Non esponendomi mai troppo ed evitando di esprimere chiaramente e senza filtri la mia opinione - probabilmente a causa di una mia continua ricerca del consenso - finisco spesso per sembrare, agli occhi di molti, una specie di cucciolotto stupido che necessita di guida, protezione e motivazione. Credo però che in pochi si rendano conto che un carattere calmo e, di solito, facilmente adattabile non è sintomatico di un qualche ritardo mentale, ma piuttosto di una semplice voglia di tacere perché di gente che spara stronzate ce n’è già abbastanza.

6

con riccardoonori franksantarnecchi e leofresco nel karakorum studio di Cortona. Stiamo chiudendo questa fase della nascita del disco nuovo. Poi si passa alla fase successiva, Ho molti pezzi scritti che mi piacciono tanto. Immaginatevi un’officina con tutto per terra smontato, progetti sporchi di grasso appesi alle pareti vicino ai calendari con la playmate del mese, un gran casino, ma molto bello e promettente, ma comunque un gran casino.  Ora si tratta di costruire il bolide più spaziale del mondo. E io sono pronto.

ESSIATELO PURE VOIALTRI!!! ciao a tutti!

anonymous said:

Poi, alla fine? Stasera cos'è successo?

Ero con i miei amici, i soliti, sugli scogli, e ne stavamo rollando una, era praticamente la sesta che mi stavo per fumare, se devo essere onesta avevo l’intenzione di stare così distrutta da avere i sentimenti azzerati. Certo, mi aveva chiesto scusa e di tornare insieme, ma per la prima volta ho praticamente sentito il cuore farsi a pezzi, e fa schifo.
Tempo che un mio amico la stava chiudendo, che Lorenzo sbuca dal nulla e si siede affianco a me. Mi guarda e mi sorride, penso che sono diventata viola, gli ho solo detto “ciao”, mentre i miei amici lo hanno trattato normalmente, per non farlo sentire a disagio, l’unica a disagio ero io.
L’accendono e la giriamo tranquillamente, faccio i miei tiri, e la passo a lui. Avevamo sempre il vizio di fare il kiss, o di passarci il fumo dalla bocca mia alla sua. Fa tre tiri, poi mi fa “dai, cà, voglio sta un po’ fatto, è solo la seconda, aspira il fumo e passamelo in bocca, giuro che non ti bacio..”. Aspiro, e mi avvicino alle sue labbra, ho sentito il cuore in gola, ho avuto i brividi. Glielo passo, mi avvicino un po’ io, un po’ lui, e mi stringe.. È forse stato uno dei baci più sentiti della mia vita. Ci siamo staccati ed il fumo è volato via, un po’ come i cattivi pensieri, un po’ come qualche pezzo di me.
L’amore è un po’ un casino, ma ne vale la pena…

Sei in bagno
Sei a tagliarti
Fai un taglio
Ne fai un altro
E cosi’ via
Solo
Senza nessuno che ti salvi
Senza voler essere salvato.
Entra tua madra
Ti chiede cosa fai
Tu rispondi NIENTE
Chiude la porta
Non ti ha visto
Non ha visto che ti stavi tagliando
Non ha fatto altro che chiederti che fai e dirti di fare presto chiudendo la porta
Nessuno lo sa
E’ il tuo segreto
La tua distruzione
La voglia di sparire
La voglia di morire
—  motmarinel
Would you pass me the sugar, Sugar?

Respira piano,

voglio fare un segnatempo

lento,

per avere il sopravvento

sulla logica del deserto.

Continuare ad annaffiare

quel che deve fiorire;

disegno i tuoi capelli

chiudendo gli occhi

perché in quella foresta

voglio sognare.

I.S.A.

A nove anni delusi i miei genitori e poi accadde anche a tredici a quindici e a sedici e capisco bene la poca fiducia che hanno nei miei confronti. A me piace fare, conoscere, uscire e loro non sono dello stesso parere. I miei impegni scolastici hanno alti e bassi, io però ora sono più costante e non mi riduco con l’acqua alla gola. Una volta non ero più me, credevo che la vita non fosse che una enormissima cagata. Non mi ritengo una persona intelligente ma c’è stato un momento in cui ero convinta proprio di essere menomata e allora chissenefrega dello studio tanto sono un’incapace. Poi ho creduto tante altre cose sul mio conto, come quando ho smesso di mangiare perché mi avevano detto Sei grassa, ma proprio così Sei grassa, e mamma mi portò all’ospedale dopo il quarto svenimento in una settimana. O quella volta che credevo di poter spegnere la luce chiudendo gli occhi o che se ero malata e bevevo dal bicchiere di uno sano guarivo, ok ero piccola in questi casi ma io credo a un sacco di cose. Sono tanto ingenua e sciocchina, tanto da farmi prendere molto per il culo dagli altri, ma chissene. Ora però sono meno ingenua, meno menomata e non penso che la vita sia un’enormissima cagata, magari solo in parte.

