Ti urlano in faccia che fai schifo, ti impongono di ‘cambiare’, così piano piano te ne convinci anche tu.
Ti convinci che fai schifo, inizi a notare sempre più spesso quei kili in più, inizi ad odiarti.
Così decidi di cambiare.
Inizi a pensare che una canna o una sigaretta possa compensare il dolore che provi.
Inizi a fare cazzate su cazzate.
E ancora cazzate.
La gente non ti riconosce quasi più, quando ti incontrano esclamano: “sei cambiata radicalmente”.

"Con che coraggio", pensi.

—  Lali.
Grazie ad ogni singola persona conosciuta, nel bene o nel male un’influenza l’hanno avuta. Chi mi ha fatto stare bene e chi no, chi mi ha amato chi mi ha odiato e gli amici veri che ho.
Ciò che sono adesso è solo grazie a voi, mi avete fatto crescere anche se poi, il mio grazie più grande lo faccio a te papà, che sei stato il primo uomo che mi ha preso in braccio.
Grazie alla mia famiglia che mi ha dato educazione, sempre fiera sarò di portare questo cognome. Grazie al primo stronzo che mi ha spezzato il cuore, da quella volta assorbo meglio il dolore.
Ringrazio quelli che in me hanno sempre creduto, e chi c’è sempre stato quando necessitavo di aiuto. Voglio ringraziare tutti quelli che, nonostante, tutto sono rimasti con me.
Zio, sei il motivo per cui sorrido ogni giorno, e ti assicuro che nessun altro qua intorno, vale solo un secondo con te, e ti ringrazio perchè mi hai insegnato a vivere in questo mondo.
Grazie mamma per ogni tuo abbraccio, grazie papà da te ho preso coraggio, e adesso non mi arrendo più come m’hai detto tu, non mi prendo una mano ma tutto il braccio.
Grazie a me, me lo devo, perchè ho imparato a camminare anche senza terreno, ed è vero che sono diversa dagli altri, grazie a me che ho saputo sempre rialzarmi ed affrontarvi, che non è facile credere in me stessa pur’essendo così fragile. Grazie a te che m’hai distrutto, perchè solo ora ho capito per chi darei tutto. Dico grazie anche a un amore non tangibile, si chiama musica lei è unica ed indescrivibile. Ringrazio ogni persona che mi ha strappato un sorriso, e chi non usa maschere mostrandomi il suo viso. Grazie alle pugnalate al cuore ricevute, perchè è grazie a loro se ora può entrare la luce. Grazie a chi ha perso tempo per cercare di capirmi, e a chi quando avevo un problema è stato lì a sentirmi. Ringrazio tutte le belle parole che ho sentito, e a chi nei miei confronti ha mostrato amore infinito. Grazie alle estati passate qui a Roma, e non importa quanto passi il tempo è sempre tutto come prima. Grazie al mio primo bacio e al primo scazzo, al primo abbraccio ed al primo “questa l’ammazzo”.
Ringrazio tutto e tutti mentre penso, che se sono come sono è solo grazie a questo..
Text
Photo
Quote
Link
Chat
Audio
Video