La classe non è acqua
  • Negoziante:Ciao xxxxxx sai che avevamo parlato a Milano dell'azienda ---- che hai in borsa.
  • Agente:Ah si, ricordo
  • Negoziante :Come sei messo, ne possiamo parlare? Sto rivedendo la mostra è vorremmo inserirla
  • Agente :Guarda, ho speso mezza parola con il cliente xxxxx e dovrei fare un corner, però non so se funzionerà, quindi vediamo come va, perchè se va male poi ne posso parlare con te.
  • Innanzitutto questo dialogo ha avuto veramente luogo, non ho inventato nulla, l'agente in questione, inoltre, è giovane e rappresenta ottime aziende. Se questo, però, è un esempio di rappresentante del futuro è il caso di preoccuparsi... PS la risposta all'ultima frase dell'agente è stata in realtà molto educata ed intelligente, quella ideale sarebbe stata:
  • Negoziante:Certo, fai pure tutti i negozi che vuoi, lasciami per ultimo e valutami soltanto se non riesci a vendere ad altri. Certo... però ricordati quando vieni qui di portarti il navigatore satellitare
  • Agente:Perchè?
  • Negoziante:Perchè te ne devi andare a fare in ......

VISIT ME UP™: vuoi diventare un agente FACECUP™, manda il tuo curriculum vitae a info@facecup.it ed entra a far parte della nostra community! Be UP™. #facecup #agente #commercio #sales #sell #vendi #compra #buy #acquista #love #community #espresso #caffè #coffee #italy #rappresentante #success #smiledrinklookbetter

Memorie di una matricola.

Il primo giorno di università è andato.
Prime due ore di “conoscenza” del corso di laurea, prime informazioni sui libri di testo e poi il professore esordisce:
«Allora adesso facciamo il rappresentante di classe… Vediamo Tu, che sei arrivata seconda al test.»
Mi chiama.
Panico.
Dalla mia bocca esce un flebile NO.
Scendo le scale e mi avvicino.
Continua a chiamarmi col cognome sbagliato nonostante gli avessi ripetuto più e più volte di chiamarmi in un altro modo.
Poi si convince e mi chiama nel modo esatto.
«Sarai la nuova rappresentante, contenta? Hai una faccia simpatica, vero?» rivolgendosi alle altre 119 persone che sono nel corso con me.

Poi due ore di anatomia.

Mancano solo 180 crediti.

PIETÀ!

Coulomb, Foscolo...m'annate a f##@#@.

Domenica 28, e Lunedì 29 42esimo giorno.

Oggi sono ritornata a casa di mia madre dopo una brutta litigata, per fortuna è tornato tutto molto tranquillo.

Oggi è stata una bella giornata direi: mi sono svegliata di buon umore, sono andata a scuola e sono stata eletta rappresentante di classe. Finalmente, dopo 3 lunghi anni di depressione (naaah, scherzo, ovviamente), però è una bella sensazione avere un minimo di potere in quella classe di matti.

Oggi ho studiato tutto il giorno fisica e italiano. Odio FISICA. E’ la materia più inutile di questa terra, non la capisco, non mi entra in testa: Coulomb doveva farsi i cavoli suoi quel giorno, doveva andare a farsi una passeggiatina e Foscolo invece doveva farsi più canne e vivere sereno.

Scleeeero.

Mercoledì finalmente finisce la scuola e abbiamo 4 giorni di vacanze, bè meglio di niente. Forse io e i miei amici ce ne andiamo a Champoluc per una fugace “settimana bianca” anticipata. Non vedo l’ora :)

Siria: armi chimiche, rappresentante Onu per Disarmo arrivata a Damasco

Beirut, 24 ago. (Adnkronos/Aki) – L’Alto rappresentante Onu per i disarmo, Angela Kane, e’ arrivata questa mattina a Damasco. La Kane intende incontrare esponenti della leadership siriana, per ottenere un’estensione del mandato della commissione di…

View Post

youtube

La rappresentante di lista - Lento

anonymous asked:

oddio quanto vorrei essere bella come te.. ho visto la foto con il tuo ragazzo, quella del corteo e siete davvero bellissimi. puoi raccontarmi la vostra storia, cioè, dove vi siete conosciuti ecc.

