A Francavilla Fontana (Brindisi), il più grande e originale omaggio dedicato alla band calabrese Brunori Sas. E' il 'Brunori Café' realizzato in un vecchio locale ristrutturato per il caso. All'interno, dolci, liquori, le frasi tratte dalle canzoni di Dario Brunori, un ritratto del leader e il suo simbolo, occhiali-baffi, che campeggia un ovunque! E ovviamente tutta la sua musica.

immagine

"Ciaoo ragazze ero @summer_paradise._
Ho ristrutturato la page perchè ho deciso di dedicarla al mio idolo @neymarjr infatti ho lasciato solo le sue foto.
Ovviamente non continuo la fanfiction primo perchè non ne ho tempo e poi perche ho cambiato stile della page.
Ora posterò solo foto di neymar posterò delle notizie riguardo lui e la sua squadra di appartenenza, scriverò in inglese italiano e brasiliano.
Posterò traduzioni per chi me le chiederà
Spero che vi piace l’idea!!♥♥♥” user welove_neymarjr commented after posting this #worldcup2014-tagged photo to Instagram.

Il Ristorante Butterfly nasce nel dicembre del 1997 dalla passione di Mariella e Fabrizio per la cucina il Ristorante Butterfly, il nome in onore a Giacomo Puccini da cui l’opera omonima cui siamo molto legati.
Da quel dicembre 1997 il locale è cresciuto e si è rinnovato nella cucina e nell’ambiente.
Dal 2002 coroniamo il sogno di un ambiente tutto nostro, realizzato in un parco di 5000 mq. con uno splendido casolare ristrutturato suddiviso in piccole sale, che rispettano la struttura originaria, e che permettono cene in tranquillità e riservatezza.Nel 2008 la guida Michelin premia la nostra passione con la Stella.

Il locale dispone inoltre di una saletta riservata con un unico tavolo da 2 a 6 persone.
D’estate si cena nel giardino immerso nel verde, con il bagliore delle fiaccole per una serata indimenticabile.
La cantina è ampia e spazia tra etichette toscane italiane ed estere, circa 200.

Ottima scelta di vini da dessert (tutti offerti anche a calice) e di distillati anche di grande pregio.

I dessert curati dalla Patron Mariella sono tutti di nostra produzione e rappresentano uno dei nostri cavalli di battaglia, sia per i sapori che le presentazioni.

Insomma, una serata al Butterfly è una serata da ricordare… una cena che dà emozioni… e noi facciamo di tutto perchè lo sia sempre di più.

Filosofia

Una cucina creativa, ma legata al territorio, che spesso propone sapori antichi in consistenze e forme sorprendenti.

Una continua ricerca della materia prima migliore e la cura delle piccole nicchie di prodotti locali particolari.

Tutto questo per offrirvi piatti dai sapori veri, non mascherati.

Vogliamo riversare nelle nostre proposte la grande passione che ci caratterizza da sempre: per questo anche la presentazione riveste una enorme importanza.

Ogni piatto, dall’antipasto al dessert, è curato nei minimi particolari perché una sera al Butterfly sia una sera da ricordare.

S.S.12 del Brennero, 192 Marlia, Lucca, Italia Tel. +39 0583 307573  

Ristorante Butterfly. Lucca Il Ristorante Butterfly nasce nel dicembre del 1997 dalla passione di Mariella e Fabrizio per la cucina il Ristorante Butterfly, il nome in onore a Giacomo Puccini da cui l’opera omonima cui siamo molto legati.

http://consulenzateamscandola.jimdo.com/portale-immobiliare/

Svizzera Lugano Besso, vendesi luminoso appartamento , totalmente ristrutturato 80 Mq: ingresso,soggiorno,2 camere, cucina, bagno, ampio balcone, cantina e grande box.

Suiza Lugano Besso se vende luminoso departamento totalmente remodelado de 80 M2: entrada,living,dos dormitorios,cocina,baño, grande balcón , deposito y grande garaje.

Schweiz Lugano Besso zu verkaufen eine helle Wohnung, Komplett renoviert, von 80 Qm: Eingang, Wohnzimmer, zwei Schlafzimmer, Kühe , Bad, eines großen Balkon, Keller, große Garage.

