sborro

2

Comincio a chiavarla lentamente, Susy ansima, sta già godendo e non risparmio colpi alla fica. È un lago di umori, dentro. Tiro fuori completamente il cazzo per poi ricacciarlo dentro all'improvviso.

Tra un po’ sborro. Ti avviso subito che ti vengo dentro — dico ansimando.
— Va bene — mi risponde eccitata, anche lei sulla soglia dell'orgasmo.
Pochi minuti dopo sento la fica che mi stringe in una morsa e che. Sento le pareti della fichetta avvolgere la mia verga, il calore dei suoi umori.
Prendo a chiavarla con foga. Riesco a resistere ancora un poco. Lei invece la sento mugolare mentre Tommy le scopa la bocca.
Susy ansima sempre più rapidamente. Allora accelero le spinte perché anche io sono sul punto di venire.
— Oh… ah… ah… -

2

La faccio mettere alla missionaia, con le gambe spalancate e attaccate al corpo, cosi da mettere in mostra il suo bel buchino dietro, oramai spalancato dalle dita.
Vi appoggio la cappella e piano piano piano spingo. Mi aspettavo più resistenza, invece entro facilmente e decido di torturarla per bene. Resto con la cappella mezza fuori, senza entrare del tutto ne uscire. Lei mi supplica di fotterle il culo, non vuole altro, ma deve sudarselo.
Dopo qualche minuto è al limite. Il suo buchino ormai è totalmente ammorbidito e aperto e senza nemmeno pensare se potessi farle male lo spingo tutto dentro fino alla base nel suo bellissimo culo.
Inizio a pompare forte, senza sosta, facendola godere come una maiala. Ad ogni spinta spruzzano fuori succhi dalla sua fica; il suo viso, in genere cosi dolce e sensuale, ora è contorto in una maschera di puro piacere.
Vorrei che tutto questo non finisse mai ma sono sul punto di venire e non posso trattenermi. Le sborro nel culo, inondandole l'intestino con il mio caldo e denso latte. Uno, due, tre, cinque, dieci spruzzi copiosi la riempiono, e ad ogni spruzzo sussulta, geme, è in estasi.