papillomatosis

tiesteo asked:

Hi, I have been following your blog since the beginning of time, I absolutely love it! Recently I have been diagnoses with confluent and reticulated papillomatosis. I have found very little information on the subject and am hoping that you have some magical book with more information. Thanks I really appreciate anything that you find!

Thanks!

Unfortunately, there’s not much out there regarding papilllomatosis, especially confluent reticulated papillomatosis. The most I’ve been able to find is that when it’s idiopathic (there’s no known cause) and not laryngeal, it tends to not cause serious symptoms on its own, aside from cosmetic and occasional itchiness issues.

However, it’s frequently misdiagnosed as tinea versicolor, which is interesting in and of itself, and which I’ll do a post on soon.

A few Gougerot-Carteaud syndrome/reticulated papillamatosis sources:

http://emedicine.medscape.com/article/1106748-overview

http://www.medicaljournals.se/acta/content/?doi=10.2340/00015555-1437&html=1

http://www.dermnetnz.org/scaly/papillomatosis.html

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16433798

Condiloma acuminato

In questa fotomicrografia è possibile notare un condiloma genitale con i caratteristici cambiamenti (paracheratosi, coilocita, papillomatosi). Il condiloma acuminato (o verruca genitale, verruca venerea, verruca anale e verruca anogenitale) è una malattia altamente contagiosa a trasmissione sessuale causata da alcuni sottotipi di Papillomavirus umano (HPV). Si sviluppa attraverso il contatto diretto cute-cute durante il sesso orale, genitale, o anale con un partner infetto. Le verruche sono il segno più facilmente riconoscibile dell'infezione genitale da HPV. I tipi 6 e 11 di HPV sono responsabili del 90% dei casi di condilomi genitali. Fra coloro che vengono infettati dal HPV genitale si stima che solo una piccola percentuale (tra l'1% e il 5%) sviluppi le verruche genitali. Tutti gli infetti sono invece in grado di trasmettere il virus. Altri tipi di HPV sono in grado di causare il cancro cervicale e, probabilmente, diversi tipi di cancro anale. Tuttavia è importante sottolineare che i vari tipi di HPV che causano la stragrande maggioranza dei condilomi genitali non sono gli stessi che possono aumentare il rischio di cancro genitale o anale. Le particelle virali sono in grado di penetrare attraverso la pelle e le mucose tramite abrasioni microscopiche nella zona genitale, che si verificano durante l'attività sessuale. Una volta che le cellule sono invase da HPV, può verificarsi un periodo di latenza (silente) di mesi o anni, totalmente asintomatico. HPV permane nell'organismo per diversi anni senza dare alcun segno di sé. Copulare con un partner affetto da una infezione latente da HPV e che non dimostra alcuna manifestazione esteriore espone comunque al rischio di contagio. Se un soggetto ha rapporti sessuali non protetti con un partner infetto, c'è una probabilità del 70% che ne venga infettato. Il sistema immunitario cerca di eliminare il virus attivando il sistema delle interleuchine, che reclutano nel processo gli interferoni, i quali rallentano ed inibiscono la replicazione virale.  Le verruche genitali spesso compaiono a grappoli e possono essere molto piccole o possono diffondersi in grandi masse nella regione genitale o sul pene. In altri casi appaiono come steli di piccole dimensioni. Nelle donne si localizzano sui genitali esterni e all'interno della vagina, sulla apertura (cervice) dell'utero, intorno o dentro l'ano. La prevalenza è simile a quella che si ha nel sesso maschile, ma i sintomi possono essere meno evidenti. Tradizionalmente si è ipotizzato che il virus rimanga latente nel corpo per tutta la vita. Tuttavia nuovi studi con tecniche che ricercano il DNA hanno dimostrato che attraverso la risposta immunologica il virus può essere eliminato o soppresso a livelli inferiori a quello che possono essere misurati ricorrendo alla PCR. Infatti in uno studio effettuato sulla cute dei genitali per verificare infezioni subcliniche da HPV si è ricorsi alla tecnica PCR. Tale studio ha evidenziato una prevalenza del 10%.