暗黙の了解

flickr

Japan2015_273 by Wallace
Via Flickr:
Himeji Castle and Sakura,. Himeji Castle Park (姬路城), . Himeji, Japan

Puoi scegliere

“Ho scelto te” disse “Non importa quanto sia difficile. Non importa cosa diranno le persone. Ogni volta, ho scelto te. Puoi scegliere… Decidi tu se vuoi scegliere me.”
C’erano tante cose che odiavo di lui, il modo in cui mi guardava, i suoi occhi fermi, il suo sguardo io non lo reggevo, il modo in cui riusciva a darmi certezze e a togliermele un attimo dopo, così mi teneva in pugno, come cosa sua. Forse c’erano tante cose che non mi spiegavo, ma quelle stesse, mi hanno fatto innamorare di Max.
“Ho scelto te” dissi.

flickr

Japan2015_200 by Wallace
Via Flickr:
Zenpukuji (善福寺),. Arima Onsen (有馬温泉),. Japan

                                    ❛ ——  Uma moeda por seus pensamentos. —— ❜ Levantou em uma das mãos uma singela moeda de dólar canadense, que provaria ser um pouco inútil no terreno galês onde estavam, mas ainda assim valia a piada para a Tremblay, que estava se sentindo em um ótimo humor, para conversar com qualquer um.      

               hey guys! i know i’ve already done this a couple times, but i just wanted to make a huge apology for how unresponsive i’ve been on here, to both drafts and messages in general. at first i thought it was bc grad school apps were just Looming over me but now that i’m done with those, i’m still kind of stuck in this rut. and i’ve realized it’s actually because i’ve been working more…on account of my parents pulling the whole ‘you’re not in school why aren’t you working all the time’ so. and my job involves 8 straight hours of talking and socializing with people, which doesn’t sound like much, but after days of doing that, my mental health cocktail of bullshit just. can’t deal lol. so whenever i get like a second alone, my head just … needs to decompress and be alone so like every message is stressful as fuck and i’m so sorry :(( i know i’ve been an asshole just ignoring people and i promise i’m not angry with anyone i’m just. trying to deal. not to mention my home life is not so bueno my dudes.

               but i’m really going to try to make a concerted effort, which idk will be successful, but…yeah…please bear with me, and thank you all of you lovelies for still puttin’ up w/ my bullshit. i’m gonna also try to work through the very, very slow process of revamping my theme and my tags, so hopefully that will kick me in the ass, too.

                                    meet li wei protein!

Wei é nadador profissional e isso faz dele um membro mais do que honorário no time de natação, porque apesar dos apesares ele não pode largar o que mais ama fazer. Está no clube de jornalismo como redator e no clube de leitura e está do terceiro ano do curso de Educação Física. Junto com seu irmão gêmeo veio da China e entraram para a Sigma Chi. 

plots + cnns + about !

Keep reading

Io, Blue e Neil Young / Frammenti di un arrivederci

Fuori c'era un nebbione che solo chi abita da queste parti può capire che roba fosse. Io ero tappato in casa per tutto il pomeriggio in attesa di un tecnico Telecom che ovviamente è arrivato tardissimo. Ho giocato con la gatta quasi tutto il tempo cercando di scacciare dalla mente il pensiero fisso che da giorni mi assillava. L'indomani saremmo partiti per Praga e questo prevedeva la prima separazione da Blue dalla sera in cui l'avevamo portata a casa. É andato tutto più o meno bene, cioè sono riuscito grossomodo ad arginare le mie ansie pressanti, fino a quando non è arrivato il momento di prendere il trasportino. Lì l'emotività mi ha fregato, lì è crollata la diga che avevo alzato a separare la logica dall'irrazionale che avevo dentro. Mi sono chinato e l'ho guardata, quindi mi sono sciolto e ho cominciato a piangere. Blue mi ha guardato, ha miagolato e si è avvicinata tutta fusa e strusciate, ho pensato a quella storia del sesto senso degli animali e ho pianto ancora di più, sentendomi stupido come mi sento stupido adesso che mi accingo a condividere il ricordo con gente che penserà (giustamente) “ehi, che razza di idiota". Ma, che cavolo, è così che sono fatto io: tutto istinto ed emozione per certe cose o freddezza e razionalità per altre, a seconda. Ad ogni modo, l'ho caricata nel trasportino e portata in macchina, insieme ci siamo lanciati nella nebbia fitta da far schifo e per tutto il tempo che è durato il tragitto ho parlato alla gatta, dicendole che saremmo tornati presto ma lei vai a capire cosa può aver pensato, spaventata come doveva essere, poveretta! Nel frattempo, giusto per non sembrare un perfetto imbecille agli occhi di mia madre e mia sorella, mi sono imposto una regolata e ce l'ho quasi fatta fino a quando la mia fidata K-Rock non ha pensato di trasmettere “Like a Hurricane” con la voce straziante da dolore incombente di Neil Young e allora tanti saluti ai buoni propositi e ho ricominciato a frignare. Di quella sera così terribile, assurda e improbabile ricordo la nebbia, ricordo quella canzone e ricordo l'apprensione elevata all'ennesima potenza che mi ha portato al collasso nervoso. Ricordo Blue al mio fianco, probabilmente impaurita, mentre invano cercavo una sorta di contatto telepatico con lei mediante le parole che, speravo, riuscissero ad arrivare intatte nel loro significato al suo cervello felino. Like a hurricane, tutte le volte che la sento, mi trasmette adesso un senso di disagio e smarrimento, la qual cosa è un peccato dato che si tratta di un gran pezzo.

4

“It would be my pleasure.”

Ci sono giorni dove muori
oggi è uno di questi

quando dici va bene così,
ma con gli occhi spenti

fuori è grigio e dentro anche,
ed ogni cosa a cui penso
non è un granchè

la pioggia inganna è una bugiarda
e prende in giro molti
perché sembra solo acqua e

invece son ricordi.