Dopo le voci che danno per certa la riconversione in moschea della basilica di Santa Sofia a Istanbul (museo dal 1923), arriva la notizia che una riforma attiva da quest’anno rende l’insegnamento coranico obbligatorio, senza possibilità di esonero, in tutte le scuole turche.
— 

http://www.ilfoglio.it/articoli/v/121017/rubriche/turchia-erdogan-scuole-corano-obbligatorio.htm

Che finaccia per quello che fu “il miglior alleato occidentale nel medio oriente” nonché ancora membro Nato, nonché candidato all’entrata nella UE. 

E’ da un po’ che avvisiamo sui sogni perversi di Erdogan, che va attuando un controllo capillare interno mentre tenta di accreditarsi agli occhi del mondo islamico sunnita (vedi l’erigersi a paladino di Gaza): è la revanche del Vero Califfato storico, altro che dilettanti ISIS!

Da cui il rifiuto di partecipare alla coalizione con l’America, uguale a quel che fecero ai tempi dell’attacco a  Saddam. Fortunatamente gli arabi tutti odiano li turchi, potenza coloniale fino al 1918, quasi più degli ebrei.

Il vero campione regionale dell’Occidente è l’Egitto (coi soldi dell’Arabia e dei Paesi del Golfo). Tanto il primo bersaglio di tutti non cambia, è l’Iran sciita, l’altra minipotenza non araba con ambizioni regionali.

Li turchi vanno isolati e buttati a mare da Nato (purtroppo distratta dalle nostalgie dei bei tempi andati della guerra fredda con l’Urss), dall’Europa e financo dalla Uefa: niente Champions League a chi sta per proibire alle donne di entrare negli stadi, ci stanno maschi non maritati in mutande!

Ringrazio setainfiamme per la NOMINESCION ❤️
La regola è che quando si viene nominati si devono dire 5 particolarità su di sè e nominare a nostra volta 10 blog!

1. Quando provo forti emozioni, sia positive che negative, mi si chiude lo stomaco e non riesco più a mangiare.

2. Se penso ai momenti belli vissuti con le persone che amo, mi viene da piangere.

3. Vorrei avere i capelli super lunghi ma li tengo sempre legati perché mi fanno caldo.

4. Per andare a correre ascolto David Guetta. E ciò va contro la mia natura rock ahahahha

5. Ho un capillare rotto nell’occhio sinistro ed è una macchiolina marrone.

Io nomino:
27febbraio2012
iocredoinme
dalleceneridiunafenice
toomanyfeelingsinmymind
thestrangeronthemoon
nellfit
E visto che non me ne vengono in mente altri, NOMINO CHIUNQUE LEGGA QUESTO POST! 💪

Ieri notte non riuscivo a smettere di piangere. Credo di aver pianto per più di un’ora. Molto raramente mi concedo di fare una cosa simile, anche se per qualche minuto, perché so che dopo avrò gli occhi gonfi e mi farà male la testa. Ma ieri non riuscivo proprio a trattenermi, anzi, credo che se lo avessi fatto mi sarebbe scoppiato qualche capillare negli occhi.
Ancora tutto quello di cui mi ha parlato non è sicuro, ma so che non c’è un rimedio, quindi probabilmente lui partirà. E io comincio a vedere di fronte a me il mio vecchio mondo di sofferenza e solitudine dentro il quale ostinavo a chiudermi prima che arrivasse lui. Solamente che quello che, vedo avvicinarsi, sarà peggio, perché la sofferenza sarà aggravata dal fatto che ho una persona a cuore e la solitudine sarà più dolorosa se aggiunta al vuoto lasciato dalla sua assenza.
Il problema è che quando qualcosa appare bella e troppo perfetta, prima o poi si presenterà sempre un problema, qualcosa che ti impedirà di averla e di tenerla nel cuore. Soprattutto se ci tieni troppo. Questo significa amare:
sapere che avere a cuore una persona può essere molto doloroso, ma accettarlo
Occhi gonfi

Ieri notte non riuscivo a smettere di piangere. Credo di aver pianto per più di un’ora. Molto raramente mi concedo di fare una cosa simile, anche se per qualche minuto, perché so che dopo avrò gli occhi gonfi e mi farà male la testa. Ma ieri non riuscivo proprio a trattenermi, anzi, credo che se lo avessi fatto mi sarebbe scoppiato qualche capillare negli occhi.