Switzerland Lugano Besso , to sell an apartment, completely renovated, , of 80 sqm. : entrance, living room , two bedrooms , cows, bath, large balcony, cellar, large Garage.

Price: 620.000 CHF

Certificazione energetica - grupo G
Certificación energética
Energieausweis und Heizwärmebedarf (HWB)
Energy certification

L’aquila Consulenze
Mail: laquila58@gmail.com
Skype: wohnung58

Perugia, Modernissimo riapre entro Natale. Lanciati azionariato diffuso e crowdfunding:

Il cinema si chiamerà «Postmodernissimo», avrà tre sale e in una sarà lo spettatore a scegliere cosa vedere. Servono 300 mila euro. Online il nuovo sito.

Riaprirà i battenti entro Natale lo storico cinema Modernissimo di Perugia che si chiamerà Postmodernissimo. A dargli nuova vita quattro ragazzi perugini (Ivan Frenguelli, Andrea Mincigrucci, Andrea Frenguelli e Giacomo Caldarelli) che hanno costituito una cooperativa, l’«Anonima impresa sociale», e che da martedì sono sbarcati sui social network lanciando anche una campagna di raccolta fondi attraverso il nuovo sito. Già, perché il cinema di via del Carmine, in fondo a via della Viola, ha bisogno di essere ristrutturato in profondità e quindi servono circa 300 mila euro, in parte da reperire attraverso l’aiuto di tutti. «I cittadini – come ha spigato Cardarelli ai microfoni del Tgr Rai – possono diventare soci acquistando un’azione a cento euro». Oltre all’azionariato diffuso, a cui sarà possibile partecipare dal 10 settembre, è partito anche il crowdfunding online, grazie al quale si possono donare alla causa da dieci euro in su.

IL SITO E LE INFO SU COME ADERIRE

Crowdfunding A seconda delle cifre, che arrivano fino a mille euro, chi vorrà potrà comprare delle card che garantiscono benefici e gadget sempre più consistenti a seconda di quanto versato: con 100 euro, ad esempio, si può comprare una ‘tessera sostenitore’ con diritto ad un ingresso omaggio nel giorno del proprio compleanno, a ricevere mailing list e informazioni con 24 ore d’anticipo, promozioni e sconti al bar e al cinema, 10 biglietti omaggio, una shopping bag e una t-shirt o una stampa serigrafica. Mille euro costa invece la ‘tessera acciaio’ con la quale, tra le altre cose, si acquista simbolicamente una poltrona della sala e ci si garantisce un ingresso illimitato per il primo e per il secondo anno.

image

Il progetto Le sale del cinema saranno tre: una da 160 posti, una da 60 e una da 30 che gli spettatori potranno affittare decidendo, dopo averlo scelto da una selezione, quale film vedere. Il Postmodernissimo non sarà però solo cinema. L’ambizione dei quattro ragazzi perugini è infatti quella di creare un centro polivalente per le arti visive, con spazi dedicati ad una piccola stagione teatrale, ai reading, ai concerti acustici. In più ci sarà un piccolo spazio dove bere e mangiare prodotti tipici e non solo. «L’idea di riaprire il cinema – spiega Ivan Frenguelli – è nata al festival di Venezia. Al centro del progetto c’è l’esigenza di riportare lo spettatore al centro della sala, uno spettatore non pensato come fruitore passivo di un prodotto bensì come cogestore». Lunedì, giorno in cui partiranno i lavori, l’intero progetto che permetterà di dare nuova vita al cinema chiuso nel 2000, verrà presentato alla stampa.

