"Il profeta - Amore", di Kahlil Gibran

Allora Almitra disse: Parlaci dell’Amore.
Ed egli sollevò il capo e volse lo sguardo sulla gente, ed ecco scese una quiete su di essa. E con una voce intensa egli disse: quando amore vi chiama con un cenno, seguitelo, anche se le sue vie sono aspre e scoscese.
E quando le sue ali vi avvolgono abbandonatevi a lui, anche se la spada nascosta tra le sue penne vi può ferire.
E quando vi parla credete in lui, anche se la sua voce può infrangere i vostri sogni come il vento del nord devasta il giardino.
Poiché proprio come amore vi incoronerà così lui vi crocifiggerà. Proprio come lui è adatto per la vostra crescita così lui è adatto per la vostra potatura.
Proprio come lui ascenderà alla vostra altezza e accarezzerà i vostri rami più teneri che fremono nel sole,
così lui discenderà alle vostre radici e le scuoterà mentre loro si abbarbicano alla terra.
Come fasci di grano lui vi raccoglie a sé. Lui vi trebbia per farvi nudi.
Lui vi passa al vaglio per liberarvi dalla vostra pula. Lui vi macina fino alla bianchezza.
Lui vi impasta fino a che voi siete manipolabili;
e poi lui vi assegna al suo fuoco sacro, cosicché voi possiate divenire pane sacro per il banchetto sacro di Dio.
Tutte queste cose amore farà a voi affinché voi possiate conoscere i segreti del vostro cuore, e in quella conoscenza divenire un frammento del cuore della Vita.
Ma se nella vostra paura voi voleste cercare soltanto la pace d’amore e il piacere d’amore,
allora è meglio per voi che copriate la vostra nudità e passiate dall’aia d’amore,
fuori nel mondo senza stagioni dove riderete, ma non tutto il vostro riso, e piangerete, ma non tutte le vostre lacrime.
Amore dà null’altro se non se stesso e prende null’altro se non da se stesso.
Amore non possiede né vuole essere posseduto. Poiché ad amore è sufficiente amore.
Quando voi amate non dovreste dire: «Dio è nel mio cuore», ma piuttosto: «Io sono nel cuore di Dio».
E non pensate di poter dirigere il corso d’amore, poiché amore, se vi trova degni, dirige il vostro corso.
Amore non ha altro desiderio se non portare a compimento se stesso.
Ma se voi amate e dovete necessariamente avere desideri, fate che i vostri desideri siano questi:
sciogliervi ed essere come un ruscello che scorre e canta la sua melodia alla notte.
Conoscere la pena di troppa tenerezza.
Essere feriti dalla vostra stessa comprensione d’amore; e sanguinare di buon grado e pieni di gioia.
E svegliarvi all’alba con un cuore alato e rendere grazie per un altro giorno d’amore;
riposare nell’ora del meriggio e meditare l’estasi d’amore; ritornare a casa al vespro con gratitudine;
e poi dormire con nel cuore una preghiera per la persona amata e sulle labbra un canto di lode.

"Il profeta - Amore", di Kahlil Gibran
presto su: www.nuvoledipoesia.it

Text
Photo
Quote
Link
Chat
Audio
Video