Ancora tutto quello di cui mi ha parlato non è sicuro, ma so che non c’è un rimedio, quindi probabilmente lui partirà. E io comincio a vedere di fronte a me il mio vecchio mondo di sofferenza e solitudine dentro il quale ostinavo a chiudermi prima che arrivasse lui. Solamente che quello che, vedo avvicinarsi, sarà peggio, perché la sofferenza sarà aggravata dal fatto che ho una persona a cuore e la solitudine sarà più dolorosa se aggiunta al vuoto lasciato dalla sua assenza.

Il problema è che quando qualcosa appare bella e troppo perfetta, prima o poi si presenterà sempre un problema, qualcosa che ti impedirà di averla e di tenerla nel cuore. Soprattutto se ci tieni troppo. Questo significa amare:

sapere che avere a cuore una persona può essere molto doloroso, ma accettarlo

xrkatekor replied to your post “Un ragazzo su quattro consuma cannabis”

strano…………….aahaahah

Anch’io non l’avrei mai detto. Se penso alla capillare opera di volantinaggio fatta da Giovanardi sui buchi nel cervello provocati dalla orrobile cannabis, mi sembra assurdo che i ggiovani non abbiano decisamente smesso di accannarsi.

Certo… solo a guardarlo, il Giova, si viene incentivati dal: “se me devo ridurre così!”

New Post has been published on Delusi Traditi e Incazzati

New Post has been published on http://delusitraditieincazzati.com/2014/09/15/governo-clandestino-e-coop-mangiasoldi/

Governo clandestino e coop mangiasoldi

Quindici clandestini senegalesi sono ospiti del Comune di San Severino Lucano. Perché infezioni e degrado devono essere diffuse in modo capillare.

A questo lavora il presunto governo italiano.

Sono giovani rientranti nei progetti di protezione per i richiedenti asilo
politico. Loro chiedono, e mentre qualcuno impiega mesi per rifiutare asilo a chi viene da un paese senza guerre né persecuzioni come il Senegal, vengono mantenuti a spese nostre, incassando dai 35 ai 45€ al giorno.

Il comune ha risposto positivamente per la seconda volta alla richiesta del Ministero, perché ad incassare fior di soldi sarà l’ennesima cooperativa: in questo caso la Senis Ospes, che si sta occupando della gestione dei servizi offerti.

Ricordiamo che dallo scorso mese di luglio vivono a San Severino Lucano 9
prostitute ragazze nigeriane sempre facenti parte del progetto.

Anche in Nigeria è in corso una guerra. Si, un secolo fa, forse.

E’ un enorme business che vede le Coop, il Pd e la la Caritas contendersi le spoglie dell’Italia. Ladri e pezzenti.


VoxNews

many politics... (The Control Society)

Paul,Virilio depicts the world State as it is sketched out today: a world of absolute peace still more terrifying than that of total war, having realised its full identity with the abstract machine, and in which the equilibrium of spheres of influence and of great segments intercommunicates with a secret capillarity - where the luminous and clearly dissected city now shelters only nocturnal troglodytes, each embedded in his own black hole, a social swamp which exactly completes the (Virillio 1976)’…obvious and super-organised society’… Deleuze/Parnet Dialogues p139.

Ti manca qualcuno? Sì ma sto bene lo stesso
Credi nelle relazioni a distanza? No.
Citazione preferita? ‘You can only see as far as you think’
‘It’s not selfish to love yourself, take care of yourself and make your happiness a priority. It’s necessary.’
Cosa sogni di diventare da grande? Qualcosa che abbia con lo stare in contatto con gli altri ed aiutarli.
Cosa ne pensi della società? Brutta cosa, brutta brutta.
Una cosa particolare di te? Ho una macchiolina marrone sull’occhio sinistro, ma è un capillare rotto!
Che scuola frequenti? Liceo delle scienze umane con opzione economico sociale
Rapporto con i genitori?no comment.
Hai rimpianti? Come tutti. Ma non lascio che mi distruggano.
Quanti anni hai? 17
Queste sono le regole:
1. Postare sempre le regole.
2. Rispondere alle domande della persona che vi ha taggato.
3. Taggato altre 11 persone ed elencatele.
4. Informatele di averle taggate.
5. Dire alla persona che ti ha taggato di aver risposto.

