d'accursio

Fontanella di Palazzo d'Accursio.

Sono tipo quattro anni che vivacchio a Bologna e l'ho scoperta solo un paio di mesi fa perchè prima pensavo che dopo l'atrio con i portici, il salottino di sasso, ecc ci fosse un parcheggio. Poi la mia coinquilina è andata a un evento al secondo piano di Palazzo d'Accursio dove c'è la sala Farnese e una finestra che affaccia su questo cortile interno e lo ha scoperto e mi ci ha portato.

Oggi sono andata a fare una passeggiata e mentre mi guardavo intorno e leggevo le targhe dell'atrio una dolcissima vecchia mi ha detto “Questa parte della facciata è stata fatta da Aristotele Fioravanti, pensi che è lo stesso che ha progettato una Cattedrale del Cremlino”

Purtroppo wikipedia non è d'accordo con la signora, ho infatti scoperto che il Fioravanti di Palazzo d'Accursio fu Fioravante Fioravanti (imperituri complimenti ai genitori) padre di Aristotele.
Aristotele contribuì alla costruzione di Piazza Maggiore mettendo una campana nella torre del Palazzo del Podestà e rifancendone la facciata finchè il Primo Cittadino che gli aveva commissionato i lavori non fu cacciato male da Bologna perchè era uno stronzo e nessuno lo voleva.
Aristotele ha continuato a lavorare un po’ a Firenze, un po’ a Milano, un po’ a Budapest, dove lo hanno anche fatto cavaliere del Regno di Ungheria e stampato monete con la sua faccia (quando provò a pagare con monete con la sua faccia a Roma lo ingabbiarono accusandolo di essere un falasario e ha dovuto chiamare gli ambasciatori ungheresi per farsi liberare).
Infine viene notato dallo Zar Ivan III che lo vuole in Russia a tutti i costi, infatti va a chiamarlo personalmente mentre la moglie dello Zar cerca di convincere la moglie di Aristotele. Aristotele accetta, va in Russia e costruisce la Cattedrale della Dormizione (che è tanto famosa da scomodare History Channel), dopo anni di lavoro chiede un sacco di volte allo Zar il permesso di tornare nella sua Bologna ma lo Zar non ne vuole sapere e alla fine muore a Mosca in condizioni misteriose, come da tradizione.

Pagine studiate oggi: 0