di sguardi, gesti e piccole attenzioni.
L'amore è lei.
L'amore mio è lei.
L'amore è la persona a cui hai pensato leggendo questo.

Tieni stretto ciò che è buono,
anche se è un pugno di terra.

Tieni stretto ciò in cui credi,
anche se è un albero solitario.

Tieni stretto ciò che devi fare,
anche se è molto lontano da qui.

Tieni stretta la vita,
anche se è più facile lasciarsi andare.

Tieni stretta la mia mano,
anche quando mi sono allontanato da te.

— 

Poesia indiana

Quel che non c'è più.

C'è profumo

di tigli

sfiori

e di ricordo

d'estati

trascorse.

-

Tremano

le stelle

nel freddo

della sera,

e il silenzio

dei grilli

è assordante.

-

Si piegano

i rami

al vento,

e nella notte

le foglie

sì fanno

ricordo.

Alice: Non ci rivedremo più…
Cappellaio: Ci rivedremo. Nei giardini della memoria, nel palazzo dei sogni…
Alice: Ma i sogni non sono realtà!
Cappellaio: E chi può dire cosa è o non è?
Lewis Carroll

“Non sappiamo cos’è l’amore come non sappiamo cosa è la luce,  cos’è la vita, perché si muore, perché si nasce, come mai il quadrato costruito sui cateti ecc. ecc. Insomma, non sappiamo  cosa sia l’amore ma sappiamo che esiste, ne abbiamo esperienza. Anzi, forse alla fine è l’unica cosa di cui possiamo affermare l’esistenza”..

Guadagnare con la pseudoscienza
  • masuoka: Incredibile come riesca a circolare certa pseudoscienza [vedi precedente post sulla decima dimensione].
  • noneun: Hai ragione a stupirti ma secondo me il problema è che l'argomento è abbastanza complesso e se ne parla poco, quindi è facile essere ingannati, molto più facile che per la Terra Piatta, per dire.
  • masuoka: Quando gli argomenti sono complessi già di per sé, basta un po' di supercazzola infiocchettata bene e la fuffa è servita.
  • noneun: Secondo te se cominciassi anche io a fare supercazzole pseudoscientifiche quanto potrei guadagnarci? Ad esempio un video che spiega come vincere al gioco d'azzardo grazie alla meccanica quantistica quanto verrebbe visualizzato su Youtube?
  • masuoka: Eh, guarda! magari potresti guadagnare tanto in termini di viralità e visibilità. Ma so anche (conoscendo come siam fatti noi...) che non ci riusciresti davvero perché alla fine vincerebbe l'amore per la scienza e la verità ;)
  • noneun: Hai ragione... ma allora potrei fare dei video parodia sulle ciarlatanerie della rete, potrebbe essere divertente, anche se ovviamente sarei sicuro che in molti cadrebbero nell'effetto Poe. In quel caso il guadagno ci sarebbe lo stesso ma come effetto collaterale e moralmente sarei a posto :D
  • masuoka: Concordo :) Purtroppo, tra condivisioni "superficiali" (ossia senza realmente leggere il testo) e condivisioni "ignoranti" (senza capire o pretendendo di capire più degli scienziatoni asserviti alle lobby), è una battaglia persa in partenza anche quella della parodia e dell'ironia... :(
  • noneun: Eh ma ho degli argomenti in mente che sono fortissimi! Ora ti butto giù una lista: 1) come evadere dal carcere grazie all'effetto tunnel quantistico 2) riparare il tessuto spazio temporale con ago e filo 3) fare surf sulle onde gravitazionali.
  • masuoka: Ahahahah

Sei forte

quando succede qualcosa che non volevi succedesse

ma non ti lasci scuotere,

quando tutto è nero ma trovi il modo di vedere a colori

quando non ti scoraggi anche se non c'è niente che è come dovrebbe essere.

Sei forte

quando dici “sto bene”

e non è vero proprio per niente,

quando piangi di nascosto da tutti

però per gli altri ci sei sempre,

quando avresti voglia di piangere

ma invece ridi

e fai a pugni con l'odio che hai dentro

per sconfiggerlo,

sei forte quando

hai paura di tutto

ma affronti tutto quanto

e poi quando

superi le cose

insormontabili,

sei forte quando dici “non fa niente”

quando una lacrima ti attraversa il volto

e tu dici “non è niente”

quando avresti bisogno di un abbraccio, di una mano sulle mani

ma ti consoli da sola,

quando dalla sofferenza

non ti fai abbattere

e non ti fai cambiare.

