Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. Prescindible. 

Nadie conoce el significado de esta palabra tanto como yo.

Sola a secas.

Wooooooh tengo 5 seguidores!(????)

Realmente no se qué espero  de escribir esto aquí… pero allá voy.

Me siento sola, muy sola. Mis amigas… ellas… bueno, ellas tienen novio y es basicamente su tema de conversación… Yo esto sola y me está afectando, me he hasta planteado salir con un amigo al que le gusto pero que él no me gusta… y esa no soy yo. 

Me estoy volviendo cínica por momentos y eso me asusta, no quiero ser como hace años… no era feliz… ahora tampoco, pero un poco mejor que antes si que estoy. 

Se que debería mirar al futuro y pasar de la mierda de pasado que me sigue, peor no puedo. Simplemente no puedo. Cada noche me viene el recuerdo de algo, algo triste u horrible y acabo llorando hasta dormirme. Así día tras día… y cada vez hace más mella en mí.

Hace un tiempo, cuando me cortaba algunas personas se dieron cuenta e intentaron “ayudarme”…capullos… por eso ahora me quemo, me abraso, con agua hirviendo o con un mechero, con el agua no se nota tanto la marca y puede pasar desapercibida, por eso la gente cree que estoy bien.

Hoy escribí una nota de suicidio… me imaginé como cambiaría el mundo si no estuviera en él y me di cuenta de que no afectaría a nadie. Mis amigas lo superarían, mi mejor amigo ya pasa de mi… así que da igual… mis padres tal vez serán los que más tristes estén, pero porque son mis padres, no porque represente nada para la sociedad.

Me he dado cuenta de que soy prescindible en todos los sentidos… y la muerte ya no me asusta tanto, con solo ver que la llaman el descanso eterno…

He vuelto a ver Awkward otra vez, y ha hecho que me sienta más sola aún… será absurdo… pero cada vez leo y veo más series cursis sólo para sentir que algún día podría pasar… aunque se que no… que solo querrán utilizarme como juguete sexual o pasarán de mi por otra más guapa… Seré la típica solterona con muchos gatos en mi apartamento… eso si llego a pasar de los 18…

Cada vez veo más cerca el que no voy a vivir mucho más… Si me voy pronto no me despediré de nadie, no se me dan bien los “adios” y lo haría todo más dificil…

Ahora mismo estoy llorando escribiendo esto. En la oscuridad de mi habitación. Sola. Ni un solo mensaje en todo el día. Ninguna llamada. ¿Véis? ¿Soy prescindible o no?

Leopardi, (come puoi pensare di filmare la Poesia?)

QUANDO Mario Martone ha cominciato a parlarci del progetto di un film sulla vita di Giacomo Leopardi, a tutti è venuta in mente la stessa domanda. L’unico però ad avere il coraggio (e l’autorità) di formularla apertamente è stato il grande e a volte ruvido Bernardo Bertolucci:

«Mario, ma come puoi pensare di filmare la Poesia?».

Filmare per giunta la poesia infinita, quella che prescinde da qualsiasi limite di epoca, luogo, biografia, e dunque tanto più dall’Italietta reazionaria e provinciale della Restaurazione, dal piccolo fascino del borgo recanatese, dall’infelice vita e povera di eventi di Giacomo Leopardi.

Tutte le cose concrete, visibili, che una macchina da presa, sia pure guidata con talento e sostenuta da una bella sceneggiatura, può trasformare in immagini per colpire un pubblico chiuso in una sala.

L’OSSESSIONE di Martone per Leopardi sembrava il sogno impossibile di un artista del cinema da troppo tempo auto esiliato nell’Ottocento, in una specie estrema di metodo Stanislavski applicato a se stesso. Come il grande regista russo obbligava i suoi attori a vestire panni dell’epoca di Oblomov anche fuori dalla scena, così Mario Martone da anni vive immerso in libri, documenti, costumi, palazzi, ambienti, pitture e sculture dell’Ottocento italiano.

