Aggiornamento delle 20,00

L’aereo malese fu abbattuto da proiettili partiti accidentalmente dalla bicicletta di Alberto Stasi. È il risultato sorprendente del test del DNA rinvenuto sugli slip di Michele Misseri, ed indossati da Salvatore Parolisi alla Stazione di Bologna, nell’attimo esatto in cui il mig libico sorvolava il Rione Traiano, a Cogne. Ma l’India non ci vuole ridare Bossetti.

(Francesco Brescia per Kotiomkin)

New Post has been published on Delusi Traditi e Incazzati

New Post has been published on http://delusitraditieincazzati.com/2014/09/15/ciro-esposito-svolta-nelle-indagini-il-referto-de-santis-fu-accoltellato/

Ciro Esposito, svolta nelle indagini, il referto: De Santis fu accoltellato

Daniele De Santis, l’ultrà accusato di avere sparato a Ciro Esposito, fu accoltellato.

15 Sett. –  quanto si legge nel referto stilato dai medici del reparto protetto dell’ospedale Belcolle di Viterbo dove attualmente è ricoverato. Il particolare è la prima volta che emerge negli atti dell’inchiesta e verrà acquisito dalla Procura.

Le cartelle cliniche potrebbero fornire risposte importanti per ricostruire la dinamica dei fatti del pre-partita della finale di Coppa Italia Napoli-Fiorentina del 3 maggio scorso: secondo una perizia del Racis, De Santis sparò contro i supporter azzurri dopo essere stato «sopraffatto dagli aggressori».

Ora dai referti dell’ospedale di Viterbo emergerebbe anche che l’ultrà romanista sarebbe stato ragiunto da quattro coltellate, alcune delle quali all’addome.

Sul luogo della rissa è stato rinvenuto un coltello a serramanico. «Le ferite – spiegano i difensori di De Santis – erano visibili fin dall’inizio quando l’abbiamo incontrato, quattro lesioni lacerocontuse». Le ferite da accoltellamento non sono riportate nella perizia che il Racis ha depositato al gip la settimana scorsa e non sarebbero state refertate quando De Santis venne portato d’urgenza al pronto soccorso del Policlinico Gemelli mentre, in base a quanto si apprende, le ferite da arma da taglio sarebbero state poi riscontrate dai medici del Belcolle di Viterbo.

Il pm acquisirà tutto il materiale medico. La Procura di Roma effettuerà una sorta di screening su tutto il materiale medico che riguarda Daniele De Santis. Obiettivo degli inquirenti è avere un quadro probatorio più possibile completo e verificare anche i passaggi nelle diverse strutture che hanno avuto in cura l’ultrà giallorosso accusato dell’omicidio di Ciro Esposito.

I primi a prestare le cure a Gastone sono stati i medici del pronto soccorso del Policlinico Gemelli che, secondo quanto emerge, non avrebbero individuato le ferite compatibili con arma da taglio e intervennero sulla gamba gravemente ferita durante la rissa.

De Santis è stato poi visitato anche dai medici del reparto medico del carcere di Regina Coeli prima di essere, poi, trasferito per motivi di sicurezza nella struttura protetta del Belcolle a Viterbo dove si trova tutt’ora ricoverato in attesa di un nuovo intervento chirurgico.

Solo qui, secondo quanto si apprende, gli sarebbero state refertate, le quattro ferite di arma da taglio. Intenzione degli inquirenti è avere un quadro probatorio più possibile completo in vista dell’interrogatorio di De Santis che si terrà dopo il 24 settembre, data fissata dal gip Giacomo Ebner per consentire agli esperti del Racis di illustrare, in contraddittorio con le parte, le conclusione della maxi perizia sui fatti del 3 maggio.