New Post has been published on Videodomani news video e notizie

New Post has been published on http://videodomani.com/appartamento-in-vendita-via-guglielmo-marconi-scalea/

Appartamento in Vendita, via Guglielmo Marconi - Scalea

Vedi tutti i dettagli dell’annuncio su Immobiliare.it:
http://www.immobiliare.it/44882050-Ve…

Descrizione annuncio:
RIF.361
Scalea Via G. Marconi Trilocale ristrutturato ubicato al piano Terra , complessivi mq.65 composto da: ampio soggiorno con a/c, camera, cameretta, bagno, ampio terrazzo di mq. 20 posto auto assegnato, distanza dal mare circa 250 metri. Costo 69.000

Classe energetica: G ≥ 175 kWh/m² anno

L’ARCO IMMOBILIARE
Via Lauro, 194 – Scalea
Tel. 098521224 – 0985920896 – 3387495902

Aperto nel 2003 dalla Famiglia Carboni, ma soprattutto per il desiderio di creare qualcosa di unico di Letizia, vera artefice di tutto ciò che oggi si presenta entrando alla Locanda degli Artisti.

Sergio Carboni, chef e patron di questo locale, porta avanti con esperienza e passione l’arte culinaria tramandata da quattro generazioni di una famiglia di ristoratori, ormai alla soglia del centenario di attività.

Passato dalla cinquantennale storia del famoso Ristorante Italia di Torre de Picenardi, continua dal 2003 il suo sapiente lavoro alla Locanda degli Artisti, con la collaborazione del figlio Michele, attento interlocutore con i clienti e sempre pronto a dare un consiglio professionale sui vini e dal nipote Daniele, perfetto supervisore della sala e vigile ad ogni necessità della clientela.

La Locanda degli Artisti sorge in un piccolo borgo sapientemente ristrutturato, un luogo alquanto suggestivo dove i ritmi tranquilli e l’atmosfera che vi si respira portano indietro nel tempo. Il recupero meticoloso della vecchia stalla, del barchessale e del fienile di questa piccola cascina tipica cremonese, hanno creato alla Locanda degli Artisti un ambiente dai toni caldi e accoglienti dove lo star bene diventa condizione di priorità.

Le salette dalle mille tonalità cromatiche e dal sapore rustico-elegante permettono di godere con serenità il tuo pasto in questo luogo ameno.

La cantina è un angolo di suggestione con una finestra che guarda sulla sala. Vi trovano dimora circa 350 etichette di vini con prevalenza italiani, una piccola e interessante proposta di vini esteri e per finire con un’intrigante scelta di distillati. Alzando la testa si spazia con lo sguardo sui salumi appesi come ad incentivarne l’assaggio. L’invito ad entrare in cantina per noi è d’obbligo e per voi piacevole prologo al sontuoso pranzo.

Dalle sapienti mani e dall’esperienza dello chef Sergio Carboni la materia prima prende forma e si tramuta in deliziosi piatti dove rispetto della tradizione e ricerca creativa trovano uno splendido connubio. La ricerca quasi maniacale di Sergio nella qualità delle materie e nei prodotti del territorio danno un valore aggiunto a tutti i piatti che la locanda propone, deliziando il palato dei commensali. La proposta della locanda cambia costantemente seguendo il filo logico delle stagioni e in base a questo, alla reperibilità dei prodotti. Trova quindi spazio una varietà di carni e pesci, non tralasciando i salumi di propria produzione e i formaggi selezionati.

50€/75€

Via xxv aprile, 13/1 | Cappella dei Picenardi, 26030 Cappella De’ Picenardi, Italia Tel. 0372-835576

Ristorante Locanda degli Artisti. Cremona Aperto nel 2003 dalla Famiglia Carboni, ma soprattutto per il desiderio di creare qualcosa di unico di Letizia, vera artefice di tutto ciò che oggi si presenta entrando alla Locanda degli Artisti.
Per esempio, nel suo discorso dopo la vittoria delle primarie ha ristrutturato il concetto di sinistra dicendo: «Questa non è la fine della sinistra». Una simile rassicurazione non dovrebbe essere necessaria, quindi lascia intendere che qualcosa sta cambiando. Poi in altri passaggi: «Si può essere di sinistra anche senza pensare che la parola merito sia una parolaccia.» «Per combattere la povertà non servono le manifestazioni, serve creare ricchezza.» «Anche il sindacato deve cambiare con noi.»
HOUSE MILANO Real Estate & Fashion Design | 2 locali in Vendita A MILANO (De Angeli/ Vercelli/ Washinghton)