Tutto è cominciato con la scrittura di Noi credevamo, insieme a Giancarlo De Cataldo, potente anti storia del Risorgimento e dunque con la bellissima riduzione teatrale delle Operette Morali . Ma il racconto cinematografico delle trame del Risorgimento e dei conflitti fra le poderose figure di Mazzini, Garibaldi, Crispi o Poerio, era una passeggiata rispetto all’ambizione di rendere per immagini il sublime potendo contare su pochi fatti, un paio di fughe avventurose, la fallita corsa alla gloria, più un coro di personaggi intorno a Leopardi poco indagati e all’apparenza troppo deboli. Martone ha risolto l’enigma con il racconto di un’anima in conflitto con l’epoca, il proprio mondo e perfino il proprio corpo.

Ne è scaturito un film bellissimo, uno dei più straordinari e originali di Martone, una storia che ne contiene molte altre. C’è la vicenda familiare di Leopardi, l’affetto per i fratelli, l’algido rapporto con la madre e il conflitto amoroso con un padre, Monaldo, ridotto spesso a macchietta reazionaria dalle letture scolastiche, e al quale invece un’interpretazione magistrale di Massimo Popolizio restituisce tutta la sua complessità. C’è la storia vivissima ancora oggi di un giovane favoloso d’immenso talento e coraggio intellettuale condannato a vivere in un’Italia che era ed è ancora un paese tagliato su misura per vecchi, conformisti e mediocri.

C’è ancora la parabola di un’anima che tanto più si libera e giganteggia, quanto più il corpo si rattrappisce fino a diventare minuscolo. Leopardi soffriva, come un secolo più tardi il suo gemello politico di anticonformismo, Antonio Gramsci, del terribile morbo di Pott. E ancora Il giovane favoloso narra di un’Italia ottocentesca che attraverso un meraviglioso paradosso spazio-temporale, senza bisogno di effetti speciali e macchine del tempo alla moda, illustra bene il Paese di ora, la sua borghesia indolente e codina, le classi dirigenti corrotte e provinciali, il popolino ignorante e primitivo. Una società soffocante dalla quale Leopardi non riuscirà mai a fuggire, nonostante la vita randagia e disperata da Recanati a Firenze a Roma alla terribile e meravigliosa Napoli degli ultimi giorni, sovrastata dall’ombra del Vesuvio, simbolo dell’approdo finale verso la spaventosa Natura.

Alla forza del cinema di Martone e della scrittura di Ippolita di Majo si somma la prova di uno dei nostri attori più grandi, Elio Germano, che riesce a far ascoltare l’assoluta poesia dell’ Infinito e della Ginestra come soltanto il miglior Carmelo Bene di tanti anni fa. Il film presentato a Venezia andrà anche a Toronto, dov’è molto atteso. Per il cinema italiano prosegue la grande bellezza. All’uscita dalla prima proiezione privata, per pochissimi amici, Bernardo Bertolucci si era alla fine dato da solo la risposta: «Ecco, così si filma la poesia ».


CURZIO MALTESE Repubblica 2 settembre 2014 

"Se convierte en compañero de tus horas de soledad, melancolía y pesar. Permanece veladas enteras en tus rodillas, ronroneando satisfecho, feliz por hallarse contigo, y prescinde de la compañía de animales de su propia especie. Los gatos se complacen en el silencio, el orden y la quietud, y ningún lugar les conviene mejor que el escritorio de un hombre de letras. Es una labor muy difícil ganar el afecto de un gato; será tu amigo si siente que eres digno de su amistad, pero no tu esclavo." - Theóphile Gautier #catgirl #lordhoracio #fluffys #bestcompany #vscocam

Eppure...

E’ quasi certo che io, come gran parte dei miei contemporanei, abbia letto più libri (tralasciamo tutte le altre forme d’arte, di cultura e di conoscenza) di Platone ed Aristotele, solo per fare esempi alti. Sono e siamo molto più colti di loro - sia chiaro: per ragioni di opportunità, di longevità e di strumenti culturali più ancora che di bisogno - eppure…

La profondità prescinde dal sapere.