Ringrazio bastaemme e nomino:
27febbraio2012
iocredoinme
dalleceneridiunafenice
toomanyfeelingsinmymind
sigaretteaccesesorrisispenti
malinconiadiabbraccisognati
respirareinsieme
lanevesembracocaina
gliocchituoilosanno
thestrangeronthemoon
soulofbittersweetness

La maggior parte li ho presi a caso ahahahah mi scuso in anticipo 💕

È appena andato on line ma nasconde il lavoro di un anno. Il progetto OpenPompei è la primanotizia buona che riguarda Pompei da molto tempo a questa parte. Grazie a Linux e al team che sta lavorando alla pubblicazione dei dati inerenti al sito archeologico, sarà possibile seguire da vicino e avere accesso allo stato dei lavori del maltrattato sito archeologico.

Questo dovrebbe consentire - si spera - a un monitoraggio capillare fatto dal basso, che coinvolgerà tutti gli utenti del web che vorranno accedere ai dati, gratuiti e in costante aggiornamento. Una scommessa che unisce legalità e tecnologia e quindi gode già di tutta la mia simpatia. 

Watch on nudgeitalia.tumblr.com

Negli ultimi anni le Nudge Units si sono diffuse in maniera capillare a livello globale, radicandosi inizialmente negli U.S.A  e affacciandosi successivamente in Europa, con la nascita del Behavioural Insight Team inglese prima, fino al recente avvento del TEN (The European Nudge Network) di cui anche Nudge Italia fa parte. 

Nel servizio di Barbara Carfagna “Nudging e Anticipatory Computing” trasmesso su Tv7, il settimanale del Tg1, viene mostrata la natura degli interventi di nudging, “spinte gentili “, a volte quasi impercettibili, che producono grandi cambiamenti, senza prevedere l’utilizzo di sanzioni o restrizioni e preservando la libertà di scelta. Dai paesi in cui il nudging ha preso piede provengono molti esempi di interventi positivi, a costo ridotto e ad alto impatto, che possono migliorare la qualità di vita dei cittadini in diversi modi, dalla scelta di cibi più sani, all’aumento di adesione a piani previdenziali, a un maggior risparmio energetico, ecc..

La giornalista spiega come gli interventi di nudging si basino sulla constatazione che “inconsapevolezza”, “pigrizia” e altri comportamenti irrazionali sono molto più diffusi e rilevanti di quello che normalmente riteniamo.  

Daniel Kahneman descrive infatti due sistemi che convivono nel nostro cervello: il Sistema 1, più “antico”, irrazionale e veloce, che ha garantito la sopravvivenza della specie e il Sistema 2, più evoluto e capace di ragionamenti complessi, ma molto più lento. In molte situazioni, per semplificare l’assunzione di decisioni, gli esseri umani, sotto l’influenza del Sistema 1, utilizzano scorciatoie di pensiero , le euristiche, che portano a commettere tuttavia errori sistematici di valutazione. Proprio questi meccanismi sono oggetto di studio delle Nudge Units, che disegnano interventi che aiutino le persone a far scelte migliori e più efficienti.

Un’altra evidenza che gli studiosi di behavioral economics ci offrono, è che di fatto non esiste un modo completamente “neutro” di proporre le scelte: il modo in cui sono disposti i cibi in una mensa o l’ordine e il numero delle opzioni sopra un modulo, tendono in ogni caso a influenzare verso una certa direzione le scelte dell’individuo che vi si trova di fronte.