Fonte: Il Messaggero

Sostenitori delle Forze dell’Ordine » Sostenitori delle Forze dell’Ordine

Nuovo Post pubblicato su Milano Post Quotidiano ONLINE di Informazione e Cultura #MisteroMortoATrezzano, #MortoCinquantenne, #NaviglioGrande, #RitrovamentoCadavere, #TrezzanoSulNaviglio

Nuovo Post pubblicato su http://www.milanopost.info/2014/09/18/a-trezzano-sul-naviglio-ritrovato-cadavere-in-un-borsone/

A Trezzano sul Naviglio ritrovato cadavere in un borsone

Milano 18 Settembre - È giallo a Trezzano sul Naviglio per il ritrovamento del cadavere di un uomo sulle sponde del Naviglio Grande sul bordo della ss494. Alle 5 di mercoledì mattina il corpo è stato rinvenuto all’interno di un grosso borsone. In tarda mattinata i carabinieri lo hanno identificato: si tratterebbe di un 50enne italiano, ex tassista, residente a Trezzano, dove abitava con moglie e figlio, che da tempo soffriva di problemi di salute psichica e fisica. Subito dopo il ritrovamento è stata interrogata la moglie del deceduto.

Secondo gli inquirenti l’uomo non é morto dove è stato trovato ed è escluso un movente di tipo sessuale. Per conoscere con certezza le cause della morte si attendono poi i risultati dell’autopsia previsti per venerdì. Il cadavere era integro, con vestiti e scarpe e privo di segni evidenti di violenza. Sono state rilevate sul corpo delle lievi escoriazioni che farebbero pensare sia stato trasportato sul ciglio della strada senza vita, rotolando sul suolo fino al punto dove i militari lo hanno trovato stamani. Si tratta di una ipotesi al vaglio, da confermare. (Corriere Milano)

Fiamme e fuoco nella notte, auto distrutte a Crispiano e Statte


TARANTO- Incendi nella notte in provincia di Taranto. Tre in tutto le auto danneggiate dalle fiamme. Sicuramente di natura dolosa,  il rogo che ha interessato una Seat Altea parcheggiata in via Foggia, a Crispiano. Dopo aver domato le fiamme, i vigili del fuoco hanno rinvenuto nelle vicinanze un…

via ScoopSquare http://ift.tt/1seMnbd

CASERTA RINVENUTO CADAVERE DI DONNA

CASERTA RINVENUTO CADAVERE DI DONNA

Nella tarda serata di ieri in Caserta via Niccolini, all’interno di un terreno incolto, su segnalazione di privato cittadino, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno rinvenuto in un giaciglio improvvisato tra la vegetazione il cadavere di una donna dell’età di circa 50 anni. Il decesso della donna, verosimilmente una clochard e di probabile etnia est…

View On WordPress

Sparatoria T. S. Giovanni: scoperto arsenale


Nel corso delle indagini che hanno fatto seguito alla gambizzazione di Vincenzo Coi ad opera di Francesco Romano a Torre San Giovanni, i Carabinieri della Stazione hanno rinvenuto un vero e proprio arsenale celato dallo stesso Romano a Gemini. Era in un garage nella disponibilità del 32enne costitu…

via ScoopSquare http://ift.tt/Xpikp2

2

“Solo perché sei vestito male non vuol dire che non sei Chuck Bass.”
“Perché dovrei esserlo?”
“Dovevi dirmelo che ti avevano sparato.”
“Credevo mi avresti sparato tu.”
“L’ho fatto. Moltissime volte nei miei sogni, quelli piacevoli. Ma se eri davvero ferito, avrei voluto saperlo.”
“Quando sono rinvenuto non avevo documenti, nessuno sapeva chi fossi, nessuno mi avrebbe cercato. Potevo essere vivo, ma non doveva esserlo per forza anche Chuck Bass.”
“Cambiare il tuo nome non cambia quello che sei.”
“È un buon inizio. Un’occasione per vivere onestamente, guadagnare il rispetto degli altri, magari… Diventare una persona che si possa amare.”
“Una persona ti ha amato. Ed è.. Per lei e per tutti gli altri che stai abbandonando che non puoi scappare. E invece lo stai facendo. E non credo che la persona migliore in cui dici di volerti trasformare sia un codardo. Credo che affronterebbe quello che ha fatto.”
“Io ho distrutto l’unica cosa che abbia mai amato.”
“Non ti amo più ormai. Ma ci vuole molto più di te per distruggere Blair Waldorf.”
“La tua vita sarebbe più facile se io non tornassi.”
“Questo è vero. Ma non sarebbe la mia vita se tu non ci fossi.” 😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍

La #Turchia espositore alla #BMTA2014, in programma a #Paestum dal 30 ottobre al 2 novembre. Nella foto il sito archeologico di Göbekli Tepe, a circa 18 km dalla città di Şanlıurfa, nel Sud-Est della Turchia. Vi è stato rinvenuto il più antico esempio di tempio in pietra costruito dall’uomo, risalente a circa 11.000 anni fa, molto prima delle ziggurat babilonesi o delle piramidi egiziane. Questa scoperta sembra possa rivoluzionare tutte le teorie sul Neolitico: si pensava infatti che fossero nati prima i centri urbani e poi i luoghi di culto; ora sembra invece che il culto sia apparso prima della vita urbana e che abbia dato l’impulso alla creazione di centri organizzati. Intorno all’8000 a.C. il sito venne abbandonato e volontariamente ricoperto di terra. La missione archeologica guidata dal Prof. Klaus Schmidt ha riportato alla luce finora decine di pietre a forma di T, di circa 3 m di altezza, dove sono raffigurati in modo stilizzato diversi animali. #turkey #turismo #tourism #archeologia #archaeology #archaeologicalsite #history #beautiful #viaggio #viaggiare #travel #travelling #visiting #tourist #antichità #antiquity #antique #ancient #passato #past #follow #followme #igers #photo

- Blair: Dovevi dirmelo che ti avevano sparato.
- Chuck: Credevo mi avresti sparato tu!
- Blair: L’ho fatto! Moltissime volte nei miei sogni… quelli piacevoli! Ma se eri davvero ferito avrei voluto saperlo…
- Chuck: Quando sono rinvenuto non avevo documenti, nessuno sapeva chi fossi, nessuno mi avrebbe cercato… Potevo essere vivo ma non doveva per forza esserlo anche Chuck Bass.
- Blair: Cambiare il tuo nome non cambia quello che sei.
- Chuck: È un buon inizio! Un’occasione per vivere onestamente, guadagnarsi il rispetto degli altri magari, diventare una persona che si possa amare.
- Blair: Una persona ti ha amato… ed è per lei e per tutti gli altri che stai abbandonando che non puoi scappare e invece lo stai facendo! E non credo che la persona migliore in cui ti voglia trasformare sia un codardo, credo che affronterebbe quello che ha fatto.
- Chuck: Io ho distrutto l’unica cosa che abbia mai amato.
- Blair: Non ti amo più ormai ma ci vuole molto più di te per distruggere Blair Waldorf.
- Chuck: La tua vita sarebbe molto più facile se io non tornassi.
- Blair: Questo è vero! Ma non sarebbe la mia vita se tu non ci fossi.
💖💖💖💗💚💗💚

Gambizza un uomo in un bar, trovano arsenale nel suo garage


I Carabinieri della Stazione dei carabinieri di Ugento, nel pomeriggio di ieri, subito dopo la gambizzazione di Vincenzo Coi da parte di Francesco Romano, a Gemini, hanno rinvenuto nel garage dell’uomo, occultati dietro una catasta di legno all’interno di una busta di colore giallo: una pistola f…

via ScoopSquare http://ift.tt/1BFL9g7

BELLONA, ARRESTATO PER DETENZIONE DI PISTOLA

BELLONA, ARRESTATO PER DETENZIONE DI PISTOLA

Detenzione illegale di armi da guerra, con questa accusa un 41enne di Bellona DG.A. è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Vitulazio. Infatti, i militari dell’Arma nel corso di una perquisizione domiciliare, eseguita presso l’abitazione del prevenuto, hanno rinvenuto,  illegalmente detenute, una pistola semiautomatica cal. 9 corto completa di caricatore e 7 proiettili dello stesso…

View On WordPress

Agropoli Perde borsa Luis Vitton con dentro soldi e oggetti di valore. viene trovata e ritornata al proprietario

Agropoli Perde borsa Luis Vitton con dentro soldi e oggetti di valore. viene trovata e ritornata al proprietario

