Sei di una bellezza disarmante, di quella bellezza che toglie il fiato, quella a cui non trovo le parole per descriverti, quella che fa bene al cuore, più che agli occhi. Sei bella, Napoli. E nella tua eterna bellezza mi dai tanto, mi dai tanta di quella forza, ma al tempo stesso te ne prendi il doppio, e nonostante tutto, resti comunque la mia bella Napoli.

ricordo il mare
il vento che mi spostava i capelli,
ma era freddo
e i brividi ci scuotevano il corpo
e pure il cuore
o quello eri tu?
non capivo bene
se il mare che accompagnava
i nostri respiri
aveva deciso che ci sapevamo amare
voleva farci unire le mani
o farci allontanare
se voleva un nostro abbraccio
o farci gridare l’uno contro l’altra,
allora spiegamelo tu
se ti ricordi quel mare
che insieme ci voleva
ma cambiava in fretta idea
come se fare una scelta
tra dirci che eravamo giusti o no
gli cambiasse la vita.
—  Alice Giaquinta