HOUSE MILANO Real Estate & Fashion Design | 2 locali in Vendita A MILANO (De Angeli/ Vercelli/ Washinghton)

Milano, Via Foppa, in stabile signorile inizio anni 50, con portineria part time e ascensore, proponiamo ottimo appartamento di 60 mq. c.a, posto al piano rialzato, composto da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, camera matrimoniale, bagno (con finestra), cantina. Totalmente ristrutturato e parzialmente arredato, così come visibile dalle foto, aria condizionata, riscaldamento centralizzato.…

View On WordPress

I segreti del Campidoglio

Il colle Capitolino, centro della vita amministrativa e politica della Roma Imperiale e Pontificia. Creato dall’unione di 2 colli, l’Arx e il Capitolium, venne unificato con la creazione del Tabularium del I secolo a.C, l’archivio di Stato romano. Trasformato in castello nel Medioevo quando divenne sede delle Magistrature Capitoline, venne ristrutturato in foggia palazziale da Michelangelo, chiamato da papa Paolo III Farnese nell’ottica della risistemazione urbanistica del colle. A quell’epoca risalgono i palazzi dei Conservatori e quello Nuovo, la piazza ellittica e lo spostamento del Marco Aurelio.

Il posto è molto bello, sapientemente ristrutturato, e la cucina davvero spettacolare!!! Sapori particolari e ricercati nascono dal connubbio di prodotti tipici del luogo.
Tutto qui parla della Calabria:
1. tavola apparecchiata con tovagliette del Lanificio Leo, la più antica fabbrica tessile della Calabria.
2. i vini rigorosamente calabresi e di ottima qualità, birre artigianali ed i liquori “elisir” realizzati dallo chef alla liquirizia, al mirto, al caffè, agli agrumi
3. semplici materie prime del luogo sapientemente combinate dallo chef… Ottimi gli antipasti, il risotto alla liquirizia e la tagliata di carne accompagnata da squisiti spinaci croccanti… divini anche i dolci.

Silvia B

C.da Pietra di Grotta, 88047 Nocera Terinese, Italia Tel. 09681903391

Ristorante Calabrialcubo. Catanzaro Il posto è molto bello, sapientemente ristrutturato, e la cucina davvero spettacolare!!! Sapori particolari e ricercati nascono dal connubbio di prodotti tipici del luogo.

Colline Toscane vendesi lussuoso complesso turistico composto da una villa secolare con 27 unita abitative ed una dependance con tre appartamenti, una ampia zona di parcheggio sotterraneo, una ampia piscina con acqua salata, un ristorante ed un bar che sono aperti al pubblico oltre che servire gli ospiti del residence. Il complesso turistico e’ stato recentemente ristrutturato con le piu moderne tecnologie pur rispettando lo stile originario del complesso del XII secolo, che si trova a pochi km dal centro termale di Casciana Terme ed a 30 da Pisa. Un ottimo investimento immobiliare con la possibilità di essere utilizzato anche come casa di cura o di riposo.

Italia en las colinas de la Toscana , se vende lujoso complejo turístico compuesto de una casa secular con 27 departamentos y una casa independiente de tres departamentos., una grande piscina con agua de mar, un restaurante y una cafetería. Ambos son abiertos al publico además de servir los huésped del complejo turístico . Todo el complejo estado recién totalmente restaurado con las mas modernas tecnologías, respetando lo estilo originario del complejo del XII siglo y esta ubicado a pocos kms del Centro Termal di Casciana Terme y a solos 30 de Pisa. Una optima inversión inmobiliaria con la posibilidad de ser utilizado también como casa de curación o como casa de retro para ancianos

Italien in den toskanischen Hügel, es verkauft eine Luxus-Ferienanlage bestehend aus einer säkularen Haus mit 27 Wohnungen und ein abgeschlossenes Haus mit drei Wohnungen, ein großes Schwimmbad mit Meerwasser, ein Restaurant und ein café. Die Beide sind offen für die Öffentlichkeit als wie den Gäste der Ferienanlage. Der gesamte Komplex wurde vor kurzem restauriert mit den modernen Technologien, unter Beachtung den Stil mit Ursprung in der Anlage des 12. Jahrhunderts, der liegt wenige Kilometer aus dem Thermalzentrum di Casciana Terme und nur 30 von Pisa.
Eine sehr gute Investition-Eigenschaft, die kann als eine private Klinik oder Pflegeheim für ältere Menschen verwendet werden.