Agropoli il giorno 3 Settembre, intorno alle 12,10, in via Carmine Rossi, all’altezza della piazzetta Troisi. La sig.ra Maria Teresa D’Avella, che era in compagnia del marito Carmine Di Luccio e della figlia Ilaria, ha rinvenuto, in mezzo alla strada anzidetta, una borsa che era stata poggiata e poi dimenticata dalla signora Avv.Giulia De Virgilio Vicenzi, la signora era sull’atto di prendere…

View On WordPress

Crema alla marijuana è disponibile anche in Italia

Nuovo post pubblicato su http://www.wdonna.it/crema-marijuana-italia/48527?utm_source=TR&utm_medium=Tumblr&utm_campaign=48527

Crema alla marijuana è disponibile anche in Italia

Crema alla marijuana tra le nuove droghe

C’è anche la crema alla marijuana tra le nuove droghe. Lo segnala il laboratorio analisi sostanze stupefacenti dei Carabinieri di Laives, vicino Bolzano, che ha inoltrato segnalazioni al dipartimento per le politiche antidroga presso la Presidenza del Consiglio.

La diffusione della crema alla marijuana, non a scopo medico ma a fini di spaccio, è dovuta al fatto che in questa particolare forma la cannabis risulta più difficile da individuare durante i controlli.

Le segnalazioni non hanno però riguardato sono la crema alla marijuana. I controlli hanno individuato anche la presenza di metorfano in una partita di eroina di purezza elevata e di aminopirina nella cocaina, con possibili seri rischi per la salute degli assuntori.

Il metorfano, oppioide illegale in Italia, è stato rinvenuto nelle dosi di eroina venduta in strada ai tossicomani della fascia più bassa, per un prezzo pari a pochi euro. Tale sostanza viene usata per tagliare lo stupefacente, rendendolo così ancora più nocivo.

L’aminopirina, invece, veniva utilizzata negli antipiretici e negli analgesici, ma il suo alto livello di tossicità ne ha determinato l’eliminazione dall’industria farmacologica.

Tale attività di segnalazione si basa sull’accordo Ris News, National Early Warning System, un sistema di allertamento precoce nell’ambito del dipartimento delle politiche antidroga che ha l’obiettivo di individuare nuove sostanze stupefacenti e contrastarne la libera circolazione e la vendita, anche sul web.

Beccato con 41 piante di Cannabis e droga in casa. Arrestato


I Carabinieri della Stazione di Taurisano hanno arrestato il 39enne Icaro Stefano, operaio, incensurato. I militari, a seguito di perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto presso l’abitazione dell’uomo, sulla terrazza, 41 piante di Marjiuana, piantante in otto vasi e la maggior parte di esse in…

via ScoopSquare http://ift.tt/WZcfiX

New Post has been published on Delusi Traditi e Incazzati

New Post has been published on http://delusitraditieincazzati.com/2014/09/04/tenta-furto-in-un-cantiere-ladro-fermato-dalla-polizia/

Tenta furto in un cantiere, ladro fermato dalla Polizia

Torino, 3 Sett. – Si è introdotto all’interno di un cantiere in strada Antica di Collegno a Torino, ma è stato sorpreso dalla polizia prima che potesse allontanarsi con la refurtiva. L’uomo, un 40enne romeno residente a Collegno, è stato bloccato dai poliziotti mentre armeggiava nei pressi di un cassone dove erano contenuti giunti in metallo per ponteggio.



Materiale simile è stato rinvenuto anche all’interno dell’auto usata dall’uomo che, con precedenti per reati contro il patrimonio, è stato arrestato per furto aggravato. Dai controlli è emerso che il 40enne non aveva mai conseguito la patente e che il veicolo, senza assicurazione, era intestato a un italiano residente a Milano, anche lui sprovvisto di patente, e che è risultato avere intestate a suo nome più di 160 vetture.
 

Torino Repubblica

Sostenitori delle Forze dell’OrdineSostenitori delle Forze dell’Ordine

Text
Photo
Quote
Link
Chat
Audio
Video