Al Mausoleo va via anche la luce, la beffa di Augusto il costruttore

Sarà perché il sindaco capitolino predilige l’orrendo Colosseo del profanatore di Gerusalemme, ma quel che è successo sembra uno scherzo del destino

ROMA - Riapre ai turisti, dopo 79 anni, il Mausoleo dell’imperatore Augusto nel centro di Roma. In occasione del bimillenario della morte del fondatore dell’impero, l’amministrazione comunale ha programmato alcune visite guidate. Non è andata bene: saltata la luce, l’acqua ha invaso l’area esterna. Sarà perché il sindaco capitolino predilige l’orrendo Colosseo del profanatore di Gerusalemme, sarà per la mancanza di fondi che da anni blocca il restauro del Mausoleo di Augusto (ma si potrebbe tentare di estorcere ai pensionati un contributo di solidarietà anche per i monumenti), sta di fatto che quanto è accaduto a Roma nella solenne ricorrenza del 19 agosto 2014 sembra proprio una beffa.

La tomba aperta per un solo giorno

Proprio nel giorno anniversario, anzi bimillenario, la tomba di Augusto, preclusa da anni al pubblico e finalmente aperta per quell’unico giorno, si allaga e rimane al buio al cospetto di un centinaio di turisti esterrefatti e forse esilarati. E pensare che il preveggente imperatore, uomo di poche parole ma di molti fatti, aveva provveduto - come scrive Svetonio - ad allargare e ripulire l’alveo del Tevere per frenare le inondazioni. Tale rischio si era aggravato a causa del caos edilizio: da tempo il fiume era ostruito dai detriti e sempre più imbottigliato «per l’estendersi degli edifici». Augusto operò secondo un piano, non già assecondando gli intermittenti capricci degli amministratori.

Quella Roma antica soggetta a incendi

Aveva trovato una città «sempre soggetta a inondazioni e a incendi» - scrive ancora Svetonio - e aveva cercato di renderla «sicura, per quanto umanamente possibile, anche per l’avvenire». L’aveva ricevuta di mattoni e la lasciava di marmo: era questo il suo vanto. Coinvolse i privati, ma in primo luogo mettendo in moto i più danarosi. Incitò i cittadini più in vista a investire i propri quattrini per l’edilizia pubblica. Diversamente dai suoi discendenti postremi, non pensava che per risanare il paese si spremono i meno abbienti. Personalmente si assunse il compito di riattare la Flaminia fino a Rimini. Insomma conosceva l’arte di governare, non quella di vessare, e oggi, forse, si è proprio divertito.(Luciano Canfora - Corriere della Sera)

Il 23 agosto 2014, l’associazione Associazione Rerum Novarum Paceco presenta:
NOTTE BIANCA: PACECO TRA CULTURA E SPETTACOLO
Visite guidate, biblioteca in piazza, museo archeologico.
Il tutto allietato dal festival delle band emergenti, Kemy, Naza ecc. dal dj contest e dalla straordinaria presenza di BRUSCO.
NON MANCATE!

AVERSA: Marito aggredisce la moglie: la donna si è rivolta al centro antiviolenza Noemi

AVERSA: Marito aggredisce la moglie: la donna si è rivolta al centro antiviolenza Noemi

Non va in vacanza il centro antiviolenza Noemi. Le volontarie del centro antiviolenza guidate da Francesca Petrella hanno seguito in questi giorni il caso di una donna G.D.E. di Villa di Briano che ha denunciato il marito, G.Z. per il reato di maltrattamenti in famiglia alla presenza del figlio minorenne di otto anni. L’uomo, dopo aver minacciato la consorte ha provato a darle fuoco con una…

View On WordPress

Si comincia alle ore 10, con le visite guidate agli impianti a cura dei tecnici di Enel Green Power presso l’impianto idroelettrico di Corenno, in provincia di Lecco, che apre le porte al pubblico, sabato 30 agosto, per una giornata all’insegna del divertimento e della cultura ambientale nell’ambito dell’iniziativa “Centrali Aperte”. Sempre a partire dalle 10, è possibile ammirare la mostra di acquerelli di Elena Milani oltre a quella su cartoline e pannelli raffiguranti la storia di Derv