Per garantire un utilizzo appropriato di queste conoscenze, è importante che il nudging venga definito non solo come una tecnica che può essere presa in prestito dalla politica, ma come applicazione di una rigorosa scienza del comportamento, messa al servizio della società. Come la ricerca in medicina, fisica, biologia, economia ha il compito di orientare la politica in direzione del benessere della popolazione, così una moderna scienza del comportamento può indicare come attuare in modo efficace questi cambiamenti. E come ogni scienza anche quella del comportamento non può prescindere da riflessioni di ordine filosofico e deve costantemente interrogarsi su questioni etiche.

È questo un tema di grande importanza da riprendere prossimamente e che verrà affrontato durante una giornata di studi su "Scienza del Comportamento,Società, Cambiamento" all’interno del congresso Behavior Science and Policy che si terrà il 5-7 Novembre a Milano presso l’Università IULM.

Vendono migliaia di prodotti non a norma: sanzioni per negozianti cinesi


Una vasta operazione condotta dagli uomini delle Fiamme Gialle leccesi, susseguente ad una capillare azione info-investigativa, ha portato nelle ultime ore al sequestro da parte dei militari della Tenenza di Casarano di oltre 55mila prodotti privi, in tutto o in parte, delle prescrizioni previste da…

via ScoopSquare http://ift.tt/1qTGh4G

Nasce il Coordinamento Provinciale Interassociativo del Catasto

Nel pomeriggio di martedì 16 settembre presso la sede di Confagricoltura Alessandria si è svolta la riunione di insediamento del Coordinamento Provinciale Interassociativo Catasto per la provincia di Alessandria.
In vista dell’emanazione dei decreti attuativi della riforma del Catasto, 15 Organizzazioni, rappresentanti le diverse realtà associative, hanno deciso su scala nazionale di organizzare un piano d’azione comune per la raccolta dei dati inerenti valori e canoni del triennio 2011-2013 necessari alla messa a punto del nuovo sistema e all’elaborazione di proposte per un’equa attuazione delle riforma.
Le Organizzazioni che partecipano al Coordinamento Interassociativo della provincia di Alessandria, ognuna con un proprio rappresentante, interessano tutti i settori dell’economia e sono ABI, ANCE, ANIA, CIA, CNA, COLDIRETTI, CONFAGRICOLTURA, CONFCOMMERCIO, CONFARTIGIANATO, CONFEDILIZIA, CONFESERCENTI, CONFINDUSTRIA, CONSIGLIO NAZ. DEL NOTARIATO e FIAIP.
Il compito che avrà il Coordinamento sarà quello di effettuare, in modo armonizzato e capillare, un monitoraggio sui valori di compravendita e sui canoni di locazione delle unità immobiliari di tutte le categorie al fine di individuare, una volta avviato il confronto con l’Agenzia delle Entrate, modalità con le quali eliminare, od almeno ridurre, le iniquità che potranno crearsi nella determinazioni delle rendite catastali e dei valori commerciali degli immobili.
“Primo obiettivo del Coordinamento Provinciale di Alessandria – ha commentato Marco Ottone, responsabile dell’Ufficio Fiscale di Confagricoltura Alessandria, nominato coordinatore del gruppo provinciale - sarà quello di intraprendere azioni comuni con lo scopo di arrivare ad acquisire una consistente e qualificata mole di documentazione e dati; tali informazioni, distinte in particolare per ogni tipologia di immobile oggetto della revisione catastale, consentiranno l’elaborazione di proposte per una più congrua determinazione del sistema estimativo di tutte le unità immobiliari a destinazione sia ordinaria che speciale”.
Gli intervenuti hanno ritenuto opportuno fissare la Sede del Coordinamento presso Confagricoltura Alessandria in Via Trotti, 122 ad Alessandria. http://dlvr.it/6xJ3BN

New Post has been published on Delusi Traditi e Incazzati

New Post has been published on http://delusitraditieincazzati.com/2014/09/17/renzi-invia-457-clandestini-in-veneto/

Renzi invia 457 clandestini in Veneto

Sono 457 i sedicenti profughi fatti arrivare oggi in Veneto; la prefettura di Venezia sottolinea che 94 sono stati destinati a Verona, 92 a Padova e altri 92 a Treviso. 89 a Venezia e 90 a Vicenza.

