Tutto quello che bramavo era la libertà mentale, era quello che stato d’animo di leggerezza che ormai da anni non assaporavo più. Bramavo stabilità emotiva, fisica e mentale, visto che i miei comportamenti non possono essere considerati opportuni. Cercavo tutto ciò che mi riportasse ad essere ciò che davvero ero, alla mia personalità, a quello che mi piaceva di me. Avevo perso tutto, perfino me stessa, addirittura la mia dignità. Ero entrata nel tunnel e non riuscivo più ad uscirne e la cosa peggiore era che avevo fatto tutto da sola. Era un misto di così tante e contrastanti emozioni difficili da tenere dentro, così le incanalavo in una sola persona, in tanti ricordi che portano a te.
Da tempo ormai cercavo di guardarmi intorno. Non volevo trovare un’altra persona, cercavo solo distrazioni e novità: andava sempre peggio. Forse non basta essere positivi, aspettare qualcosa, facendo qualcosa passo in avanti a volte. Forse esistono davvero molti amori per ogni persona e, per trovarli, bisogna solo andare avanti e lasciare andare il passato e le persone che non fanno più parte della nostra vita. Inutile forzare i rapporti; credere che esista una ed un’unica persona per noi serve soltanto a farci sentire tutti un po’ più preziosi e importanti. Forse non basta agire per il futuro continuando a guardarsi indietro, forse serve soltanto mollare la presa e lasciarsi tutto alle spalle. Soltanto, fosse semplice adesso non mi ritroverei ancora qui dopo troppo tempo. Tutto nella mia vita era fuori posto, in disordine, anche se nel mio caos ci capivo, questo non vuol dire che altre persone siano disposte ad accettarlo e condiverle con me. Le persone danneggiate si vedono, nonostante tutti gli sforzi, si legge nei loro occhi la stanchezza, la tristezza, il grigiore e l’aria spaesata di chi non sembra mai essere nel posto giusto. Una sera stesa tra le sue braccia mi ricordo una strana, ma bellissima sensazione di leggerezza, mi sentivo a casa, nel posto giusto, al momento giusto, con la persona giusto. Il mio caos sembrava aver trovato un senso ed i miei dissidi la pace. Mentre stavo così bene, rivolgevo lo sguardo fuori dalla finestra, il cielo stellato di una fredda notte d’inverno e improvvisamente i miei occhi sprofondavano nel vuoto dolcemente, quello che non fa paura, un respiro e le palpebre si chiusero riposando. Il respiro ancora un po’ affannato andava al ritmo sostenuto dei battiti del cuore. L’amore.
Non dovrei pensare a questo, soprattutto svendo conferma delle illusioni e dalle delusioni per non aver trasmesso tutto ciò a chi stavo abbracciando. Niente sarà più come prima, perché non lo è mai stato. Ho convissuto con te ogni giorno della mia vita da quando ti ho conosciuto. Che sia per cinque ore o tre minuti e mezzo non è passato un giorno in cui non ti abbia pensato.
Non ho paura a stare da sola, ormai ci sono abituata, anche se ho la nascosta tendenza di attaccarmi a tutto coloro che mi fanno capire anche solo un minimo di tenerci. Puntualmente poco dopo mi brucio e faccio dei passi indietro. Ho perso la mia strada ed il mio corpo, ho perso molte persone e probabilmente anche i valori della vita. Non sono certo questi i veri problemi, mi dico cercando di rincuorarmi e spronarmi. Mi fa sentire ancora peggio, una persona che quasi disprezza tutto quello che ha. La verità è che sono cambiata così tanto che non m’importa. Piuttosto che togliermi tutto, preferirei non aver mai ricevuto niente, preferirei addirittura sparire e non esserci più, almeno non qui. Il nostro futuro lo creiamo noi col nostro spirito e carattere. Li ho persi. Ero così coinvolta a prendermi cura di te e di noi da lontano da aver tralasciato di portare avanti la mia vita e le mie passioni. Mi sembra di scorgere solo delusioni e, se da una parte vorrei riuscire a non provare più niente, dall’altra non ce la faccio ad abbandonare tutto questo, anche se mi fa implodere lentamente, prosciugandomi di ogni parte di me. Ho paura di non ricordare certi stati d’animo, sebbene negativi.
Il periodo attuale mi ricorda molto quella fase di transizioni di due anni fa: l’autunno e l’inverno più spaventosi e orribili di tutti i tempi. Piango anche solo a ricordarli, a ricordarmi. Piango anche solo all’idea di ritornare ad essere così, come una delle tante fasi che ho attraversato. Ho paura, però, di non riuscire davvero a sentire più niente, solo apatia. Ho paura di questo detto d’animo, anche se in un certo senso è uno dei miei obiettivi, in assenza di alternative. Sii quello che vuoi essere, ma non ho niente, mi ricordo a malapena la mia libertà da ogni preoccupazione, da ogni ostacolo. Quella libertà che forse posso solo raggiungere lasciando andare, lasciandoti andare per sempre, insieme ai ricordi.
6.9.2014 2:8

🌻🌻🌻🌻🌻

I (finally!) got a call from the owner of the flower shop I applied at last week and I officially have an interview on Friday! I would be so happy to work with sweet little flowers, especially since the job I have now is working with miserable, unappreciative monsters.

Please send lots of positive vibes my way! This job would really help me out and be the first step towards getting my car fixed so that I can continue moving forward with my life. So please, send me lots of love, light, and support!

They call it forever 21 because I was in there for HOURS. Finally getting new bras. They feel fantastic. My wallet looks a bit empty though… #shopping #tired #keepgoing #sizenine #newpants #gettingcute #losingweightisaprocess #readytogobacktothegym #feelingbetter #trytostaypositive #toomuchmoney #somanypants #worthit #brasaresoexpensive #34DDconfusion #sorryboobs #loveyou #forevertitties

Text
Photo
Quote
Link
Chat
Audio
Video