~capr

Di tanto in tanto mi capitano davanti i soliti post anti scuola e ogni volta la mia mente formula due tipi di pensieri:

1. Ma che cazzo c’avete contro la scuola? Già siete delle capre ignoranti incapaci di mettere insieme due parole di senso compiuto che non siano terribili boiate, già non sapete nemmeno in che regione d’Italia vivete, già confondere Hitler con Stalin , già non siete in grado di coniugare un verbo senza toppare clamorosamente sul congiuntivo e non  vorreste nemmeno andare a scuola? Ma io invece de 5 ore ve ne farei fa 15!

2. Ma che c’avrete da lamentarvi voi che andate a scuola e non avete un cazzo a cui pensare se non fare 4 compitini, che non fate neppure ? Io ve farei vive fuori dalle quattro mura di un’aula, dove non siete protetti nè dagli insegnanti e nè tantomeno dai genitori, dove il pane ve lo dovete sudare e nessuno vi regala  niente. Allora sì, che apprezzereste la scuola! Il vostro problema è che volete tutto subito, senza manco sapere fuori cosa v’aspetta.

La conoscenza vi renderà liberi.

Perché dovete mettervi a fare i moralisti e a dare lezioni di vita quando le uniche informazioni sulle vicende del Paese che avete vi derivano solo da qualche post pubblicato da chissà chi su facebook o twitter?! Piantatela di fare le capre e se davvero possedete le ovvie soluzioni per mettere fine alla crisi, dimostrate qualcosa invece di passare il vostro tempo a criticare l’operato degli altri!

theblogofalh asked:

Character meme: Peter Parker ;)

I’m on mobile so I don’t know how to bold

character: hate them | don’t really capre | like them | LOVE them (THIS ONE) | THEY ARE MY PRECIOUS (ALSO THIS ONE)

ship with: Gwen and Mj I suppose. Idk man, this isn’t hoping you ship will sail (its having to accept a new ship after your first one is viciously sunk) its just taking it like it is. Y’know? (I prefer Gwen though)

general opinions: Precious spider child I have loved since forever. Probably had a great influence on me growing up. Earns my respect as a character. Has a nice booty.

Thanks for the ask!

3

Mucche, maiali, pecore e capre: due milioni di animali scomparsi dal 2008. Fattorie che si svuotano e razze allevate a rischio estinzione. Che sono 130 secondo la Coldiretti. Razze di pecore, mucche e non solo che rischiano di non esistere più. Anche per questo mi aveva incuriosita quello che a Pavia chiamano “il Noè delle mucche”, un allevatore che nella sua tenuta tiene animali da fattoria che esistono nel mondo in pochissimi esemplari. Oggi a Roma c’è stata la benedizione degli animali (Sant’Antonio Abate) e in piazza San Pietro gli allevatori italiani hanno portato mucche, oche, conigli, asini. Qualche esempio di razze in via di estinzione? “I bovini di razza Garfagnina con mantello brinato e pelle di colore ardesia - spiegano da Coldiretti - hanno che una popolazione di appena 145 capi. Di quelli di razza Pontremolese ne sono rimasti appena 46”. Forse portare mucche e caprette in piazza San Pietro può servire, almeno, a far vedere animali che potrebbero non esistere più.

Due compagne del liceo mi accusano di giustificare gli estremisti islamici perché ho scritto su facebook che non sono Charlie, visto che le loro vignette mi fanno cagare e che se fossi stata al posto dello Stato le avrei censurate.
E queste cose le avrei dette anche prima della strage e forse lo avrebbero detto anche loro. Solo, visto che sono morti per mano di pazzi devo difendere la loro libertà di espressione.
Ho ripetuto cento volte il mio punto di vista e non lo capiscono. A un certo punto avrei voluto scrivere “Sentite capre, se al liceo invece di truccarvi e pensare a fare shopping, aveste letto qualche libro in più, oggi capire l’ italiano non sarebbe stato così difficile per voi”
Vedete? Anche la mia libertà di espressione è limitata.

Bene, ho anche provato l’ebrezza di essere bloccata su fb.
A quanto pare chiedere un’informazione per un progetto con cui eventualmente collaborare, dando già un indirizzo mail non è sufficiente.
Neanche il tempo di pensare se l’opzione fa per me, che tizio/tizia chiede subito il numero di cellulare senza presentarsi in prima persona insistendo, e non vedendo risposta da parte mia mi blocca.
Avrò agito male io ad offrirmi mia sponte ma neanche dare tempo per capire e subito bloccare, mi sembra da sciocchi.
Il mondo non lo capisco più, probabilmente non l’ho mai capito.
A scuola i miei studenti perdonate la finezza, ma son delle capre umane.
Non hanno mai voglia di fare nulla di nulla, ogni volta mi sgolo, e torno a casa più stanca di prima.
Dei giorni che mi sento malino fisicamente e poi F. che si comporta da egoista, fatto l’esame della patente oggi, gli chiedo com’è andata. “Bene”. Fine. Intanto fa il suo.
E io ci rimango male, perché mi interesso sempre e troppo quando non dovrei, sopratutto perché gli sforzi immensi per noi gli ho fatti prevalentemente io.
La classica giornata DIMMMMERDA.
Bone, io ascolto Hozier e vo a letto, almeno lui non mi tratterà a pesci in faccia.

anonymous asked:

Certo che le persone fanno proprio schifo. Stavo parlando con un ragazzo e facendo delle domande gli ho detto che non sono mai stata fidanzata (ho 14 anni). Sai che risponde? "Ma sei talmente brutta che nessuno ti vuole?". Mi vergogno ad essere della sua stessa generazione, solo le capre possono ragionare in questo modo. Ma come si fa ahahah.

Alcune persone sono peggio delle capre fidati

9

Si è concluso il 25 gennaio il nostro progetto "L’argan e le capre", realizzato in collaborazione con Veterinari Senza Frontiere e associazione Mani (Parma), grazie a un finanziamento dell’8x100 della Chiesa Valdese.

L’obiettivo era impiantare degli allevamenti di piccola scala affidati alle associazioni e cooperative femminili nelle località di Foum Zguid, Akka (Tata), Aglou (Tiznit) e Ouled Frej (El Jadida), nel sud e centro del Marocco.

Nelle foto vediamo alcuni momenti della formazione delle beneficiarie, selezione dei capi, attivazione dei microallevamenti, contesto di benessere degli animali. L’ottica che ha guidato il progetto, secondo la filosofia di VSF, è che il benessere degli animali non può essere disgiunto dal benessere dell’ambiente e quindi garantisce anche il benessere delle persone.

Grazie ai veterinari Pietro Venezia, che ha condotto il progetto, e Alessandro Broglia, presidente di SIVtro-VSF Italia!