1 Voti

#regionedivalenciatrip - un’escursione in barca è l’ideale per scoprire le bellezze della costa tra #Denia e Javia. Alte scogliere, insenature e grotte, possibilità di fare immersione, kayak e sport marini e non solo grazie ai molti percorsi di trekking. Visite guidate e didattiche, birdwatching e nel periodo giusto si possono vedere le balene! :) #Spagna

Il mattino ha l'oro in bocca

Il mattino ha l’oro in bocca

Un regista noto per il suo tocco impegnato, un cast di stelle nostrane di tutto rispetto guidate da un bravissimo Elio Germano, un tema da attenzionare come quello del vizio del gioco, un film davvero interessante che però ci suscita una domanda: ma Marco Baldini è un personaggio tale da meritarsi un film di questo spessore?

View On WordPress

Bambi club

Nell’ultima puntata dell’ottava stagione di scrubs sorge un discorso che mi fa pensare molto, JD chiede ad un’infermiera perché dall’inizio della sua esperienza come specializzando in medicina non sia mai stata cattiva o acida con lui come con tutti gli altri, lei risponde che il motivi è che lui le ricordava Bambi e che aveva solo bisogno di una persona che insegnasse a lui a camminare e ad essere forte e quindi una persona gentile che le stesse accanto.


Discorso con l’ema


Ema sai so di aver trovato il giusto paragone per le nostre relazioni fallite che ora ci stano dando noia, per tutto questo tempo siamo stati con dei Bambi cioè con delle persone che dovevano essere guidate, aiutate e capite, una volta svolto il dovere queste persone potevano ( ora possono) camminare da sole e la cosa ci rende sofferenti perché in questo momento ci fa sentire inutili, passerà.

La Festa del Vino di Castelvenere (BN) vi aspetta dal 29 al 31 agosto con degustazioni, mostre e visite guidate ai vigneti Vai alla notizia: http://ift.tt/1nloFbk

Il 29 agosto prende il via una tra le più longeve manifestazioni legate al vino della provincia di Benevento: la Festa del Vino, giunta alla sua XXXIV edizione. Dopo tre anni di inattività si è ricreata la sinergia giusta per riprendere un discorso indirizzato ad una più attenta valorizzazione dell’eccellenza del vino castelvenerese, del borgo medievale e del territorio rurale…

Leggi La Festa del Vino di Castelvenere (BN) vi aspetta dal 29 al 31 agosto con degustazioni, mostre e visite guidate ai vigneti ora su Napoli è su NapoliTime - Eventi, Cultura, Personaggi, Politica..



da Napoli è su NapoliTime - Eventi, Cultura, Personaggi, Politica. http://ift.tt/1nloFbk
via NapoliTime

Toshiko Horiuchi MacAdam: Harmonic Motion (Moto Armonico) / Rete dei draghi per Enel Contemporanea 2014 - MACRO via Nizza-Mostre a Roma, visite guidate, eventi, mostre, monumenti, arte, biglietti, prenotazioni, mostre a roma, mostre roma, esposizioni -

Parcheggia Qui - Parcheggia qui


30 settembre 2014 - Parco Regionale Naturale “Isola Di S. Andrea E Litorale Di Punta Pizzo” - Gallipoli (LE). PARCheggia qui è un progetto di ecoturismo sviluppato da Avanguardie in collaborazione con l’Ecoresort “Le Sirené” di Gallipoli e consiste in visite guidate diurne e notturne all’interno…