aw ma grazie mille!
ci siamo conosciuti a scuola, lui è l’ex rappresentante d’istituto ed allora era nella classe davanti alla mia (poi è stato bocciato e quest’anno è in classe con me, è il mio vicino di banco tra l’altro).
niente abbiamo iniziato a chiacchierare, a fare lunghissime conversazioni per messaggio, mi ha chiesto di uscire un paio di volte e ci siamo messi insieme, ora sono 10 mesi che stiamo insieme e niente, è come se fosse mio fratello, il mio migliore amico e il mio amore.
abbiamo davvero tanta confidenza e siamo due teste dure e per questo ci sfidiamo e scontriamo sempre, ma ci capiamo anche al volo :)

“Stiamo attenti a non piegare il diritto alla giustizia”. Se veramente il rappresentante della procura generale ha pronunciato questa frase chiedendo che fosse applicata la prescrizione per la sentenza Eternit, è riuscito in poche parole a rappresentare il dramma e la contraddittorietà di tutta la vicenda. In quel contesto la frase suona terribile. Si nega la giustizia in nome del diritto. Eppure, astrattamente intesa, esprime l’unica concezione possibile di amministrare giustizia, ovvero il rispetto di regole prefissate.
— 

http://www.ilfoglio.it/articoli/vr/123085/rubriche/bordin-eternit.htm

Terribilmente anti-grullo populazzaro, ma terribilmente vero che negare ex post regole prefissate in nome della “giustizia” sia un terribile ritorno al Medioevo.

Perchè di lunedì mattina deve entrare un rappresentante di cancelleria e materiale d’ufficio che puzza di risotto allo zafferano? Ma non bastava la pioggia no?
—  3nding
Il Figo Elezioni 2014-2015

È la quinta elezione a cui partecipo da quando sono all’Arnaldo. È così bello, quando, nel momento di assemblea, vengono presentate le liste. Sinceramente, è uno dei momenti che preferisco in tutto l’anno. È quel momento, veloce, in cui i ragazzi più popolari si mettono a completa disposizione di noi alunni “normali”. Nella giornata di oggi uno dei punti più ribadito è stato quello della parità tra alunni e rappresentanti. Vero, se il rappresentante è uno di noi. Falso, se è già popolare prima di candidarsi. È ovvio, oltre che scontato, che se un tipo è carismatico, voluto, amato (in certi casi) non è pensabile che si possa mettere allo stesso piano degli altri. In tutta onestà, preferisco che non sia così. Se io voto una persona è perché la ritengo più adatta di me per svolgere una mansione, che sia un presidente o un rappresentante. La fama è, da sempre, un onore, dettata dal prezzo della fiducia. Fiducia che noi, “normali”, dobbiamo riversare nei nostri candidati. Da qui il fatto che la popolarità deve essere mantenuta, perché in una scuola è basilare. Costoro, cui non ripeterò i nomi, emergerebbero anche in una scuola grigia. Una scuola fatta di persone vestite in modo identico, una scuola senza sbocchi. Questi, grandi uomini e donne, sarebbero in grado di scomodare anche il grigio. Con un risvolto, una parola di troppo, uno sguardo, una voce. Qual è la triste verità? Che non abbiamo più persone del genere. Io non le ho vissute nel mio periodo di frequentazione qui all’Arnaldo e, anzi, mi è capitato di vedere persone “normali” se non, “di bassa importanza”, comportarsi come quegli uomini e donne carismatiche di cui parlavo prima.
Figo a chi? A uno che studia e basta? A uno che fa quindici corsi a schola ludens? Figo non è necessariamente un bello, la bellezza in questo è secondaria.
Figo è colui che muove le persone, uno che fa discutere, uno che sconvolge e che si attua a rendere le cose diverse. Mi piacerebbe anche un figo che mi porta a parlare con lui, uno che mi coinvolge a tal punto da fare lo sforzo di andarci a parlare. Questo è il figo che voglio, il rappresentante, figo, che voglio.

Quando vedo entrare in campo il Buffon mi si trasfigura nella Boldrini (anzi no, Boldrini senza l’articolo determinativo femminile, il Buffon e Boldrini). Spiego perché. Una volta il Gigi era proprio uno dei quei ragazzi da amici al bar, che metteva la maglietta Boia chi molla senza conoscerne il significato. Ma era un gatto tra i pali. Poi lo prese, con il maldischiena, anche una certa malinconia e iniziò la sua metamorfosi. Si convertì, un po’ superficialmente, al politically correct facendone la sua ragione sportiva. Che ora applica con la foga del convertito.
(…) In compenso non para più, ma che importa? Buffon, fai una cosa: torna te stesso e para. Oppure fai l’alto rappresentante Onu.
Ma Renzi ha chiesto scusa a Landini?

