new-generation

Ahh yess we’re destroying…

We’re not unified at all

This generation isn’t doing a thing

There’s no more black unity

These young people aren’t fighting for the cause

We’re too busying fighting each other and listening to hip hip

Don’t you dare say we’re destroying a damn thing! We are building our people up just like they did 50 years ago. Stop using simple school fights to prove we’re ignorant! Look at the whole picture! We are out here doing our best to make tomorrow a better day but these anhks and coons are too busy pointing out the negative! Y’all need to shut the fuck up!

Vedi mamma, oggi vanno di moda cose diverse, vanno di moda i capelli lunghi e le gonne corte, le punte chiare e la bocca rossa, la pancia piatta e le tette sporgenti, il fisico minuto e le labbra carnose. Oggi mamma si usano cose diverse, non si comprano più le espadrillas a 5 euro, oggi si indossano Dr Martens e Napapijri, che per compararli devi fare un leasing. Oggi nei bar non si prendono più bricchi e frullati, oggi si bevono birra e vodka, giusto per aiutare l’equilibrio sui tacchi vertiginosi. Oggi poi non esiste più nemmeno il coprifuoco, si sta fuori direttamente fino al mattino dopo e si fa finta di fermarsi a vedere l’alba, che in realtà non importa a nessuno. Quindi no mamma, non mi sento di appartenere a questa generazione semplicemente perché io non sono tutto questo, i Dr Martens mi stanno scomodi e l’aba mi metterei a fotografarla ogni giorno, specialmente al mare. Io sono per gli amori di una volta, i ragazzi che ti corteggiano e ti aprono pure la portiera, sono per i baci dati spontaneamente in un luogo solo nostro e non ad un ragazzo ubriaco, che non rivedró mai più, in mezzo ad una pista da ballo, solo per il gusto di potermene vantare la mattina dopo, io la mia storia la tengo per me. Non voglio una relazione di oggi, dove per sapere se si sta insieme oppure no, basta guardare lo stato di un social network, perché tanto i baci non contano piú nulla. Io voglio una relazione di ieri, fatta di lettere e ti amo sussurrati, fatta di attimi che restano.
—  anonimo

I was born in a land
of hatred and regret.
In a land where you’re
either too happy or too sad.

In a land where suicide
runs through children’s minds
twenty four hours,
seven days a week.

In a land where
cigarettes are sold to kids,
where alcohol ran through
their veins.
Where weed was inhaled
and exhaled.

In a land where
first kisses no longer
filled the void.
Where girls sold themselves
for free.
Where social media,
stole their bodies.

I was born in a land
where innocence
no longer existed.

—  Shams Bahadly