Point Opportunity: Wacky Words Writing Contest

Here we go! The prompt for this contest is a little bit different this time, so please read carefully.

Prompt: Wacky Words. Choose either List 1 or List 2 of the ‘wacky words’ given below and write an original piece (not an AU this time) that incorporates the words into your story.

List 1: pilgrimage, balaclava, staid, ocher, harridan, prescind, hootenanny

List 2: bamboozled, flambeau, kerfluffle, egg, denizen, sherpa, paisley

The dictionary is your best friend this time around! (Except maybe for egg…I think everyone knows the meaning of egg….)

Guidelines: You must use ALL the words given on the list you choose. Please bold or underline them in your entry so we can easily find them. Plot, rating, characters can be anything you wish as long as it is your own. Please try to keep stories school appropriate!

How to Submit: Email your entry to us at northgwinnettnehs@gmail.com or send us a link to where it is posted online. Make sure to give us your name so we can properly award points! Unless you tell us not to, we will share links to all of your entries on the “writing contest” page on our website.

Due Date: November 30th, 2014 at 11:59 PM

Judging: A committee of people will be reading and judging the entries so the contest will be as fair as possible. The date for announcement of winners is TBA.

Prizes: 

Entering: 5 points

3rd place: 10 points

2nd place: 15 points

1st place: 20 points

Good luck, happy writing, and may the odds be ever in your favor!

9

Wolf Children (Los Niños Lobo)

Rapaza solitaria na universidade coñece un guapo e misterioso rapaz. Ela namórase, pero el ten algún segredo. O segredo resulta sere que o rapaz é lobishome…

¿Crepusculo versión xaponesa?

Para nada, a película non vai de romance. Non, trata os problemas dunha nai para levar adiante a fillos con problemas. O díficil que é facerse lugar no mundo a alguén que é diferente. De como decidir o futuro dun mesmo. Do despoboamento do rural. De coma facerse sitio. Da amizade por riba de xenreiras. De saber aceptar os erros dun mesmo.

Unha película que ten algún momentiño prescindible, pero en xeral un peliculón.

MAZE READ ALONG #4: Dal capitolo 49 all’epilogo

 

image

 

 

Eccomi, sono qui per chiudere l’ennesimo Read Along e lo faccio come al solito con quel misto di felicità e malinconia che mi prende sempre quando finisco un libro, ma soprattutto quando lo finisco con le mie amiche di lettura. Il Read Along ormai rappresenta per me un vero modo di fare, una quotidianità che prescinde lo spazio ed il tempo e mi catapulta in un mondo nuovo che è anche quello della mia vita al di fuori del web. Questo progetto nato come uno scherzo si è evoluto così tanto da regalarmi delle amiche meravigliose che non mi hanno mai abbandonato e che sento tutti i giorni per qualsiasi cosa e non solo per il blog o per i libri. Un vero e proprio club, una sorta di gruppo che si muove in contemporanea. Avete presente “Quattro amiche e un paio di jeans?”… bene moltiplicate le amiche e scambiate i jeans con i libri ed eccoci che diventiamo tutte delle ragazze unite dalla passione per la lettura che viaggiano e scoprono posti nuovi anche se comodamente ancorate nelle nostre case, nei nostri letti, nonostante la mia trasferta bruxelliana.

Sono onorata di aver potuto condividere questo nuovo RA con voi, anche con le mancanze e i ritardi, perché anche questi fanno parte del gioco. La vita vera è una piaga immensa, ma condividerla con voi è il top. Mi sento molto più ben disposta verso i libri e verso la lettura in generale se posso condividerla con voi. Ammetto che per questo libro avevo molte riserve e scarsa voglia. Lo avrei abbandonato di nuovo se non fosse stato per il RA e in effetti mi sarei persa una storia avvincente. L’inizio è stato estremamente noioso e veramente lento ma mi devo ricredere, perché alla fine mi ha preso talmente che ho letto gli ultimi capitoli velocemente… e il finale WTF? Davvero impressionante!