Italy in the Tuscan hills, it sold a luxury Holiday complex consisting of a secular House with 27 apartments and a detached house with three apartments, a large swimming pool with sea water, a restaurant and a café. Both are open to the public as the guests of the resort. The entire complex was recently restored with modern technologies, in accordance with the style originating in the 12th century, the is a few kilometres from the thermal centre di Casciana Terme and only 30 of the Pisa.
A very good investment property, which can be used as a private clinic or
a retirement home for the elderly


Price: 10.200.000 €

Certificazione energetica - classe A
Certificación energetica
Energieausweis und Heizwärmebedarf (HWB)
Energy certification

L’aquila Consulenze
Mail: laquila58@gmail.com
Skype: wohnung58
Web: www.consulenzateamscandola.jimdo.com
La prima Consulenza totalmente telematica

New Post has been published on Videodomani news video e notizie

New Post has been published on http://videodomani.com/appartamento-in-vendita-viale-i-maggio-scalea/

Appartamento in Vendita, viale I Maggio - Scalea

Vedi tutti i dettagli dell’annuncio su Immobiliare.it:
http://www.immobiliare.it/47674669-Ve…

Descrizione annuncio:
Scalea, Viale Primo Maggio, in zona centrale ed a due passi dalla stazione ferroviaria, al piano rialzato di un piccolo condominio con ascensore, appartamento ristrutturato composto da: ingresso, soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno con cabina doccia e finestra, balcone con ripostiglio esterno.Climatizzato. Predisposizione impianto allarme. A 500 m dal mare.

Classe Energetica:F

Classe energetica: F ≥ 175 kWh/m² anno

sisinno immobiliare
Via dello stadio, 8/10 – Scalea
Tel. 0985271777 – 3343563628

Attirati dalla fama dello chef “stellato” Alessandro Gilmozzi, anche per dimenticare la pessima figura rimediata sui campi di gara, ho deciso insieme alla mia compagna, di lasciare per una sera, la triste sala da pranzo dell’albergo che ci ospitava in occasione di una manifestazione sciistica a Cavalese, per recarmi al tavolo del ” El Mulin”, ristorante di riferimento dei “gourmet” della Val di Fiemme ( valle delle fiamme per l’antica consuetudine d’incendiare porzioni di bosco confinanti con i pascoli così da consentire agli animali maggior facilità di movimento). Di buon’ora ci presentiamo all’ingresso accolti da un personale molto gentile che scendendo ci accompagna nella sala centrale di quello che è un vecchio mulino del ‘600 sapientemente ristrutturato. Soppalchi e scale amplificano e muovano gli spazi in maniera molto gradevole. Nella penombra si intravedono gli ingranaggi originali del mulino, che macinava i cereali coltivati in Valle. I tavoli, sistemati nei soppalchi, in una atmosfera piena di calore,rustica ma nello tempo elegante, si presentano splendidamente arredati. Dopo che ci siamo accomodati al tavolo che ci era stato riservato, ci viene presentato il menù, dove sono presenti tre menù degustazioni – I Classici 0.24, I Classici 0.10 e le Essenze, purtroppo non essendo possibile scegliere menù differenziati per uno stesso tavolo optiamo per il menu “i Classici 0.24″, certamente il menù più tranquillo e tradizionale che però non rappresenta a sufficienza le geniali tendenze espresse dalla creatività dello chef. Inoltre vista la tipologia delle pietanze decidiamo, anche se a malincuore, di optare per i vini in abbinamento previsti dal sommelier.