via ScoopSquare http://ift.tt/1kYZdNi

Un programma intenso e ricco di novità vi attende per la Festa dell’Uva più antica d’Italia, che celebra la vendemmia e la Garganega, il vitigno da cui si ricava il vino bianco Soave. Anche quest’anno la Pro Loco Soave organizza la Festa dell’Uva, giunta all’86a edizione: cinque giorni, dal 18 al 22 Settembre, per immergersi nei profumi e sapori della tradizione, degustando il Soave nettare nel cuore dell’antico borgo medievale. Un programma all’insegna della cultura e della tradizione, con mostre pittoriche e fotografiche, musica, folclore, visite guidate al centro storico, stand eno-gastronomici presso l’Isola del Gusto, nel parco della Rimembranza, e presso la Piazzetta del Soave, in via Roma. La domenica inoltre, troverà spazio nel centro storico il Mercatino dell’Antiquariato e, a conclusione della giornata, un grandioso spettacolo pirotecnico con incendio del Castello. Info: info@prolocosoave.it -www.prolocosoave.it - Facebook: Pro Loco Soave. Con il patrocinio di: Comune di Soave, Ufficio Turistico IAT Est Veronese, Strada del Vino Soave, Provincia di Verona, Regione Veneto e UNPLI.

Zeni Wine School #73

MEMORIA OLFATTIVA e PROFUMI DEL VINO

Domanda frequente durante le nostre degustazioni guidate è “Perché questo vino sa di frutta? Perché si sentono note speziate?” ecc.

Ovviamente al nostro prezioso nettare non viene aggiunto nessun frutto né tantomeno qualche esotica spezia. Sono ben 220 le sostanze volatili responsabili del profumo del vino, che possono derivare direttamente dal tipo di uva, altre dai processi di vinificazione, altre ancora dall’evoluzione del vino stesso. Ognuna di queste sostanze chimiche è responsabile di un determinato profumo, quindi il nostro cervello “traduce” in automatico la combinazione chimica in un aroma che già conosce (frutta, fiori, spezie ecc.…)

La poesia del vino traspare anche in questo: il profumo che si libera dal calice può risvegliare addirittura un’esperienza passata, una sorta di conferma della sindrome di Proust in quanto per natura tendiamo a codificare la percezione dell’odore in un contesto emozionale univoco.

image

OLFACTORY MEMORY AND WINE AROMA

A frequent question during our wine tastings is “why do this wine smell of fruit? Why can I feel spicy nuances?” etc.

Of course we don’t add fruit or some exotic spice to our wine. There are more than 220 volatile compounds responsible of wine aroma, that can be derived from the grape variety, the winemaking process and also the evolution of the wine itself. Each of these chemicals produces a specific smell and our brain “translates” it in something that already knows (fruits, flowers, spices and so on…)

The poetry of wine is also that: the smell that is released from the glass can awaken a past experience, a kind of Proust syndrome because, as a matter of fact, we tend to encode a smell in a specific emotional context.

image

GERUCHSERINNERUNG UND GERUCH DES WEINS

Oft fragen unsere Gäste während unserer Weinprobe „Warum riecht dieser Wein nach Frucht? Oder ist er würzig?“ usw.

Natürlich fügen wir keine Obst oder exotischen Würzen hinzu sondern hat man mehr als 220 flüchtige Stoffe, die aus die Rebsorte oder aus die Vinifikation usw. kommen. Jeder Chemiestoff schafft einen besonderen Geruch und unserer Kopf „übersetzt“ ihn auf etwas, das er schon kennt (Obst, Blumen, Würzen…)

Das Gedicht des Weins ist auch das: der Geruch des Weins kann uns eine vergangene Erfahrung erinnert, wie eine Sorte von Proust Syndrom, weil wir normalerweise jeder Geruch in einem eindeutigen emotionalen Kontext katalogisieren. 

image

New Post has been published on Videodomani news video e notizie

New Post has been published on http://videodomani.com/cina-multa-dellantitrust-per-12-aziende-giapponesi-economy/

Cina, multa dell’antitrust per 12 aziende giapponesi - economy

Normali pratiche antitrust o protezionismo? Osservatori sempre più perplessi in Cina dove l’ennesimo gruppo di aziende straniere è finito sotto la scure delle autorità per la concorrenza.

Stavolta a pagare una multa complessiva da oltre 150 milioni di euro saranno 12 aziende giapponesi specializzate in parti di ricambio per auto guidate da Sumitomo, Denso e Mitsubishi. L’accusa: aver fatto cartello per pilotare i prezzi al rialzo a discapito dei consumatori.

