Buona notte. Se dormite tranquillo, lo dovete a me. Avrei potuto essere cattiva come le altre, ma non sarei stata più io, e se mi aveste amato per effetto della mia cattiveria, non è me che avreste amato. (Ma avrei potuto essere cattiva come le altre?)
Ho sempre preferito far dormire piuttosto che togliere il sonno, far mangiare piuttosto che togliere l’appetito, dare le idee piuttosto che far perdere la testa. Ho sempre preferito dare a togliere, a ricevere; dare — ad avere.

P.S. (Pensiero spontaneo). Il vero carnefice, quello del Medio Evo, quello che aveva il diritto di baciare la propria vittima, è quello che dà la morte, non quello che toglie la vita. Non è la stessa cosa. Pensateci.

—  Marina Cvetaeva, Le notti fiorentine, Arnoldo Mondadori Editore, Milano 1983, p. 67

Ogni anno, a Natale, regalo alla mia cognatina di 10 anni un libro, facendole un disegno sulla prima pagina. E’ una tradizione che va avanti ormai da 5 anni, e quest’anno le ho regalato quello che forse è uno dei suoi primi libri “da grandi”, Coraline di Neil Gaiman.
Sebbene mi vergognassi un po’ a disegnarlo, perchè le illustrazioni interne sono di Dave McKean - uno dei miei artisti preferiti di sempre - e il paragone mi sembrava impietoso nei miei confronti, la tradizione andava rispettata.
Questo è il risultato, questa è Coraline interpretata da me. :)

stetirasso’13

Text
Photo
Quote
Link
Chat
Audio
Video