…Appena qualche ora prima del comizio di Landini, Renzi aveva paragonato le piazze della Cgil e della Fiom a quelle di Salvini, il rappresentante italiano della destra dei Le Pen. Una simile frase, qualunque cosa si possa pensare della Cgil e della Fiom, rappresenta una bestialità storica e politica. Mai piazze furono antropologicamente e civilmente più lontane.
Quelle dei Salvini rimbombano di inni e slogan razzisti, omofobi, xenofobi, e danno ospitalità ai peggiori umori di una Italia che ha dato sostegno al berlusconismo, alle norme ad personam, al disprezzo verso la Costituzione. Quelle altre sono le piazze, che anche in questo ventennio, si sono opposte ai bavagli, alle censure, alla abrogazione dell’articolo 18, ad ogni tentazione autoritaria. Qualsiasi paragone, oltre ad essere improponibile “per la contraddizione che non consente..”, è anche oltraggioso, nel senso letterale del termine.
Alla richiesta di tregua verbale dovranno seguire le azioni e la capacità di riprendere il dialogo con le parti sociali, a cominciare da quello con chi non ha intenzione di rinunciare ad un punto di vista autonomo e critico, perché questa è l’essenza del confronto e della dialettica democratica.

Se fossimo in Renzi, infine, cominceremmo a diffidare di tutti questi coristi che plaudono, sempre e comunque, ad ogni sua battuta, perché proprio costoro alla prima difficoltà, scenderanno dal suo carro e magari gli bucheranno anche le ruote…
di Beppe Giulietti

anonymous asked:

Si ok hai anche ragione ma si sa benissimo che Zilia è molto più portato per fare il rappresentante. È più maturo e spiega tutto in maniera specifica. I ragazzi della lista 1 sanno solo ridere e tirarsela, sopratutto una tipa in particolare, suvvia eh! Forse è proprio Zilia che non ha niente di disastroso, anzi è stato sempre un buon rappresentante! È solo un mio parere, tutto qui

maremma maiala, colgo in pieno la frecciatina che hai lanciato, e mi dispiace ma non condivido il tuo parere. Zilia è un buon oratore, e quindi sembra un buon “politico”. con questo non lo sto accusando di esser stato un cattivo rappresentante, al contrario, ma di certo non lo possiamo elogiare perchè - a parer mio - non si è distinto particolarmente da rappresentanti precedenti a lui. è un po’ il problema di noi italiani, appena arriva uno che riesce a raccontarci la rava e la fava con belle parole piazzate al posto giusto ci facciamo abbindolare, ma lasciamo stare.credi davvero che abbiano pagato Gallup o come si scrive solo 150 euro l’anno scorso? a me avevano detto cifre ben diverse. non discuto sul fatto che si siA sempre impegnato tantissimo e che ci abbia veramente messo anima e cuore, dato che tutti sappiamo quanto lui senta particolarmente questo tipo di “incarichi”, ma ciò non significa che le persone che si sono candidate quest’anno non abbiano le stesse buone intenzioni. prima di sapere che Zilia era un buon rappresentante abbiamo dovuto dargli delle fiducia o sbaglio? quindi perchè non farlo anche con loro? solo perchè alcuni membri stanno sul un po’ sul cazzo a pelle non significa che loro non vogliano impegnarsi e adempiere al loro dovere nel caso fossero eletti. Ci sono stati anni dove i rappresentati eletti hanno ottenuto il posto solo perchè molto conosciuti e apprezzati dai ragazzi, ma nessuno ha mai fiatato perchè “no cioè lui è troppo simpatico, e poi hai visto che figo? mi ha messo un like su fb e allora gli do il mio voto”.

Dico solo che spesso giudichiamo le persone anche se non le conosaciamo, ci facciamo influenzare da persone che ci stanno più simpatiche e ci tappiamo le orecchie quando è il loro turno di parlare. in ogni caso è un paese libero e ognuno la pensa come vuole, se credi che la lista uno non meriti il tuo voto fai un gran bene a non darglielo.