Il…
ALTRE INFORMAZIONI: http://it.euronews.com/2014/08/20/cin…

euronews: il canale di informazione più seguito in Europa.
Abbonati ! http://www.youtube.com/subscription_c…

euronews è disponibile in 14 lingue: https://www.youtube.com/user/euronews…

In italiano:
Sito web: http://it.euronews.com/
Facebook: https://www.facebook.com/euronews
Twitter: http://twitter.com/euronewsit

Usa. Accusato d’abuso di potere Governatore Perry si presenta a polizia

Turchia. Gül indica in Ministro Esteri Davutoglu futuro Premier

Isis diffonde video con decapitazione fotoreporter Usa James Foley

Pakistan. I sostenitori di Imran Khan violano la zona rossa di Islamabad

Ferguson. Un secondo giovane nero ucciso dalla polizia

Bombe su Gaza, razzi su Israele: negoziato rotto e accuse reciproche

25 anni fa un pic-nic lacerava la cortina di ferro

Scontro tra due Tornado nelle Marche, quattro militari dispersi

Ucraina: scontri a Luhansk, Poroshenko e Putin al summit di Minsk

Iran: morta Simin Behbahani, celebrata poetessa

Il nostro “debito ecologico” nei confronti della Terra - economy

Usa: l’omicidio Brown e la tossica eredità razziale che infetta le città

Gaza: rotta la tregua, saltano i negoziati

Disinnescare la polveriera di Ferguson. Washington le prova tutte

Indonesia: imbarcazione affondata, ancora dispersi due spagnoli

Vaticano: Papa colpito da lutto, muoiono moglie nipote e pronipoti

Afghanistan: anniversario indipendenza, Karzai chiede accordo politico

Donetsk agli sgoccioli. Emergenza acqua e popolazione in fuga

Settore minerario, BHP Billiton annuncia un mega-scorporo - corporate

Gaza: rotta la tregua, scatta nuovo bombardamento

Iraq: curdi avanzano vicino Arbil, fallita offensiva esercito a Tikrit

Gran Bretagna, inflazione in calo all’1,6% a luglio - economy

Ucraina: nuovo intensificarsi degli scontri nell’Est. La Merkel a Kiev il 23 agosto

Usa, nuova multa in arrivo per Standard Chartered - corporate

Mercoledì 20 Agosto 2014 : Libro di Ezechiele 34,1-11.

Mi fu rivolta questa parola del Signore: Figlio dell’uomo, profetizza contro i pastori d’Israele, predici e riferisci ai pastori: Dice il Signore Dio: Guai ai pastori d’Israele, che pascono se stessi! I pastori non dovrebbero forse pascere il gregge? Vi nutrite di latte, vi rivestite di lana, ammazzate le pecore più grasse, ma non pascolate il gregge. Non avete reso la forza alle pecore deboli, non avete curato le inferme, non avete fasciato quelle ferite, non avete riportato le disperse. Non siete andati in cerca delle smarrite, ma le avete guidate con crudeltà e violenza. Per colpa del pastore si sono disperse e son preda di tutte le bestie selvatiche: sono sbandate. Vanno errando tutte le mie pecore in tutto il paese e nessuno va in cerca di loro e se ne cura. Perciò, pastori, ascoltate la parola del Signore: Com’è vero ch’io vivo, - parla il Signore Dio - poiché il mio gregge è diventato una preda e le mie pecore il pasto d’ogni bestia selvatica per colpa del pastore e poiché i miei pastori non sono andati in cerca del mio gregge - hanno pasciuto se stessi senza aver cura del mio gregge - udite quindi, pastori, la parola del Signore: Dice il Signore Dio: Eccomi contro i pastori: chiederò loro conto del mio gregge e non li lascerò più pascolare il mio gregge, così i pastori non pasceranno più se stessi, ma strapperò loro di bocca le mie pecore e non saranno più il loro pasto. Perché dice il Signore Dio: Ecco, io stesso cercherò le mie pecore e ne avrò cura.

http://j.mp/1tirhvI
Text
Photo
Quote
Link
Chat
Audio
Video