 

Ci tengo davvero a ringraziare i partecipanti di questa avventura. Sono sempre senza parole per il vostro affetto, la vostra stima, la vostra vicinanza. Grazie per essere delle persone eccezionali. Grazie ai membri storici, ai nuovi arrivati, alle persone che quotidianamente regalano un po’ del loro tempo a me, al mio blog e al Read Along, e di certo a loro stesse. Vi voglio bene…

Grazie infinite a:

@ilovereading_ del blog “Petrichor

@dituttocuore del blog “Di tutto cuore

@Imma_Er

@Kikkasole del blog “Testa e piedi tra le pagine dei libri

@Sily85

@zikaren28

@Mirya_76 la scrittrice di “Di Carne e di Carta

@SpeziaC

@ciaradh_

@Kiadalpi

@Veroluc84

Paola SunshinePol Efp

@Aniryllis

@Dorothy_257

@Anniecro

@Filomenaruffini

@Frytty

@GinevraBittante

@xlivefearless

@Rebe_91_

@CclaudiaA_90

@rosybart_

@littleAmaranth del blog “La Bella e il Cavaliere” e

@GiusyPiazza del blog “Divoratori di libri”.

Alessia Essela scrittrice de “La Trilogia di Lilac

 

 

image

 

 

E ora vi lascio al recap, scusate se sono di poche parole, ma ho tante cose da fare e poco tempo… questo finesettimana poi sarà estremamente speciale *___________* non vedo l’ora. Vi avverto come al solito di fare attenzione quando vi approcciate al post perché non posso garantire lo SPOILER FREE. Buona lettura :********

 

****************

Dal capitolo 49 all’epilogo: Un piccolo Riassunto

Thomas e i ragazzi hanno scoperto il codice che si nasconde nel labirinto, ma capire come uscire è estremamente complicato, difficoltoso e soprattutto pericoloso. Uscire dal labirinto però è solo il primo passo. Cosa vogliono i creatori? Quali ricordi serpeggiano nelle teste di Thomas e Teresa? Cosa li uniscono? E cosa vuol dire davvero Cattivo (Wicked)? Tante domande e poche risposte per un finale al cardiopalma!

 

***************

 

Dal capitolo 49 all’epilogo: I nostri commenti su Twitter

Come per il “Leonardo Read Along”, per evitare un post chilometrico visto il numero dei partecipanti, vi rimando alla Tag Board che ho creato per il #PABMazeRA. Ci tengo a sottolineare che se i partecipanti hanno un profilo privato, i loro commenti non compariranno nell’elenco.

http://twubs.com/PABMazeRA   

 

*************

 

Dal capitolo 49 all’epilogo: La discussione

- Qual è il vostro personaggio preferito?

@anncleire: Il mio personaggio preferito è Minho. Adoro il suo modo di fare aggressivo, quasi scorbutico e leggermente manipolativo. Un Runner, quindi una personalità di un certo rilievo, ma allo stesso tempo non è prepotente, nel senso si adatta alle decisioni del leader. Ho apprezzato molto anche Newt con il suo modo di fare conciliativo ma decisivo. Thomas in qualche modo mi è piaciuto, anche se di meno rispetto agli altri. A volte poco incisivo.
@Veroluc84: Newt perchè lo trovo coccolosissimo e riesce sempre a mantenere la calma.

@Kikkasole: Pensandoci e ripensandoci di sicuro Chuck!
@Dorothy_257: Captain Gally, lo ribadisco. Vorrei sottolineare che non è morto quindi, mi aspetto torni nel seguito! Dopo di lui Newt e Minho. Thomas purtroppo continuo a non sopportarlo.
@aniryllis: Uhm… non saprei ahah. Minho, sì, Minho è il mio preferito XD

@dituttocuore: Thomas ha una bella mente, è l’eroe delle situazione e quindi un po’ scontato e non puó non piacere, ma a me piacciono anche Minho e Chuck
@xlivefearless: mmm Newt e Chuck assolutamente!