Sei forte

quando non crolli

anche se crollano

le tue certezze

anche se crollano

le tue fortezze:

dove sei a casa

e dopo un po’

non hai più un tetto

sotto cui ripararti

ma sopravvivi

alla tempesta.

Sei forte

quando tutto ti attraversa

ma niente ti sconfigge:

tu sei forte

sei proprio forte

perciò sii forte

perché anche quando sei debole

tu sei la più forte.

anonymous asked:

Vorrei tanto essere felice. Tutti mi dicono che dovrei hai esserlo essendo che sono fidanzata ma non hanno capito che lui è l'unica cosa che mi tiene in vita, io senza lui sarei niente. Sono infelice della mia vita, del fatto che Non sto vivendo ma sto solamente sopravvivendo.

Le persone sono superficiali.
Solo perché apparentemente sembri felice fato che magari sorrisi non significa che sei SEMPRE felice.
Siamo umani.
Siamo fatti di alti e bassi, di luce e ombra, di gioia e dolore.
Talvolta ci sentiamo in un turbinio di tristezza dalla quale non vediamo via d'uscita.
Di sentiamo inghiottire, affoghiamo nella nostra oscurità.
Ci sentiamo perse e sbagliate per varie ragioni, e nessuno, crediamo, possa capirci.
E forse è davvero così.
Non è facile.
Non è facile nemmeno spiegare come ci si sente.
Cosa si prova dentro.
Non troviamo nomi per indicare quel vuoto che ci dilania, quel senso di mancanza che è costantemente con noi.

Sono certa che lui, ciononostante, saprà farti sorridere.
Saprà farti sentire amata e meno triste.
Ti farà sorridere di più e lentamente la tua luce tornerà, anche grazie a lui.
Perché grazie a lui ti sentirai più compresa, più intera.
Le tue paure si rimpiccioliranno e le nuvole scure della tua vita di disgregheranno, schiudendo il cielo chiaro sotto loro.
E si, sarai felice.

La doppia fenditura

Questioni scabrose

Da quale delle due fenditure passerà mai il fotone? (Sempre a pensare al sesso). Se non guardi le fenditure, il fotone, da quanto di mondo qual è, è come se le attraversasse tutte e due per non far torto a nessuno, comportandosi di fatto da onda, se vi piace invece fare i guardoni e vicino alle fenditure ci piazzate un bel rilevatore wich-way il fotone per tutta risposta si farà più timido e si comporterà da bravo ragazzo passando dall'una o dall'altra in forma di particella.

Com'è possibile che un fotone attraversi due fenditure contemporaneamente? Uno dei segreti più ben custoditi in natura, segreto professionale. Cosicché non si poté far altro che prendere atto della doppia natura onda/corpuscolo delle particelle subatomiche e della radiazione elettromagnetica (tutto quel che sta per dimensioni al di sotto dell'atomo si comporta così). Quando non le guardi fanno i comodi loro, se le guardi fanno i comodi tuoi. Non crediate, era difficile da mandare giù, Einstein stesso era il primo a non crederci, eppure…

L‘interpretazione di Copenaghen intervenne per tagliare corto sulla questione:

Primo. Non esistono variabili nascoste che possano giustificare obiezioni che si fondino su una conoscenza limitata dei dati, la meccanica quantistica descrive la realtà così com'è, non ne è una descrizione approssimata.

Secondo. Inutile domandarsi dove si trova la particella quando non la si misura, la meccanica quantistica procede per quantità osservabili, e quando si osserva una particella espressa in funzione d'onda (probabilità di trovarla in un certo “luogo”) essa si rivela solo attraverso il collasso della funzione (quando la illumini con una torcia quella si fa trovare in flagranza, altrimenti continua a giocare a nascondino).

Ti sembra troppo? E’ ancora troppo poco.

Little bang

È un po’ di notti che mi fermo a guardare il cielo, ebbene: secondo me l'universo non è in espansione. È sempre uguale. Fermo, lì, immobile. Sono più in espansione io, per dire. E parlo di incazzatura eh, non di panza.

wanttobenothing  asked:

Quella cosa...quella cosa che dovresti sentire, ma non senti. Quando dovresti essere felice, con nessuna ragione per essere desolato, eppure lo sei. Questo é quello che sento

Beh fai bene sorridere anche per nessuna ragione anche se la vita non è fatto tutti fiori è arcobaleni, però un sorriso ci basta sempre per risplendere la giornata