Per diffonderli meglio. L’invasione deve essere capillare.


VoxNews

Alba Italia s.r.l., società specializzata nel recupero crediti e altri servizi alle aziende, nell’ambito di un progetto di offerta capillare su tutto il territorio nazionale dei suoi servizi, ricerca Agenti di Commercio seri cui affidare zone da sviluppare.

Il Candidato ideale possiede una chiara e dimostrabile esperienza di vendita maturata nel settore dei servizi alle aziende,  dinamismo, attitudine imprenditoriale con significative capacità di vendita, forte propensione ai rapporti interpersonali e ambizione capacità di lavorare in autonomia e per obiettivi.

Preferibilmente automuniti.


La modernità, il denaro, la metropoli 2

La crescita delle componenti intellettualistiche dell’esistenza che la diffusione dell’economia monetaria e la predominanza del denaro comportano ha avuto un suo centro propulsore decisivo nella metropoli, la grande città moderna, che costituisce un oggetto speciale dell’analisi di SImmel in diverse opere e a più riprese. Infatti, la città ha una funzione di avanguardia nel processo di modernizzazione: specificamente nella sua forma tipicamente moderna, la metropoli, che acquista sempre maggiore importanza, peso, prestigio, secondo un modello di espansione che si irradia verso il mondo rurale e le città minori, che ascoltano con attenzione ogni messaggio proveniente dal luogo in cui si creano le mode culturali e si legittimano le pratiche sociali. La metropoli è il luogo in cui la modernizzazione trova meno ostacoli, dove esistono le condizione perchè il processo di cambiamento proceda in maniera più completa e capillare. Centro propulsivo dello sviluppo dell’economia monetaria, per l’intensità degli stimoli che fornisce a ciascuno dei suoi abitanti la metropoli favorisce anche il processo di intellettualizzazione:

”L’uomo è un essere che distingue, il che significa che la sua coscienza viene stimolata dalla differenza fra l’impressione del momento e quella che precede;le impressioni che perdurano, che si differenziano poco, o che si si succedono e si alternano con una regolarità abitudinaria, consumano per così dire meno coscienza che non l’accumularsi veloce di immagini cangianti, o il contrasto brusco che si avverte entro ciò che si abbraccia in uno sguardo, o ancora il carattere inatteso di impressioni che si impongono all’attenzione. Nella misura in cui la metropoli crea proprio queste ultime condizioni psicologiche- ad ogni attraversamento della strada, nel ritmo e nella varietà della vita economica, professionale, sociale- essa crea già nelle fondamenta sensorie della vita psichica, nella quantità di coscienza che ci richiede a causa della nostra organizzazione come esseri che distinguono, un profondo contrasto con la città di provincia e con la vita di campagna, con il ritmo più lento, più abitudinario e inalterato dell’immagine sensorio-spirituale della vita che queste comportano. Ciò innanzitutto permette di comprendere il carattere intellettualistico della vita psichica metropolitana, nel suo contrasto con quella della città di provincia, che è basata per lo più sulla sentimentalità e sulle relazioni affettive”[Georg Simmel - La metropoli e la vita dello spirito, Armando, 1995, p. 36]

La metropoli è quindi un’entità nuova, completamente diversa anche dalle città del passato premoderno. La molteplicità di stimoli a cui ciascuno dei cittadini è sottoposto li induce o addirittura li costringe a ridurre il coinvolgimento emotivo; il distacco proprio dell’intellettualismo rappresenta infatti una modalità di adattamento alle condizioni della modernità e si diffonde perchè è una forma di difesa contro la minaccia di disintegrazione della coscienza. Nel contatto si evita la profondità emotiva del coinvolgimento; si ha a che fare con le persone considerandole non nella loro interezza, ma selezionando rispetto a talune loro attività; non ci si relaziona con una persona, ma con specifiche prestazioni settorializzate: le relazioni sono molto più numerose e diversificate, ma inevitabilmente più superficiali.

Guido Maggioni - Percorsi di storia della sociologia: i classici pp. 384-385

Text
Photo
Quote
Link
Chat
Audio
Video