@Frytty:  É difficile scegliere un personaggio preferito, perché mi sono piaciuti tutti, nel bene e nel male, ma costretta, direi Thomas, perché ammiro il suo essere pragmatico, ma anche sensibile e Chuck, perché mi somiglia caratterialmente.

@ciaradh_: Ci ho pensato un po’ e alla fine direi Newt. Mi piace come persona, mi piace come ragiona e come riesce a mantenere l’ordine e spronare Thomas. Anche Minho mi piace molto.
@anniecro: Minho e Newt xD e sono felicissima che non siano (ancora) morti
@zikaren28: Thomas e indubbiamente Chuck!
Paola SunshinePol Efp: Personaggi preferiti direi Newt e Thomas! Thomas ha un bel cervello e mi piace come riesce a reagire in qualsiasi situazione. 

@Sily85: non saprei, non sono stata molto coinvolta emotivamente a parte per Chuck. Però mi sono piaciuti Newt e Minho!
@Mirya_76: Ho una certa inclinazione per i Dolenti, cambia la ‘l’ in ‘c’ e sono proprio alcuni miei colleghi. Al di là dei miei soliti scherzi, mi è impossibile scegliere un personaggio perché è un libro per cui non provo empatia emotiva, ma solo intellettuale. Il che non me lo rende meno avvincente.
@rebe_91_: personaggio preferito Alby. E Newt. Sono dei coccolini adorabili insieme 
@Speziac: mmh. personaggio preferito…Minho e Newt. non so perchè ma mi stanno simpatici a pelle 

- Leggerete gli altri libri della serie?

@anncleire: Si, ma con calma, sono un po’ sommersa, e per le mani ho libri che voglio leggere da una vita e non voglio mollare, ma sicuramente sono curiosa di capire cosa succede a lui e gli altri. Sono molto curiosa anche della nuova serie dello scrittore, che mi sembra molto avvincente.

@Veroluc84: Ho già letto il secondo, il racconto prequel e quello sul primo ricordo di Thomas,mi manca solo il 3°che leggerò in italiano.

@Kikkasole: Ho appena finito “il labirinto”, sto pensando ad una caspio di recensione e poi inizio subito “la fuga” …..quindi si si ed ancora SI ! 
@Dorothy_257: Assolutamente sì! Ma prima devo finire quei 5 libri iniziati e dare due esami all’università! 

@aniryllis: Yup! Ho tutta la serie sul Kindle muahah.
@dituttocuore: sisi leggeró anche il seguito
@xlivefearless:  Oggi ero proprio in libreria per comprarlo ma credo prenderò direttamente il box in lingua inglese così da risparmiare (non vedo l’oraaa!)

@Frytty:  Assolutamente sí! Non vedo l’ora!

@ciaradh_: Ovviamente!! Sono un attimo in crisi ora con le letture, ma appena mi sblocco mi ci butto.
@anniecro: Assolutamente! Appena torno alla civiltà con una connessione internet decente, la prima tappa è per il rifornimento libri xD
@zikaren28: of course! il secondo è già sul kobo. XD
Paola SunshinePol Efp: Voglio assolutamente leggere il secondo, che credo di avere già, ma non sono sicura, e appena uscirà anche il terzo!
@Sily85: assolutamente sì!! Devo sapere cosa succede!!
@Mirya_76: Come ben sai, ho già letto il secondo e l’unico motivo per cui non ho ancora letto il terzo è che non è ancora uscito. La prossima volta che mi fai un RA con una trilogia, assicurati che la trilogia sia già stata tutta pubblicata, perché divento un tantino fastidiosa quando la mia curiosità non viene soddisfatta! Ad esempio, rischio di spoilerare a sorpresa…
@rebe_91_: assolutamente si! Il secondo è già in viaggio verso casa! 
@Speziac: di sicuro! ho già il secondo e appena esce il terzo mi procurerò anche quello

 


- Che cosa pensate del finale? Ve lo aspettavate??

