fas;dfkj;oisfoi

Trecentosessantacinque giorni fa mi ero più o meno imposta di iniziare l’anno nuovo con uno spirito meno pesante rispetto a quello che di solito mi trascino dietro. La mia è sempre stata una di quelle anime un po’ strane con cui la gente fa fatica a stare. Così avevo deciso che avrei fatto di tutto per allargare la mia cerchia di amici, avvicinarmi di più ai miei coetanei, arrabbiarmi di meno per le cose che non vanno (son tante), lasciare qualche sogno nel cassetto il tempo necessario affinché si perdesse tra foglietti, matite mal temperate e fogli riciclati. Più leggera. Era lo stesso proposito che avevo sino a due, tre mesi fa. 
Inutile dire che non ci sono riuscita. Sta per finire anche quest’anno e mi rendo conto che, in realtà, ho fatto tutto il contrario. Appena fuori dalla mia porta non riesco a trovare un corrispettivo al mio modo di essere, un giusto incastro per il pezzo mancante. Rido e scherzo ed esco e faccio amicizia (se capita), ma non cerco, non fiuto da nessuna parte quella cosa che mi piacerebbe trovare. In verità non ho nemmeno idea di cosa quella cosa sia. Il punto è che mi sta anche bene così. Ho già quelle (poche) persone che mi bastano per potermi definire “amica di qualcuno”, ho quell’amico che è più di un amico (qualcuno con cui attraversare la strada senza guardare da un lato, perché sai che ci pensa lui) e ho anche quella persona speciale da amare e a cui dedicare ogni briciola di vita. 
Il punto è che, nonostante ciò, non mi ritrovo al mio posto in questo posto. Me ne sono accorta due giorni fa: non saluto più dicendo “Piacere, Chiara”. Dico solo: “Chiara”, e non sorrido più. 

Weight Problems Take a Hefty Toll on Body and Mind In the old spiritual, “Dem Bones,” each body part is linked to the next one in line: the thigh bone to the knee bone, the knee bone to the leg bon…

Obesity is no fucking joke. No matter how many ‘goddess’ selfies you post on tumblr and how many hours you spend a day on TITP convincing yourself that the world is out to get you, YOUR BODY IS SUFFERING THE WHOLE TIME. 

Ausztráliában van egy fa,”Eucalyptus deglupta”, amely a legszínesebb fa a világon.  Olyan,mintha összefestékezték volna,de valójában azért színes,mivel 1 év alatt más-más időpontokban dobja le a kérgét,ami alatt kilátszik a világos zöld belső réteg.Ezután a törzs elsötétül, lila,kék,narancssárga,majd barna tónust kap.

Che coglioni l’amore al giorno d’oggi. Tutti con la fidanzata bella e perfetta che vi ama a più non posso. Tutti con le cene romantiche dopo una settimana che si sta insieme. L’anello d’oro dopo un mese e la cena con i genitori. Tutto questo amore infinito come le stelle che poi finirà per colpa di qualche cagnetta…
Io tutto questo non lo voglio. Tutta questa falsità mi fa vomitare. Io vorrei solo qualcuno che mi passi la carta igienica quando sono sulla tazza del cesso cazzo! FORSE CHIEDO TROPPO?