blindato

Alcuni vivono come blindati in un carro armato. Barricati in sé stessi, sono come isolati, non possono valutare chiaramente cosa hanno attorno perchè la loro visuale è ristretta ad una stretta feritoia, e sono sempre in allerta, tesi, pronti a fare fuoco. Ma che vita è?

Nei nostri rapporti con gli altri non possiamo rimanere blindati sulle nostre posizioni, sempre sulla difensiva, chiusi nelle nostre ragioni. Dobbiamo fermarci, uscire, allargare il nostro punto di vista anche a quello degli altri, valutare realisticamente le circostanze, cercare di andare oltre le apparenze. E se necessario puntare e lanciare cariche di misericordia, perdono, o offerte di scuse sincere.

New Post has been published on Delusi Traditi e Incazzati

New Post has been published on http://delusitraditieincazzati.com/2014/05/10/libano-blindato-esce-di-strada-feriti-due-militari-italiani/

Libano, blindato esce di strada: feriti due militari italiani

10 magg – Un blindato Lince della missione Onu Unifil, impegnato in un’attività di pattugliamento nel settore di competenza del contingente italiano, è uscito di carreggiata lungo la strada costiera del sud del Libano denominata ‘coastal road’. Dei militari che si trovavano a bordo, appartenenti all’ 11° reggimento bersaglieri, due sono rimasti feriti: uno in […]
Imola Oggi

Lancaster Regional Cycling

Last summer my teammates from Boston Bicycle School and I headed to Coatsville PA for a stage race. We stayed with good friends of mine in Lancaster and after the race I stuck around for the week before Iron Hill to hang with friends, do some training and check out the cycling scene in Pa.

Two or three nights a week there are massive group rides and training races (think 50+ people). The races are run on a course about 2.5 maybe three miles long with all right hand turns and a bunch of wind in the Pennsylvania Amish Country. I’d  be lying if I said I didn’t show up with carbon race wheels. The races and group rides are fast and furios and a good ride there feels like winning a real race. Training races are funny though because no body wants to look like they are trying too hard; most people stifle their breathing and do their best to look like it is no effort what-so-ever, but I’ll be the first to admit that those rides were hard.

The other thing you notice when you ride in Lancaster is the huge number of riders in Green and Black kits from Lancaster Regional Cycling. Lancaster Regional Cycling  is a relatively new cycling outfit in Pennsylvania founded in 2010. The Team is managed by Seth Gunderson and is composed of riders who compete across a range of disciplines and  ages. I was initially introduced to LRC by Kyle Penny, a ski racer and bike racer who I have had the opportunity to mentor a little bit and become friends with.   

For this season the team has a bunch of really great sponsors, and Blindato Group is proud to be one of them. Sponsorship is a two way street, and as I am happy to be able to help the LRC guys to some quality stuff I am also hoping to get some good feedback from guys race and train hard. 

If you are ever in Pa and find yourself on a bike ride in Lancaster have a look at their calendar and see if you can hop into one of the 3 training races happening in the area every week, and link up with the Lancaster Regional Cycling crew. 

blindato replied to your post “so after this wonderful family weekend I’ve already gotten bombarded…”

What state do you live in, if you don’t mind me asking? Bc tuition is a huge deal

oh, duh, wow that was relevant info i forgot -_-

i live in california :) 

however due to good circumstances, luck, and privilege (which are very similar i suppose), it is likely that I will be able to go to most places that I want to go to with help from loans/my parents

New Post has been published on Delusi Traditi e Incazzati

New Post has been published on http://delusitraditieincazzati.com/2013/12/11/500-manifestanti-davanti-alla-camera-montecitorio-blindato/

500 manifestanti davanti alla Camera, Montecitorio ‘blindato’

11 dic – Manifesta dinanzi a Montecitorio il popolo dei forconi prima della fiducia al governo. Sono oltre 500 le persone dinanzi al palazzo del potere ‘difeso’ dalle forze dell’ordine. Ci sono studenti, cassintegrati, uomini e donne in pensione, giovani in attesa di una sistemazione. Slogan e Tricolori, manifesti esibiti: ‘Lo Stato ci vuole morti’, […]
Imola Oggi

Nuovo Post pubblicato su Milano Post Quotidiano ONLINE di Informazione e Cultura #BlockbusterAsiatici, #FilmCineseInCentroMilano, #SetBlindato

Nuovo Post pubblicato su http://www.milanopost.info/2014/12/28/film-cinese-nel-centro-di-milano-riprese-blindate-per-evitare-lassalto-dei-fan/

Film cinese nel centro di Milano, riprese blindate per evitare l’assalto dei fan

Milano 28 Dicembre - Motore, ciak, azione. Lei lo insegue correndo lungo la romantica via Bagutta; i due discutono sotto le insegne del lusso tra le strade del Quadrilatero della moda; la pace si compie tra un tè caldo e un sake sulla terrazza panoramica dell’Arengario con vista Duomo.
Scene dal grande cinema commerciale cinese che oggi sceglie l’Italia come set a cielo aperto, in un’atmosfera intrisa di mistero, tra riprese in notturna e dettagli sotto embargo, secretata dal sigillo della casa di produzione cinematografica di Hong Kong in trasferta tra Lombardia, Puglia e Toscana. Niente più Luchino Visconti e Pasolini, Milano oggi si offre alla settima arte d’Oriente: solo nell’ultimo biennio, 14 pellicole dell’indiana Bollywood e due kolossal made in China.

