Viaggiare

Occhi che spaziano sul verde, concedendosi qualche momento di distrazione dalla fissità di una strada sempre uguale. E vedo montagne fatte di roccia, profili chiari su orizzonti amplificati. Macino chilometri reali, sotto le ruote, e virtuali sul display di un’auto che conosce ormai a memoria l’anatomia dei miei glutei. La stanchezza si accumula, la testa si fa pesante, ma lo scopo di tutto quanto è andare avanti. Perchè di mondo da vedere, ce n’è comunque tanto e le mie pupille ancora non sono così esauste da non poter apprezzare il bello che ho attorno. Un bello che è azzurro fra le nuvole, grigio sulla pietra, smeraldo scuro tra pini millenari.

Text
Photo
Quote
Link
Chat
Audio
Video