~o

8

Digimon Adventure Tri, a 6 part OVA series will be released in theaters starting on November 21, 2015.

The Cast is as follows.

Chosen Children

  • Taichi Yagami: Natsuki Hanae (Ken Kaneki [Tokyo Ghoul])
  • Yamato Ishida: Yoshimasa Hosoya (Reiner Braun [Attack of Titan]
  • Sora Takenouchi: Suzuko Mimori ( Hisui E. Fiore [Fairy Tail])
  • Koushiro Izumi: Mutsumi Tamura ( young Kakashi Hatake [Naruto Shippuden])
  • Mimi Tachikawa: Hitomi Yoshida ( [Katekyou Hitman Reborn!], 
  • Jyou Kido: Junya Ikeda (Ataru Suruga [Majestic Prince])
  • Takeru Takaishi: Junya Enoki (Shion Kiba [Cardfight!! Vanguard G])
  • Hikari Yagami: M.A.O/Mao Ichimichi (Rin [DD Hokuto no Ken])

Digimon

  • Agumon: Chika Sakamoto ( Nuriko [Fushigi Yuugi])
  • Gabumon: Mayumi Yamaguchi (Li Jianliang [Digimon Tamers])
  • Biyomon: Atori Shigematsu
  • Tentomon: Takahiro Sakurai ( Sting Eucliffe [Fairy Tail])
  • Palmon: Keiko Yamada  (Kaori Shimakura [Ojamajo Doremi]
  • Gomamon: Junko Takeuchi ( Sabo [One Piece])
  • Patamon: Miwa Matsumoto( Chiharu Mihara [Cardcaptor Sakura])
  • Gatomon: Yuuka Tokumitsu (Rina Takashimizu [Futari wa Pretty Cure])

Sa mga nag anon, wala kong lam sa mga pinagsasabi niyo ah tsaka ang weweird ng mga tanong niyo. Pakibawas bawasan pagiging chismosa/o, nakakainis na. 

remember this post going around where someone wondered about if ‘monosexuals’ look at a beautiful person and then go “oh, wrong gender”, and everybody was like “noooo, that’s not how it works omg”

I know this probably isn’t good lesbian etiquette or whatever but the “oh, wrong gender” situation actually occurred to me a couple of times. I mean, you go to a mixed party, everybody has the same hair cut, everybody wears “boys’“ clothes. you look at a hot lesbian, do a double take and realize it’s actually a gay boy. 

“oh, wrong gender”, pang of disappointment included

totally happened more than once.

turns out sexual orientation is really about sexual attraction and that is entirely superficial regardless of how many discussions about content of character and beauty of souls we have.

Quello che sto per dirvi non mi fa certo onore, un po’ come postare per errore un video porno sui social cliccando per sbaglio “condividi su Facebook” (che davvero mi chiedo perché ce lo mettono quel tastino lì, chi è che condivide con gli amici, i colleghi e la famiglia un “Barely legal teen solo masturbation in the shower”?).
Il fatto è che io, ogni tanto, vado su un sito di cui non vi dico il nome, per vedere video che di solito tutti gli altri censurano. I temi li potete immaginare: gente sgozzata dall’ISIS, corpi maciullati da un treno, tipi che bruciano, che volano dalla moto a 200 all’ora. E botte. Tante botte. Non le botte scenografiche dei film di Jackie Chan o di Jason Statham, quelle vere, i pugni tirati a caso, i calci in faccia, gli schiaffi a mano aperta, scoordinati e per questo più genuini, violenti. Uomini che massacrano mogli, mogli che, aiutate dalle amiche, umiliano e schiaffeggiano le amanti del marito dopo averle spogliate e trascinate in strada, folla che bastona un presunto ladro o ladra, lo lapida, lo brucia, lo lega a un palo e lo tortura mentre intorno altra folla incita, inneggia alla “giustizia”, concedetemi le virgolette, sociale, spindonadosi per avere il migliore punto di ripresa col telefonino. Anche i luoghi li potete immaginare: Africa, Cina, Sud America, India o Sud-est asiatico.
Non li guardo tutti, anzi, spesso mi fermo al titolo, basta a disgustarmi, ma una cosa ho sempre pensato: “In Italia questo non succede”.
E invece poco fa ho visto il video delle due cinesi che a Milano hanno picchiato la giovane rom, rea di aver tentato il furto di un portafoglio ed ho letto i commenti, tutti italianissimi, della folla che intorno, seppur dietro ad uno schermo incita, inneggia e si complimenta per la violenza che sostituisce la giustizia.
Ma la colpa è mia, della mia ingenuità nel pensare che “In Italia questo non succede”, quando avrei dovuto aggiungere “ancora”.
Dear sa taong nagbabasa nito,

Kung nasasaktan ka tama na bitawan mo na, Hindi gagaan yang dinadala mo kung lage kang umiiyak dahil sa iisang dahilan, Matuto kang bumitaw  sa taong hindi ka kayang pahalagahan, Isipin mo din yung mga taong nagiintay sayo, Iyong mga taong handang gawin lahat para sumaya ka, Yung taong aayusin yung mali na nagawa niya, Wag kang kumapit sa taong walang pakialam kung umiiyak ka man o nasasaktan, Everybody deserve to be happy, Don’t settle for less.

Sono tornata in palestra dopo quasi una settimana e mi sento morta, morta! Vorrei dormire per tre giorni di fila o quanto meno riprendere la normale funzionalità dei miei arti inferiori, nonché mangiarmi un brioche piena di gelato.