mogliori

“dio salvi, per favore, quelle ragazze che abbassano gli occhi quando camminano per strada, con le cuffie nelle orecchie e con mille sogni nella testa, quelle che si innamorano sempre, che vorrebbero essere diverse, migliori, abbastanza, che vorrebbero qualcuno che le abbracciasse strette. salvi il modo che hanno solo loro di concentrarsi sulle cose, di essere belle senza saperlo, di aspettare una telefonata, di scrivere cose su fogli sparsi..”