grazie abbracciamifinoasoffocarmi per questa cosa ahahah e soprattutto per ciò che hai scritto (;

1-guardo naruto e lo trovo arte pura, soprattutto per il modo in cui trasmette qualsiasi tipi di emozioni, mi sono più volte messo a piangere guardandolo.

2-quasi ogni notte in quest’ultimo mese, da uno dei due occhi scendeva sempre una lacrima, ma quando passavo la mano per asciugarmi, non c’era più nulla.

3-in questo ultimo mese mi stavo chiudendo con tutti, mi stavo avvolgendo nell’oscurità, stavo per essere inghiottito dal buio. una persona mi ha fatto vedere la luce.

4-riesco a disegnare solo di notte, mi trovo più a mia agio, anzi, adesso, sto per prendere una matita, penna e gomma per dare qualcosa alla mia vista.

5-amo, ed è pazzesco.

e ora mi tocca chiedere a 10 cavie di fare la stessa cosa quindi: chiedo al mio fiore preferito unfiorediciliegio al mio amico cazzone a cui dovrò parlare, mi scuso di non averlo fatto prima, ti spiegherò, sceglimi-in-quell-attimo, alla raki rakiwolf, alla V che spero possa trovare tutto ciò che vuole xoviki, alla sua amica con il cane idiota che sembra uno spazzolino estergtc, a Lulù flowamour, a Robi reticenza, a una delle pagine più belle di Tumblr 0rochimaru spero tu possa capire ciò che scrivo (; poi chiedo a fragiledicristallo e per ultima ma più importante shesonaive

Cogli l'attimo fuggente

image

Prendiamo tutto quello che ci appartiene, non lo dobbiamo comprare, ma viverlo tutto, stretto, muovendoci svelti, regalando calore, rilasciando tepore, chiudendo gli occhi, aprendo la mente, a cuore vivo.

© Anarchia di pensiero

Tre e cinquantaquattro

Avrei voluto scrivere qualcosa. Ed invece sono rimasto a guardare fuori della finestra la luce sbiadita del pomeriggio, ascoltando il rumore convenzionale del condizionatore e sperimentando qualcosa di simile ad una malinconia catartica e insolitamente ovattante. Sono rimasto cosi, per qualche secondo, considerando la vita di lá dal vetro ed il riflesso del neon, sodico ed ospedaliero. Ti ho cercato tra la gente, chiudendo gli occhi, senza trovarti. Aspetterò. Sarai bellissima, ne sono certo. Come tutte le volte in cui mi sono illuso di poter fare a meno di te.

vaerjs non hai idea. da questa mattina:

  • ho dato due capocciate allo stesso sportello, in due momenti differenti
  • sono inciampata per strada 
  • mi sono fatta male finendo addosso ad un lampione 
  • mi sono impigliata nella tenda e mi sono graffiata il polso mentre cercavo di togliermela di dosso
  • mi sono tirata la porta addosso al piede destro due volte
  • ho sbattuto il ginocchio contro la scrivania, cercando di mettermi a gambe incrociate, innumerevoli volte.
  • mi sono versata il caffè semi-bollente sulla mano
  • mi sono scheggiata un’unghia chiudendo uno sportello della credenza.

l’universo cospira contro di me.
oppure, sono molto, molto scema.
propendo per la seconda, lol.

anonymous said:

Permetti al mondo di salvarti. Permetti alle persone di starti vicino, trova il bello dove non c'è. Sono le tre cose più difficili da fare, ma tentar non nuoce, da soli non ci si salva, devi permettere alle persone di entrare nel tuo mondo.

Grazie per le parole,davvero… effettivamente mi sto chiudendo troppo…

Sono settimane davvero da schifo, sto tornando indietro ho ricominciato a saltare i pasti, e no! Questo non mi fa stare bene, ma la voglia di sentirmi magra è più forte di qualsiasi cosa, non voglio più sentire quei pensieri e l’unico modo per farli tacere e acconsentire ciò che dicono. Lo so che sto deludendo tutti e mi sto, di nuovo, chiudendo in me stessa.

Text
Photo
Quote
Link
Chat
Audio
Video