@anncleire: Il finale mi ha lasciato senza parole, molto WTF? Ma allo stesso tempo un cliffhanger con i fiocchi. Dashner è stato veramente bravo a scrivere un libro interessante e dalla trama coerente. Non me lo aspettavo per niente.

@Veroluc84: assolutamente no!sono rimasta cinque minuti in silenzio e poi mi sono precipitata a comprare il secondo^_^

@Kikkasole: Da un certo punto in poi l’unica cosa che ho pensato è stato “Oh caz….” e il finale così forse me lo aspettavo un pò, insomma sembrava troppo bello per essere vero, no?

@Dorothy_257: Diciamo di sì, era ovvio che la soluzione fosse la Tana dei Dolenti e che la fuga dei Radurai non fosse già terminata. Spero non siano così polli da fidarsi ciecamente dei “Salvatori”.
@aniryllis: NOOO. OMG. PERCHÉ. Per questo non vedo l’ora di leggere il seguito asdfghjkl.

@dituttocuore: non mi aspettavo una fine così… Non me lo aspettavo e ora ho troppe domande a cui devo dare una risposta!!!!

@xlivefearless: All’uscita dal labirinto con i creatori mi immaginavo una scena un pò diversa ma soprattutto non mi aspettavo il capitolo finale! Insomma non credevo che i “salvatori” fossero completamente dalla parte del buono, ma non mi sarei mai aspettata che fossero gli stessi creatori a mettere in scena quel teatrino anche dopo l’uscita dal labirinto e dalla radura. Non so davvero cosa aspettarmi dal secondo capitolo…

@Frytty:  Leggendolo, ho pensato che ci fosse qualcosa che non tornava e quando ho letto l’epilogo ne ho avuto la conferma; sono curiosa di saperne di più 

@ciaradh_: Mi aspettavo uscissero, immaginavo che non andasse tutto bene una volta usciti, ma non mi aspettavo che la CATTIVO fosse un’organizzazione e ora ho mille domande. A partire dal “Cattivo è buono” di cui non è stato svelato il significato, dalla frase sul gruppo B e varie altre cose.
Ne ho parlato con @KiaDalpi ed eravamo abbastanza confuse sul finale perché alcune cose non ci tornavano, ma spero si chiariscano andando avanti con la serie.

@anniecro: Il finale. OMG. Il finale. Mi aspettavo uscissero, mi aspettavo morisse qualcuno (giusto per diminuire ancora di più il numero), ma poi.. Wo o.o ero shockata

@zikaren28: no, assolutamente! non posso credere che tutto rientri nel progetto! pensavo che fossero riusciti ad evadere! e il gruppo B? chi sono? dove sono? mille domande mi girano in testa!

Paola SunshinePol Efp: Non mi aspettavo che finisse proprio così, ma ero sicura che sarebbe finito lasciandoci con più domande che risposte. In realtà non pensavo sarebbero riusciti a uscire dal labirinto già alla fine del primo libro. Mi immaginavo un trabocchetto oltre la tana dei Dolenti!

@Sily85: il finale mi ha stesa! Non me lo aspettavo, cioè ovvio che dovesse succedere qualcosa del genere ma OMG che roba è!! Altro che sadici qui!! 
@Mirya_76: Lo desideravo fortemente, quel finale: speravo proprio che alla fine uscisse la CATTIVO. Qualcuno laggiù ha ascoltato le mie preghiere.

@rebe_91_: me lo aspettavo ma anche no. Era ovvio che non potesse finire così semplicemente…e loro non possono davvero pensare che quei sadici dei creatori non abbiano in servo un altro giochetto. O altri mille…

@Speziac: il finale è da WTF. lo sai. senza parole.

 

Ormai siamo pronte per il film, in uscita in Italia il 24 Settembre!

Vi voglio bene ragazze, grazie ancora per questo meraviglioso RA… alla prossima!!! :*************

Text
Photo
Quote
Link
Chat
Audio
Video