Quello girato nelle ultime settimane in città non sarà un «cinepanettone» alla cinese (l’uscita è infatti prevista solo in primavera). Ma, secondo le indiscrezioni, si tratta comunque di uno dei blockbuster asiatici per il 2015: commedia d’amore, di sicuro successo ai botteghini. Tanto da richiedere il massimo riserbo per evitare che le comunità sino-milanesi accorressero in massa alle scene interpretate dei loro attori preferiti costringendo macchina di sicurezza pubblica e troupe a un impegno straordinario e a tempi biblici di girato.
Riprese dunque sempre in segreto, al calar del sole, da via della Spiga alla Galleria Vittorio Emanuele, protette dall’oscurità e anche dal marketing, con un silenzio tombale su nomi dei protagonisti e del regista (che sembra vantare una candidatura all’Oscar). Semisconosciuti nella Penisola, ma celebrità assolute nel mercato interno cinese, che vale oltre un miliardo di persone e incassi da svariati miliardi di renminbi (vale a dire centinaia di milioni di euro o dollari).
Una storia d’amore «italiana» che si conclude all’ombra della cattedrale milanese, agli occhi orientali «un monumento tanto esotico quanto il Taj Mahal per un europeo» come ripetono spesso i produttori asiatici, ormai habitué delle strade del centro città.
Il film verrà proiettato da maggio prossimo sugli schermi da Pechino a Shenzhen, proprio in concomitanza con l’Expo 2015. Una chance di promozione per la città, non solo in termini di marchio ma anche per chi lavora nel cinema, con indotti calcolati intorno agli 11 milioni di euro nel 2014 per 205 pellicole girate.
Perché il «cineturismo» - così viene chiamato - ha ormai numeri interessantissimi che anche le città italiane cercano di sfruttare. Basti pensare al commissario Montalbano che da quando è approdato sulla televisione inglese Bbc ha prodotto un più 20 per cento di visitatori anglosassoni nelle terre del barocco siciliano partiti per vedere l’immaginaria cittadina di Vigata e finiti sparsi tra i capolavori architettonici di Noto e Ragusa Ibla. O alla fiction Elena di Rivombrosa che per un paio d’anni incrementò da duemila a 75 mila le visite al castello ducale di Agliè. Oppure ancora alle produzioni indiane di Bollywood che muovono 14 milioni di fan sulle orme dei protagonisti.

«Lo schema classico delle commedie e delle storie d’amore orientali prevede continui spostamenti poi replicati dagli spettatori appassionati. Un esempio tipico? Lui povero che insegue per il mondo la donna amata, di solito ricchissima o viceversa - spiega Alberto Contri, direttore uscente della Lombardia Film commission, l’ente di Regione, Comune di Milano, fondazione Cariplo e Unioncamere -. Spostamenti che spesso sono dovuti anche ai cachet che le stesse città sono disposte a offrire: ho visto film sulla carta ambientati al mare cambiare trama ed essere girati in montagna solo per ottenere più denaro».
Il ruolo delle agenzie territoriali, dunque, è quello di riuscire a intercettare le pellicole giuste fornendo servizi e supporto logistico con l’obiettivo di un ritorno per tutta l’economia del territorio. «Pellicole come quella cinese - continua Contri - sono occasioni straordinarie non solo per attirare turisti. Ma anche per il product placement delle eccellenze italiane o per l’indotto cittadino. Ormai e attrezzature e maestranze sono sempre scelte direttamente in Italia».
Per ultima voce al capitolo «indotto» c’è lo shopping della troupe: i protagonisti del misterioso film avrebbero speso in via Monte Napoleone la bellezza di 40 mila euro in due ore. Niente a che vedere con cinque documentaristi enogastronomici indiani, capaci di lasciare nel Quadrilatero 600 mila euro in un solo pomeriggio. (Corriere Milano)

New Post has been published on Delusi Traditi e Incazzati

New Post has been published on http://delusitraditieincazzati.com/2013/10/31/video-manifestazione-per-la-casa-a-roma-lassalto-al-blindato-dei-carabinieri/

Video – Manifestazione “per la casa” a Roma, l’assalto al blindato dei carabinieri

   31 ott. – Nuova giornata di proteste per il diritto alla casa e nuove ore di tensione a Roma, dove l’”assedio” promesso dai movimenti, in concomitanza con la Conferenza unificata straordinaria convocata con l’obiettivo di definire un decreto sulle politiche abitative, e’ degenerato in incidenti nelle vie del centro storico: alla fine si contano […]
Imola Oggi

Roma, sconfitta indolore E Reggio saluta l’Europa Roma, sconfitta indolore E Reggio saluta l’Europa
Virtus battuta nettamente a Oldenburg, ma il primo posto nel girone era già blindato e dunque Dalmonte ha dato molto spazio alla panchina. Anche per gli emiliani non contava, l’eliminazione era già certa prima dell’87-101 subito a Bonn

Contrabbando di sigarette, maxi sequestro a Casalnuovo per un valore di 1,5 milioni di euro Vai alla notizia: http://ift.tt/1sF3yJR

Circa nove tonnellate di materiale ritrovato in un deposito blindato, denunciata locataria dell’immobile Napoli, 17 dicembre - Trovato a Casalnuovo, in provincia di Napoli, un deposito murato e blindato contenente circa 9 tonnellate di sigarette estere di contrabbando. Il valore del materiale ammonta a 1,5 milione di euro ed è stato immediatamente sequestrato dalla Guardia di Finanza di Casalnuovo. Il…

Leggi Contrabbando di sigarette, maxi sequestro a Casalnuovo per un valore di 1,5 milioni di euro ora su #Napoli è su NapoliTime - Eventi, Cultura, Personaggi, Politica.



da #Napoli è su NapoliTime - Eventi, Cultura, Personaggi, Politica http://ift.tt/1sF3yJR
via NapoliTime