Iniziamo con un “amuse-bouche” molto creativo e con la scelta di un ” flute” di bollicine.
Coccolati da Veronica, giovane professionista originaria di Montalcino (Siena) ci viene servito l’antipasto “Speck della casa, burro di malga affumicato e crostini al pane di segala”. Eccezionale lo speck, con il grasso che si scioglie in bocca come fosse Lardo di Colonnata, interamente prodotto (salatura-essiccamento- stagionatura) dallo stesso chef, usando una delle migliori materie prime a disposizione – la Cinta Senese di Paolo Parisi (quello dell’uovo assoluto). A seguire “Capasanta cotta a bassa temperatura,cavolo cappuccio,croccante al sesamo e tagliolini di gamberi affumicati” perfetto l’equilibrio tra i fumi della malga ed i richiami di un mare lontano ma certamente amato. Ancora, “Fagottini di pasta con grano saraceno ripieni di polenta concia e porcini sautè” e “Tagliolini affumicati, Fontal di Cavalese e tartufo nero dei monti Lessini” super classici del Molin. In questo magico viaggio gastronomico Veronica, bella e sorridente ci accompagna con competenza e splendida cortesia. Ci viene servito a seguire una “Scaloppa di fegato grasso affumicato al ginepro, zucca e pistacchi di Bronte” profumi importanti, ma magistralmente equilibrati e “Lombata di cervo rosè all’olio extravergine di oliva,salsa moscato e chips di verdura” questo piatto abbastanza anonimo e non all’altezza dei precedenti. Ed infine i magnifici dessert “Variazione di crème brulè ai profumi del lagorai” e “Strudel di mele sfogliato,salsa al moscato giallo e semifreddo alla cannella” perfetti nella loro semplicità.

Carta dei vini imponente anche se quelli in accompagnamento scelti tra quelli del territorio, non erano certo all’altezza delle magnifiche pietanze.Perfetto il personale, sapientemente formato sulla composizione dei piatti e sulle tecniche di cottura. Per concludere la cucina di Alessandro Gilmozzi, tecnica e creativa, sembra portare il bosco (il muschio, i licheni, la corteccia di pino, i germogli di abete, i cristalli di resina,il profumo di affumicatura, il capanno di caccia ) nei nostri piatti, donandoci suggestioni ancestrali, ricordi di sapori antichi archiviati nel nostro profondo inconscio in un tempo ormai lontano. Tutto questo si sposa magnificamente con le nuove tecniche, le cotture a bassa temperatura, l’uso creativo del fumo, gli abbinamenti inusuali, l’avvicinamento primordiale fra il fuoco, il legno e la carne. Suggestioni che sembrano riportarci al manifesto della Nuova Cucina Scandinava (ora tanto di moda ma che Gilmozzi, almeno così ci dicono, seguiva molti anni prima). Del resto i suoi maestri sono Alain Ducasse e Ferran Adrià, quindi materie prime eccellenti e spazio all’immaginazione ed alla sperimentazione.
Durante la nostra visita speravamo di poter scambiare con lui qualche parola,ma purtroppo forse perché molto occupato non si è fatto vedere al tavoli. Purtroppo nel conto, certo non particolarmente contenuto, abbiamo notato sia l’addebito del coperto che a questi livelli è veramente inopportuno e fastidioso e l’addebito dei due fluite di bollicine per aperitivo che, secondo me, avrebbero dovuto essere o comprese nel servizio vini in abbinamento od ancora meglio avrebbero dovuto far parte degli “amuse bouche” che normalmente vengono offerti dallo chef in testa al menù ma anche fra un piatto e l’altro.

Marpao69

Piazza Cesare Battisti, 11, 38033 Cavalese, Italia Tel.+39 0462 340074

 

Ristorante El Molin. Cavalese Attirati dalla fama dello chef “stellato” Alessandro Gilmozzi, anche per dimenticare la pessima figura rimediata sui campi di gara, ho deciso insieme alla mia compagna, di lasciare per una sera, la triste sala da pranzo dell’albergo che ci ospitava in occasione di una manifestazione sciistica a Cavalese, per recarmi al tavolo del ” El Mulin”, ristorante di riferimento dei “gourmet” della Val di Fiemme ( valle delle fiamme per l’antica consuetudine d’incendiare porzioni di bosco confinanti con i pascoli così da consentire agli animali maggior facilità di movimento).
Text
Photo
Quote
Link
Chat
Audio
Video